Cosa aspettarsi da una psicoterapia 

Molti quando iniziano questo tipo di cura sperano che la loro vita possa cambiare. Ma quanto? E come? Ce lo spiega un esperto

di Laura D'Orsi  - 27 Aprile 2005

Gli studi concordano: per combattere i disturbi psicologici l'arma più efficace è la psicoterapia. Ma cosa bisogna aspettarsi da questo genere di cura? «Non importa che si tratti di psicoanalisi o di terapia comportamentale. Tutte si basano sul principio che il comportamento, i pensieri e i sentimenti di una persona si possono modificare» spiega Mario Farné, medico psicoterapeuta e docente di Psicologia medica all'Università di Bologna. «Questo permette di eliminare o ridurre il disagio psicologico. E, di conseguenza, i sintomi fisici che può aver creato». Vediamo, però, in concreto, cosa c'è di vero nelle convinzioni più comuni sulla psicoterapia.

>>Diventerò una persona diversa da come sono?

La struttura del carattere rimane la stessa. Per esempio, una persona molto insicura e che ha difficoltà nei rapporti con gli altri non diventerà estroversa e disinvolta. Riuscirà, però, a ritrovare la fiducia in se stessa, a sentirsi più a suo agio in mezzo alla gente. In una parola, imparerà a sviluppare le proprie potenzialità e a superare o accettare meglio i propri limiti.

>>Scoprirò cose che non so della mia infanzia?

È una delle tante leggende che circolano intorno alle terapie psicologiche. In realtà, il paziente viene invitato dal terapeuta a "lasciarsi andare", senza nascondere i suoi pensieri. Potranno affiorare sentimenti o ricordi spiacevoli che, però, nella maggioranza dei casi già si conoscevano e, semplicemente, si evitava di affrontare. Quando si soffre di una fobia come quella dei cani, non è detto, per esempio,  che dietro ci sia un trauma particolare subito durante l'infanzia. Il disagio può essere legato, in generale, a un clima affettivo poco rassicurante o molto rigido.

>>Guarirò dall'ansia e dalla depressione?

Sì. Attraverso la terapia psicologica si arriva a capire i motivi per cui certe situazioni provocano ansia o disagio. E si trova così la forza per cambiare e guarire. L'ansia o la depressione sono i sintomi con cui si manifesta un malessere interiore. Quindi, affrontando e risolvendo le cause, il sintomo non ha più ragione d'essere: scompare o si riduce moltissimo. Oppure può riaffiorare solo in particolari circostanze.

>>Smetterò di prendere i farmaci?

Gli psicofarmaci possono servire, all'inizio della psicoterapia, per attenuare i sintomi, in modo da concentrarsi sui motivi profondi del disagio. Gradualmente, con il progredire della terapia, le dosi del medicinale vengono ridotte fino a non assumerli più. Oppure vengono ripresi solo in casi di stretta necessità.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/cosa-aspettarsi-da-una-psicoterapia$$$Cosa aspettarsi da una psicoterapia
Mi Piace
Tweet