Il cibo che disintossica 

Lo sapevi che il melone è pieno di zucchero mentre il pesce è un toccasana contro la cellulite? Leggi e mettiti a tavola senza preoccupazioni

di Roberta Marioni  - 08 Maggio 2006

con la consulenza di Daniela Morandi, nutrizionista del Zone Research Institute Health Care Professional, Stati Uniti

La cellulite non si combatte saltando i pasti o cibandosi solo di verdure. Anzi, si deve mangiare cinque volte al giorno. E certi cibi possono addirittura ridurre l'infiammazione localizzata. Questa volta, insomma, non vi proponiamo la solita "minestra" accompagnata da litri di acqua (anche se si deve comunque bere molto), che favorisce la diuresi. Ma un nuovo menu da 1.200 calorie al giorno, abbondante e gustoso, che vi concede perfino un bicchiere di vino.

I tuoi nemici

Da dove cominciare? Basta rubare i segreti alla dieta del momento, la Zona, tanto in voga tra le star e gli atleti. Ecco come regolarsi. Prima di tutto limitate pane, pasta, riso (se proprio non ne potete fare a meno, preferite le versioni integrali, in piccole porzioni). A favorire l'infiammazione del tessuto adiposo e quindi la comparsa della cellulite sono proprio i carboidrati (zuccheri) raffinati. Infatti provocano l'innalzamento dell'insulina, l'ormone che trasforma gli zuccheri di troppo nel sangue in grassi e quindi in cuscinetti. Per lo stesso motivo, meglio evitare anche la frutta troppo zuccherina. Cioè, in questa stagione, il melone, e poi uva e mandarini. Anche la carne rossa e i latticini sono "out": i grassi che contengono peggiorano lo stato infiammatorio, favorendo la ritenzione idrica.

I tuoi alleati

Il primo alleato in una dieta anticellulite è il pesce, ricco di Omega 3, grassi "buoni" che non ostacolano la circolazione e la ripuliscono dalle tossine, contribuendo a ridurre i gonfiori e a migliorare la struttura cellulare. Consumatelo almeno 4 volte alla settimana e puntate su quello che ne contiene di più: lo spada, il salmone e il pesce azzurro.

Un'altra fonte di grassi buoni è l'olio di pesce: nessun sapore sgradevole, tranquille, lo potete assumere in capsule da prendere in erboristeria. Per vedere degli effetti bisogna prenderne da 6 a 8 al giorno, quando volete. Poi, non fatevi mancare verdura in abbondanza: avete bisogno, infatti, di tante fibre per saziarvi e tenere pulito l'intestino.

Infine, procuratevi le due spezie antinfiammatorie per eccellenza, oltre che drenanti: uno è il curry (buono anche sul pesce, provatelo), che contiene principi attivi antiossidanti, cioè capaci di proteggere la pelle dall'invecchiamento e donarle vitalità. L'altro è lo zafferano (perfetto anche sulle carni bianche), che vi permette di non usare il sale, dando tanto sapore ai vostri piatti.

Infine, per potenziare gli effetti della dieta, un consiglio: aggiungete al frullato o allo yogurt del mattino 1 cucchiaino di proteine ricavate dal siero del latte o dalla soia (le trovate in polvere in farmacia).

Il menu che disinfiamma e depura

Colazione, alternate tra: caffè o tè e 1 frullato con 170 g  di fragole, 140 g di lamponi, 90 g di ananas e 24 pinoli oppure 200 g di yogurt magro con 1 noce, 20 g di pane integrale, 1 cucchiaio di miele, 6 mandorle.

Spuntini: 200 ml di latte oppure 1 vasetto di yogurt e 1 noce. La domenica è libera.

LUNEDÌ

Pranzo: insalata di frutta e verdura con 250 g di cetrioli, 160 g di pomodori, lattuga, 90 g di petto di pollo grigliato, 120 g di arancia, 90 g di ananas.

Cena: 120 g di salmone, insalata con lattuga,100 g di pomodori, 300 g di finocchi crudi, 50 g di cipolla, mezzo bicchiere  di vino, 175 g di mirtilli.

MARTEDÌ

Pranzo: 240 g di ricotta vaccina, insalata con 120 g di carote crude, radicchio, rucola, 200 g di pera.

Cena: 90 g di tonno, 280 g di melanzane grigliate, 240 g di macedonia mista senza banane.

MERCOLEDÌ

Pranzo: 60 g di bresaola,100 g di rucola, 160 g di pomodori, 180 g di ananas.

Cena: frittata con verdure preparata con 2 uova intere, 2 albumi, 260 g di spinaci bolliti, mezzo bicchiere di vino, 170 g di fragole.

GIOVEDÌ

Pranzo: misticanza con 200 g di asparagi, 150 g di peperoni grigliati, 90 g di petto di tacchino alla piastra, 140 g di lamponi.

Cena: 165 g di calamari con erbe aromatiche, olio e limone, mezzo bicchiere di vino, 180 g di mele a fettine con un velo di cannella.

VENERDÌ

Pranzo: 75 g di prosciutto crudo sgrassato, insalata con 200 g di finocchi crudi e 360 g di arance.

Cena: 100 g di carpaccio di manzo marinato con 1 cucchiaino di olio e abbondante succo di limone, verdure al forno spolverizzate con timo (300 g di zucchine, 100 g di peperoni, 140 g di melanzane, 160 g di pomodori), mezzo bicchiere di vino.

SABATO

Pranzo: insalata caprese "insolita" preparata con 100 g di mozzarella fresca,160 g di pomodori, 250 g di cetrioli, 150 g di peperoni, una spruzzata di origano, 170 g di fragole al limone.

Cena: 90 g di tonno al naturale, insalata mista con lattuga, rucola, cipolla e finocchi crudi, mezzo bicchiere di vino bianco, 100 g di kiwi.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/Diete/il-cibo-che-disintossica$$$Il cibo che disintossica
Mi Piace
Tweet