La dieta South Beach 

"Non parleremo di conteggio delle calorie, di grammi o di dimensioni delle porzioni" promette il cardiochirurgo Arthur Agatston nel suo libro sulla dieta South Beach. Un simile programma non poteva lasciare indifferenti le lettrici di Donna Moderna che l'hanno provata l'anno scorso quando hanno trovato allegato al giornale il volume sulla South Beach (Sperling & Kupfer)

di Roberta Marioni  - 01 Giugno 2006

In cosa consiste:

Si tratta di una dieta con molte proteine e pochi carboidrati. Che prevede di mangiare per due settimane molta carne, pesce, uova, latticini e verdura. E di evitare drasticamente pasta, riso, pane, prodotti da forno, frutta, alcolici e dolci di qualsiasi tipo. Non è ammesso neppure un cucchiaino di zucchero nel caffè. Ma, dopo due settimane, uno alla volta, si possono reintegrare tutti gli alimenti vietati.

Per chi è adatta:

Questa dieta è l'ideale per chi vuole vedere presto dei risultati. Chi riesce a seguirla davvero come si deve, senza sgarrare, può arrivare anche a perdere 4-5 chili in 15 giorni.

Quali sono i suoi punti di forza:

È un regime che fa perdere peso (e centimetri) soprattutto nel busto e in vita. Alla fine delle due settimane si possono davvero allacciare anche i pantaloni che non andavano più bene da anni.

Quali sono i suoi punti deboli:

Non è un regime adatto a chi ha da perdere molti più chili dei quattro promessi nei primi quindici giorni. Anche perché, appena si ricominciano a introdurre i carboidrati, il dimagrimento rallenta e si perde meno di un chilo alla settimana.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/Diete/la-dieta-south-beach$$$La dieta South Beach
Mi Piace
Tweet