Il drink diventa soft 

Arrivano le feste e hai paura di esagerare? Ecco dieci utili trucchetti per concederti un brindisi senza far salire l'ago della bilancia

 - 19 Dicembre 2005

Solo a stomaco pieno

"A pancia vuota l'alcol entra più velocemente nel circolo sanguigno e fornisce calorie che non vengono utilizzate come energia muscolare" dice Evelina Flachi, nutrizionista a Milano. Per questo è meglio accompagnare vino e cocktail con snack ricchi di fibre (verdure crude, dadini di mele

o pere con la buccia): si rallentano i tempi d'assimilazione dell'alcol e si riduce l'assorbimento intestinale delle calorie.

Non dimenticare l'acqua

Gli alcolici hanno un effetto disidratante che aumenta la sete portandovi a bere ancora di più. "Per sfuggire

a questo circolo vizioso, alternateli con bicchieroni d'acqua"

dice la dottoressa Flachi. "Ripristinano l'equilibrio idrico

del corpo abbassando anche la voglia di bere drink".

Allunga i cocktail

Invece di bere superalcolici lisci, preferite i cocktail dove rum, whisky o vodka sono allungati con bibite light, spremute d'agrumi o acqua minerale. In questo modo,

la stessa quantità di bevanda fornirà fino

al 50 per cento di calorie in meno e poco alcol.

Inganna la voglia

Sorseggiate analcolici che sembrano alcolici: tagliate le calorie e soddisfate la gestualità legata al bere. Per esempio, al posto di un birra normale, scieglietene una senza alcol: avrete lo stesso piacere di bere un drink dissetante e spumeggiante, ma più leggero.

Datti un limite

Organizzate cosa bere a seconda dei vostri impegni. Uscirete a cena? Programmate di fermarvi al bicchiere di vino. Se invece avete mille appuntamenti festaioli, ai pasti bevete acqua, riservando gli alcolici per i brindisi.

Taglia l'aperitivo

Se elimini le calorie del Martini (150) ne

avrete qualcuna in più da spendere per un buon bicchiere di vino a tavola: risparmierete ben 80 calorie.

Riscopri i mangia e bevi

Bevete i cocktail che, oltre agli alcolici, contengono anche fettine d'arancia, fragole, acini d'uva, dadini di mela. Tanta frutta ruba fino al 60 per cento della capienza del bicchiere, diminuendo il posto riservato all'alcol e quindi tagliando parte delle calorie.

Preferisci le bollicine

Lo champagne fa festa e ha il vantaggio di fornire meno calorie di molte altre bevande: un calice ne ha 80, un po' meno di un bicchiere di vino bianco (85 calorie) o di uno di rosso (90 calorie). E quasi la metà di un Porto (145).

Smaltisci con la marcia

Se non avete proprio voglia di rinunciare al tuo mojito in discoteca (ha 200 calorie), ricordatevi il giorno dopo

di sciare un'ora in più o di fare una lunga passeggiata camminando nella neve. Brucerete circa 400 calorie.

Prepara la tisana

Avete un po' esagerato? Per contrastare gli effetti

irritanti dell'alcol sulle mucose gastriche, preparate un decotto di gramigna, da bere durante la giornata, facendo bollire per dieci minuti 5-10 g di rizoma in una tazza d'acqua. Buttate il liquido, bollite ancora i rizomi in 125 dl d'acqua, finché si riduce a un litro. Aggiungete 8 g di liquirizia e, a piacere, qualche buccia d'arancia o limone e un cucchiaino di miele.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/Diete/il-drink-diventa-soft$$$Il drink diventa soft
Mi Piace
Tweet