Gli esami del sangue fai-da-te 

Oggi chi ha una malattia cronica non deve correre ogni giorno in laboratorio. Ci sono strumenti da tenere sempre con sé. Per guadagnare tempo e curarsi meglio

di Laura D'Orsi  - 08 Marzo 2006

Chi ha una malattia cronica sa quanto sia importante, ma anche faticoso, tenere sempre sotto controllo gli esami del sangue. Adesso però ci sono delle novità: tre apparecchi comodi, facili e precisi (si acquistano in farmacia o nei negozi di articoli sanitari) che servono a monitorare il proprio stato di salute stando tranquillamente a casa. Vediamo di che cosa si tratta.

Se il cuore fa le bizze

Chi ha avuto un infarto o soffre di trombosi venosa profonda si cura con gli anticoagulanti. Che vanno calibrati con estrema attenzione. «Una dose eccessiva, infatti, espone al rischio di emorragie, mentre una quantità insufficiente non protegge da ictus, embolie e infarti» spiega il dottor Ovidio Brignoli, vicepresidente della Simmg, Società italiana medici di medicina generale. I nuovi strumenti “casalinghi” per misurare la coagulazione del sangue rappresentano un valido aiuto. Secondo un recente studio americano, infatti, l’uso di questi apparecchi riduce del 70 per cento la possibilità di incorrere, per esempio, in ictus o infarti.

Se manca il respiro
Bronchite cronica, asmatica o enfisema polmonare provocano un’insufficienza respiratoria. «Ecco perché è fondamentale controllare la quantità di ossigeno nel sangue» prosegue il dottor Brignoli. L’automisuratore per l’ossigenazione aiuta, a patto di usarlo sotto la guida dello specialista, che va informato quando i valori sono fuori norma. Sarà lui a dire se conviene prendere i farmaci già prescritti o affidarsi all’ossigenoterapia “casalinga” da fare con le apposite bombole.

Se ci sono troppi zuccheri
«Chi ha il diabete insulinodipendente, e deve prendere tutti i giorni l’insulina, ha assolutamente bisogno di monitorare la glicemia, ovvero il livello di zuccheri nel sangue, così da adeguare in ogni momento la terapia» spiega Ovidio Brignoli. Grazie a questi strumenti fai da te basta prelevare una goccia di sangue da un dito oppure dal braccio. Nel giro di pochi secondi si avrà la risposta. Un vantaggio non solo pratico, ma anche psicologico. Il sapere, istante per istante, che tutto va bene fa vivere decisamente più sereno chi deve sottoporsi fino a sette prelievi al giorno.

I nuovi apparecchi

Come si chiama
Onyx 9500 miniplusossimetro. Per informazioni: Medicair, tel. 800830029.

A cosa serve
Misura il livello di

ossigeno nel sangue.

Che cos’ha in più
È così piccolo che va bene anche per i bambini. Basta

infilare il dito nel misuratore perché si accenda automaticamente.

Quanto costa
630 euro circa

Come si chiama
OneTouch Ultrasmart. Per informazioni: LifeScan Italia, tel. 800822000.

A cosa serve
Misura il valore di

glicemia nel sangue.

Che cos’ha in più
 È anche un diario elettronico che registra, insieme alla glicemia, cosa si

è mangiato, l’attività fisica, il livello di stress. In più, si usa sia sul dito sia sul braccio.
Quanto costa
70 euro circa.

Come si chiama Coagucheck XS. Per informazioni: Roche, tel. 0392817629.

A cosa serve
Misura l’Inr, ovvero la velocità di coagulazione del  sangue.

Che cos’ha in più
È leggero (pesa solo 175 g) e comodo da portare in giro (è grande come il palmo della mano).

Quanto costa
800 euro circa.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/gli-esami-del-sangue-fai-da-te$$$Gli esami del sangue fai-da-te
Mi Piace
Tweet