Quindici giorni a pasta e pizza 

Prova per due settimane a mangiare quello che ti fa più gola. Con le ricette mediterranee ti passa la voglia di pasticciare. E rientri nei tuoi jeans preferiti

di Elvia Grazi  - 06 Settembre 2005

Un menu dimagrante che preveda pastasciutta, pizza, verdure al gratin, macedonie e persino olio d'oliva. Un sogno? No, se ci pensate bene sono gli ingredienti tipici della dieta mediterranea. Anzi italiana, come recita il titolo di un libro appena uscito (La dieta mediterranea anzi italiana, di Andrea Ghiselli e Lavinia Guffanti, Sperling & Kupfer, 16 euro), che ripropone piatti a base di cibi freschi, profumati con odori che crescono sulle coste marine, come il rosmarino e il timo. Una vera goduria per il palato. Se non ci credete, date un'occhiata ai 3 menu della pagina seguente: nonostante siano ipocalorici, da 1.300 calorie, non vi faranno rinunciare al piacere della buona tavola.

Le conferme scientifiche sulla validità di questa dieta, poi, continuano a giungere numerose: un ultimo studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine, indica l'alimentazione mediterranea come ideale per rimanere in linea, in salute e vivere a lungo. «ll problema è che abbiamo dimenticato com'è, perché nel corso degli anni le abitudini alimentari americane si sono mescolate alle nostre» dice Andrea Ghiselli, ricercatore dell'Istituto Nazionale per gli alimenti e la nutrizione. Vale la pena di fare insieme un piccolo ripasso. Nella dieta mediterranea i primi piatti non mancano mai.

Spaghetti e maccheroni, oltre ad appagarvi, vi permettono di rimanere sazie a lungo, perché sono costituiti da zuccheri a lento rilascio. Significa che a metà pomeriggio non vi verrà fame e non dovrete ricorrere a snack calorici per arrivare a sera. I grassi sono permessi, ma solo quelli che servono ad abbassare il colesterolo e a tenere pulite le arterie, come gli Omega 3 (si trovano in abbondanza nel pesce, leggete l'articolo a pagina 103) e l'olio d'oliva. «Meglio non superare i 2 cucchiai al giorno, ma se vi piace mangiare un po' condito potete mescolarne un cucchiaino a un po' di yogurt magro, sale, peperoncino e finocchietto selvatico. È una salsina gustosa sulle  insalate e sui secondi» consiglia il dottor Andrea Ghiselli. Infine ortaggi a volontà, da consumare come più vi piace; basta solo non cuocerli a lungo ed evitare le temperature troppo elevate: così salvate le vitamine, i minerali, ma anche il gusto. Alternate questi menu per un paio di settimane: perderete una taglia senza neppure accorgervene.

«Al pesce e alle

verdure surgelate. Le sostanze

nutritive non cambiano» dice

Andrea Ghiselli, nutrizionista.

No

«Alla maggiorana: rallenta il metabolismo e quindi il dimagrimento» dice Anna Maria Previati, esperta di terapie naturali.

Tre menu mediterranei

Primo menu

Colazione 1 frappé

alla fragola preparato con

latte scremato e qualche fogliolina di menta fresca,

1 ciotolina di cornflakes.

Spuntino 1 piccolo frutto.

Pranzo 60 g di spaghetti

con le vongole, 1 cucchiaino

di olio d'oliva, prezzemolo, aglio e vino bianco, 100 g

di verdure alla griglia con mentuccia e prezzemolo freschi.

Merenda 1 pallina di sorbetto alla frutta.

Cena 150 g di coniglio alla cantonese con peperoni, pomodori, cipolla, rosmarino, aglio, aceto di vino bianco, pinzimonio di verdure crude (ravanelli, sedano, carote, finocchi a volontà), 1 coppetta di macedonia di kiwi e uva

con succo d'arancia.

Secondo menu

Colazione 1 coppetta di frutti di bosco con 3 cucchiai di yogurt magro, 1 piccola brioche vuota.

Spuntino 1 spremuta di pompelmo rosa.

Pranzo 60 g di pennette con pomodoro fresco, basilico e 1 cucchiaio di scagliette di pecorino, 150 g di polpo in insalata

condito con prezzemolo, aglio e succo di limone.

Merenda 2 fette biscottate con 1 cucchiaino di miele integrale.

Cena 100 g di pesce

persico condito con succo di limone, salvia e pepe

bianco, insalata di pomodorini pachino con qualche

cappero e origano, 2-3 grissini

oppure 1 panino integrale.

Terzo menu

Colazione 1 yogurt magro

al malto, 2 fette biscottate con un velo di marmellata biologica.

Spuntino 1 centrifugato di pomodoro.

Pranzo Zuppa di verdure preparata con bietole,

spinaci, orzo e legumi, 100 g di sogliola alla piastra condita

con succo di limone e spezie a piacere, insalata mista con rucola, radicchio, carote e cuori di sedano.

Merenda 1 pallina di gelato

ai lamponi.

Cena Pomodori gratinati

al forno con pangrattato, aglio, prezzemolo, rosmarino, alici sminuzzate, 70 g di bresaola

con abbondante succo di limone, erba cipollina e pepe rosa, 1 panino integrale

oppure 2 gallette di riso.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/Diete/quindici-giorni-a-pasta-e-pizza$$$Quindici giorni a pasta e pizza
Mi Piace
Tweet