30 anni: fermenti e fibre 

Ecco la dieta giusta per la stagione del rientro: è specifica per la tua età

di Donatella La Viola  - 01 Settembre 2006

A trent'anni la vacanza diventa spesso un'occasione per cambiare aria e per rimettersi in forma, con lunghe corse sulla sabbia e benefiche nuotate. Ma quando le ferie finiscono, l'ufficio chiama e anche lo stress della vita quotidiana ritorna. Se avete, quindi, perso dei chili, non rischiate al rientro di riprenderli.

COME FARE?

Ricordate: il primo modo per mantenersi in forma è aiutare la microflora intestinale a svolgere il suo lavoro di regolarizzazione con fermenti lattici (probiotici) e fibre (prebiotici), soprattutto quelle solubili, presenti in frutta, verdura e legumi.

Queste sostanze permettono alle pareti intestinali di assorbire ciò che serve per la salute e il benessere dell'organismo. Risultato: pancia sgonfia, metabolismo attivo e meno stress.

I CIBI CHE NON DEVONO MANCARE

Orzo: contiene 4,41 g/100 g di fibre solubili, inoltre ha effetti diuretici utili in caso di ritenzione e cellulite.

Fiocchi d'avena: contengono 3,30 g/100 g di fibre solubili; inoltre sono ricchi di proteine vegetali, ben 13 g/100 g e favoriscono la circolazione sanguigna.

Carciofi cotti: contengono 4,68 g/100 g di fibre solubili, in particolare l'inulina, un polisaccaride che regolarizza l'attività intestinale e riduce il colesterolo.

Kiwi: contiene 0,78  g/100 g di fibre solubili; oltre a risvegliare l'intestino pigro, possiede proprietà diuretiche e antiossidanti contro l'invecchiamento.

Yogurt: rafforza la microflora e contrasta i gonfiori addominali.

PER CONSERVARE IL PESO FORMA

I cereali e i derivati, come pasta, pane e crackers, dovrebbero essere integrali. Se, però, soffrite di colite, cominciate con i cereali raffinati, dopo qualche giorno passate ai semintegrali e, infine, introducete quelli integrali. Se invece soffrite di stipsi, introduceteli subito.

No alla frutta dopo i pasti, perché fermenta, meglio come spuntino. Evitate gli alcolici e bevete molta acqua. La disidratazione, infatti, rallenta il metabolismo.

IL MENU TIPO

Colazione

1 yogurt arricchito con probiotici; 2 fette biscottate integrali; tè o caffè dolcificati con miele;

1 kiwi, 1 bicchiere di latte parzialmente scremato e fermentato (aggiungete un cucchiaino di yogurt ricco di probiotici a un bicchiere di latte e lasciatelo riposare per una notte) con 30 g di fiocchi di cereali.

Spuntino (entro le 10.30)

1 frutto di stagione oppure 1 yogurt con probiotici se non lo hai preso a colazione.

Pranzo

Iniziate con delle verdure, meglio cotte.

A scelta:

80 g di orzo con carciofi e funghi;

80 g di fusilli integrali saltati con gamberetti e rucola;

1 piatto di minestra di verdure con 30 g di fiocchi d'avena e parmigiano.

Cena

È importante abbinare carboidrati e proteine.

A scelta:

150 g di trota al cartoccio, zucchine e 50 g di riso;

120 g di arrosto di vitello, verdure cotte a vapore e 50 g di pane di segale;

120 g di filetto con carciofi al forno e 50 g di pane con farina d'avena;

80 g di mozzarella con pomodori alla griglia e 50 g di pane integrale.

A fine pasto

1 ciotolina di composta di pere oppure 1 mela al forno con un amaretto sbriciolato.

PER UNA GIORNATA PIENA DI BENESSERE

Mattina: per una carezza antiossidante sul viso, prendete un acino di uva rosata, tagliatelo a metà e passatelo dove vedete comparire le prime rughette, per esempio sul contorno occhi.

Pomeriggio: 30 minuti di corsa, tra le 18 e le 19, attivano il metabolismo e vi aiutano a smaltire più rapidamente le calorie che verranno ingerite con la cena.

Sera: per un bagno rilassante aggiungete all'acqua un cucchiaio di panna con 10 gocce di olio essenziale di neroli e 5 di lavanda. Diffondete poi nell'ambiente una musica tipo lounge.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/Diete/30-anni-fermenti-e-fibre$$$30 anni: fermenti e fibre
Mi Piace
Tweet