Il menu giusto per la dieta di primavera 

In questa stagione, in cui è più facile avere disturbi e cali di energia, anche se sei a dieta hai bisogno di fibre, potassio, iodio: qui trovi tutti i consigli giusti per un'alimentazione corretta e le idee furbe per darti la carica

di Silvia Calvi  - 29 Maggio 2007

Anche se sei a dieta hai bisogno di...

Fibre

A ogni pasto, cerca di inserire una piccola quantità di cereali integrali. Perché contengono fibre insolubili (come cellulosa, emicellulosa e lignina) che, a contatto con i liquidi intestinali, si gonfiano e favoriscono il transito intestinale, aiutando a combattere la stipsi. Il riso integrale, in particolare, è perfetto per contrastare le fermentazioni intestinali che possono provocare gonfiore. A tutto vantaggio di una pancia piatta.

Potassio

Se hai problemi di ritenzione idrica, per te questa sostanza è un prezioso alleato. Il potassio, infatti, stimola la diuresi e, quindi, aiuta a ridurre l'acqua nei tessuti. In generale, si trova in tutta la frutta e la verdura. Soprattutto in banane, albicocche, patate e kiwi.

Iodio

In questo periodo dell'anno, dai la preferenza al pesce piuttosto che alla carne. Grazie allo iodio, stimola la tiroide e dà lo sprint al metabolismo. I pesci più magri sono il calamaro, la cernia, il merluzzo, il nasello, l'orata e la sogliola. E se insaporisci i tuoi piatti di pesce con le alghe come kombu e dulse (le trovi nei negozi di alimentazione naturale) avrai fatto un vero e proprio pieno di iodio. In più, le alghe hanno un'azione drenante, depurante e abbassano il livello del colesterolo.

Insalate con tarassaco e ravanelli

Il primo stimola la produzione e l'eliminazione della bile da parte del fegato, con un effetto disintossicante. In più, è diuretico e aiuta a combattere il rischio di ritenzione idrica, tipico dei primi caldi. I secondi, grazie al rafanolo, oltre a essere buone fonti di vitamina C e potassio, migliorano la funzionalità del fegato.

Prezzemolo

È ricco di apina e apiolo, principi attivi che svolgono un'azione depurativa e diuretica. Unito a olio e limone, puoi usarlo per insaporire la carne o il pesce, oppure aggiungerlo semplicemente all'insalata.

IDEE FURBE PER LA STAGIONE

Non prendere un caffè dopo l'altro

Il caffè allevia temporaneamente la fatica, ma non dà energia: dopo un'ora, ti ritrovi più spossata di prima.

Bevi tè forte o guaranà

Un tè lasciato in infusione tre minuti è più "carico" e ti dà la sveglia grazie ai tannini, che permettono di assimilare gradualmente la caffeina che contiene. Per sentire meno la fatica e tenere alto l'umore, può essere utile anche un integratore alimentare a base di guaranà (ottenuto da una radice brasiliana) dall'effetto tonico molto efficace. Ma non esagerare perché contiene parecchia caffeina.

Non fare due soli pasti al giorno

In questo modo il metabolismo rallenta. Il segreto è fare cinque pasti. Oltre a stimolare il metabolismo, che viene sollecitato a bruciare di più, questa strategia mantiene stabile il livello di zuccheri nel sangue.

Evita i cibi grassi e i fritti

Nessuna dieta li consiglia, ma cerca di non farti tentare, specie in questa stagione. Perché obbligano il fegato a un superlavoro che, in primavera, si fa sentire di più.

Condisci sempre le verdure con un filo di olio d'oliva a crudo

L'olio permette di assimilare le vitamine liposolubili dei vegetali (utili, fra le altre cose, per combattere la stanchezza): in assenza di grassi, andrebbero perse.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/Diete/il-menu-giusto-per-la-dieta-di-primavera$$$Il menu giusto per la dieta di primavera
Mi Piace
Tweet