Gelato, che passione! 

Complice il caldo e il prezzo dei pasti fuori casa (oramai alle stelle), sempre più italiani preferisco un gustoso gelato al panino del bar. Tanto più che questo delizioso alimento è oramai stato sdoganato anche dai nutrizionisti ed è considerato un ottimo nutriente nella dieta quotidiana.

di Cristiana Gentileschi  - 20 Luglio 2008

Icona alimentare del made in Italy, il gelato non è più considerato un alimento "voluttuario" (e, come tale, pericoloso per la linea), ma un alimento completo, merenda ideale o perfetto sostituto del pasto, leggero e fresco, ideale nelle calde giornate estive.

«Prendiamo un goloso gelato al cioccolato: le proteine di latte e uova contribuiscono alla formazione della massa muscolare, il calcio fa bene alle ossa» dice Damiano Galimberti, medico nutrizionista, esperto in scienze dell'alimentazione. «Quello alla frutta, invece,  contiene carboidrati semplici, (un combustibile perfetto quando serve energia di pronto impiego), e anche sali minerali e vitamine».

E che dire del famoso sorbetto dopo pranzo? «Perfetto anche lui: favorisce l'afflusso di sangue allo stomaco e facilita la digestione». Insomma, è un vero e proprio nutriente ricco di componenti essenziali nella nostra dieta abituale.

Gelato tutti i giorni, quindi? «In linea di massima sì, ma dipende anche da quanto si mangia durante il resto della giornata. Se l'alimentazione è leggera e povera di grassi, per esempio, via libera al gelato ai gusti creme (ha un apporto calorico di circa 280 calorie per 100 grammi), quando è sostanziosa e ricca di grassi, invece, meglio orientarsi su quello di frutta: il suo valore energetico è meno della metà e non contiene grassi».

Meglio quello artigianale o industriale? «Quello artigianale ha fama di essere organoletticamnete superiore, a patto che la gelateria non faccia  uso (come spesso accade) di preparati industriali a base di grassi trans, che hanno il vantaggio di far sciogliere il gelato più lentamente. In questo caso non c'è differenza con il gelato industriale».

Gelato anche durante la dieta? «Certamente, con qualche accortezza. Può sostituire un pasto, o essere consumato a merenda, facendo però attenzione a non eccedere in carboidrati e frutta nel resto della giornata. È anche un ottimo "bene rifugio" in quei momenti in cui la voglia di dolce diventa "irresistibile", perché rappresenta il male minore rispetto ad altri dolci. Se poi è associato alla frutta, il danno è ancora minore. Una bella coppetta di fragole con gelato, per esempio, dà soddisfazione e non danneggia la dieta!».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/Diete/gelato-che-passione$$$Gelato, che passione!
Mi Piace
Tweet