Dichiarazione anticipata ed eutanasia sono la stessa cosa? 

Nel nostro Paese è un reato. In altri, come Olanda, Belgio e Germania, è legale. Stiamo parlando dell'eutanasia: secondo alcuni, il testamento biologico potrebbe introdurla anche da noi. Qui trovi due pareri circa questo dubbio

di Paola Fiorio  - 03 Maggio 2007

Nel nostro Paese è un reato. In altri, come Olanda, Belgio e Germania, è legale. Stiamo parlando dell'eutanasia: secondo alcuni, il testamento biologico potrebbe introdurla anche da noi. Qui trovi due pareri circa questo dubbio.

Ma cos'è l'eutanasia? La parola viene dal greco "buona morte". Consiste nel provocare il decesso del paziente, su sua richiesta, in caso di malattia incurabile o di gravi sofferenze. E si distingue tra attiva e passiva. "Nel primo caso, comporta la somministrazione di un farmaco che dia la morte. Nel secondo, invece, l'interruzione delle cure" spiega Amedeo Bianco, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici.

NO, perché...

"Dipende dai limiti legislativi che verranno stabiliti in Parlamento" spiega l'avvocato Silvia Veronesi. "Testamento biologico ed eutanasia, infatti, sono due temi contigui, ma non sono affatto la stessa cosa. L'obiettivo delle dichiarazioni anticipate è quello di far rispettare le volontà del paziente, non di rendere lecita l'eutanasia. Per esempio, se ci fosse la possibilità di sottoscrivere un testamento biologico, potrei dichiarare che voglio essere sottoposta a ventilazione artificiale perché voglio restare in vita il più a lungo possibile, indipendentemente dalla qualità delle mie condizioni di salute".

NO, ma...

"In linea di principio, anche se non c'è una presa di posizione ufficiale, la Chiesa non è contraria al testamento biologico" spiega il cardinale Ersilio Tonini. "Purché non ci siano clausole che sottintendano l'eutanasia". Una pratica, per la Chiesa, inaccettabile, come ribadito nell'enciclica Evangelium vitae del 1995. Nello stesso documento, d'altra parte, non mancano affermazioni contro l'ostinazione terapeutica: "È lecito sospendere l'applicazione delle cure quando i risultati non rispondono all'aspettativa. In tale decisione bisogna tener conto del giusto desiderio del malato e dei suoi cari".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/dichiarazione-anticipata-ed-eutanasia-sono-la-stessa-cosa$$$Dichiarazione anticipata ed eutanasia sono la stessa cosa?
Mi Piace
Tweet