Dalle nove alle cinque 

A fine giornata sei tentata di rompere la dieta con una pizza o un aperitivo? Puoi farlo se usi un trucco facile: controlla l'appetito solo nell'orario di lavoro. Dopo sentiti libera. E dimagrirai con il sorriso

di Roberta Raviolo  - 24 Marzo 2005

A dieta dalle 9 alle 17, soltanto durante l'orario d'ufficio. Non vi sarà difficile seguirla. Provate a pensarci: i vari spuntini previsti nella giornata saranno come uno dei tanti impegni di lavoro da rispettare. Né più, né meno. Se la vedete in quest'ottica può essere anche divertente. E al momento di timbrare il cartellino tornate libere. Vale la pena di provare, no? Anche perché potete perdere 1 chilo in una settimana.

Il caffè mette appetito

"Regola numero uno, fate la colazione" raccomanda la dottoressa Angela Maria Moneta, dietologa. E, se potete, date la preferenza a 3-4 cucchiai di cereali integrali, da accompagnare con 1 tazza di latte. È un pasto leggero, con appena 150 calorie e che soprattutto riempie. Da una recente indagine del Dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari dell'Università di Milano è emerso infatti che i fiocchi di frumento, di riso o di avena assicurano un senso di sazietà più prolungato rispetto a quello offerto da brioche e frollini. "Sempre per smorzare l'appetito, limitatevi a 1-2 caffè al massimo. Diversamente da quello che molti pensano, troppa caffeina stimola la fame" dice la dottoressa Moneta. Fate, invece, uno spuntino a metà mattina (circa 150 calorie).

Innocenti panini

"Per essere efficace la dieta deve prevedere 5 minipasti al giorno, altrimenti il metabolismo si impigrisce" raccomanda la dietologa. Ecco perché non dovete saltare il pasto di mezzogiorno, nemmeno se siete sommerse fino al collo dagli impegni. Piuttosto, cercate di scegliere in modo oculato: questo momento della giornata, infatti, può essere critico, soprattutto se non avete la mensa a disposizione e mangiate al bar. Lì troverete di sicuro molti panini dall'aspetto innocente, come l'hamburger o il classico sfilatino con prosciutto, mozzarella e pomodoro. Solo in apparenza sono light (si aggirano tra le 700 e le 800 calorie circa, a seconda che contengano o meno le salsine). Meglio puntare su menu leggeri da circa 500 calorie. Poi, suggerisce la dottoressa Moneta, "Prendete un paio di tavolette di crusca alla fine del pasto". "Sono utili perché una volta giunte nell'intestino si gonfiano, riempiono e rallentano l'assorbimento del cibo".

Concludi in bellezza

A questo punto arrivare alle 17 non vi sarà difficile. Anche perché avete ancora a disposizione una merenda, spesso golosa, come una tazza di cioccolata calda. Ce l'avete fatta? Bene, finora avete totalizzato circa 1.000 calorie. A cena premiatevi. E concedetevi senza sensi di colpa un trancio di pizza con gli amici. O un piatto di pasta al pomodoro. Oppure state leggere, ma poi, davanti alla tv, rilassatevi con 2 palline di gelato alla frutta. Ve le siete certamente meritate.

L'esercizio scacciafame

Fate questo semplice esercizio yoga alla scrivania: stimola il sistema nervoso a produrre endorfine, sostanze che danno benessere e vi aiutano a controllare l'appetito. "Sedute, con la schiena dritta, allungate la colonna verso l'alto per 15 secondi; poi piegatela leggermente in avanti e dopo altri 15 secondi indietro, sempre per lo stesso tempo. Quindi, tornate alla posizione di partenza e fate ruotare il busto prima a destra e poi a sinistra" dice Luigi Torchio, medico esperto in terapie naturali.

A un aperitivo per non arrivare a casa a stomaco vuoto. "Un centrifugato di pomodoro ha solo 40 calorie ed essendo ricco di fibre riempie" dice Angela Maria Moneta, dietologa.

No

"Ai succhi di frutta pronti per tappare il buco allo stomaco. Contengono zucchero, che insieme al fruttosio, invece di placare l'appetito lo stimolano. Meglio frutta fresca" raccomanda l'esperta.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/Diete/dalle-nove-alle-cinque$$$Dalle nove alle cinque
Mi Piace
Tweet