La spiaggia come una palestra 

Abbandona sdraio e ombrellone e muoviti! Brucerai calorie, troverai il buonumore. Potrai anche permetterti qualche peccato di gola. E tornare in forma senza sacrifici

di Maddalena Fossati  - 16 Agosto 2006

BEACH VOLLEY 35 MIN = 600 KAL

Ormai quasi tutti gli stabilimenti balneari hanno la rete da beach volley. Ma tu prenota le ore migliori: organizza la partita nelle prime ore della giornata o nel tardo pomeriggio, quando il sole non è troppo cocente. E ricordati di bere tanto: prima, durante e dopo il match.

"Il beach volley fa venire un fisico alla Baywatch" dice John Kilmore, personal trainer a Los Angeles. "La sabbia, essendo una superficie sconnessa e per niente elastica, richiede un impegno muscolare del 50 per cento superiore a quello di un campo da pallavolo". Sentirai i muscoli delle cosce, dei polpacci e dei glutei bruciare un po' durante la partita. Ma, tra alzate e smash, lavorano anche spalle e pettorali.

Senza contare che in 35 minuti, la durata standard di una sfida, avrai bruciato almeno 600 calorie. I risultati si vedono subito: dopo una settimana di allenamento sentirai tutta la muscolatura più soda e la pelle tonica. Non ci credi? Prova a darti un pizzicotto sulla coscia. La sentirai così compatta che riuscirai a sollevare pochissima pelle.

Ti meriti un premio: un krapfen

Ripieno di crema e ricoperto di zucchero, il krapfen va mangiato la mattina, entro mezzogiorno, per dare al corpo il tempo di smaltirlo.

SAND BIKE 1 ORA = 400 KAL

Al tramonto, appena la spiaggia si svuota un po', prendi la bici e fai un giro di "sand bike", cioè bici sulla sabbia. Usa una mountain bike, più adatta alle irregolarità del terreno, mettiti sempre un cappello e porta con te almeno un litro d'acqua.

"Pedalare sulla sabbia tonifica le gambe, i polpacci e i glutei. Ma rassoda anche le braccia e i muscoli della schiena" dice Luca Marcheggiani, personal trainer a Milano. "E i risultati si vedono già in poche settimane". Il bikini ti starà meglio e avrai una postura più diritta. "Sì, perché pedalando si rafforzano i dorsali, i muscoli che stanno intorno alle scapole e che aiutano a tenere la schiena in una posizione più corretta" continua l'allenatore.

Per ottenere questi risultati, però, bisogna pedalare un'ora al giorno. "È importante seguire il proprio ritmo. Cioè pedalare piano, senza farsi venire fiatone e batticuore. Così l'allenamento, oltre a essere piacevole, fa bruciare molti più grassi". Conti alla mano, si fanno fuori 400 calorie a uscita.

Ti meriti un premio: una focaccia

Il sale contenuto in una focaccia aiuta ad alzare la pressione, più bassa per colpa del caldo. Se, poi, è farcita di prosciutto e verdure, fa bene ai muscoli.

RACCHETTONI 1 ORA = 200 KAL

Giocare a racchettoni è facile e puoi provare anche se non hai mai preso una racchetta da tennis in mano. Inoltre, se giochi in riva al mare, con i piedi in acqua, puoi allenarti in qualsiasi ora del giorno. Anche le più calde. L'importante è che, ogni tanto, ti rinfreschi un po' la testa e tieni sempre a portata di mano una bottiglia d'acqua.

Giocare a racchettoni impegna soprattutto il braccio che tiene la racchetta, ma grazie agli scatti e ai salti che fai per prendere la pallina, lavorano molto anche gli addominali e le gambe. "Inoltre è un'attività che sviluppa la coordinazione e migliora la postura generale del corpo" dice John Kilmore.

Quanto giocare? Fai due partite di mezz'ora ognuna al giorno. Così brucerai circa 200 calorie l'ora e, già dopo la prima settimana, ti sentirai più agile e scattante. Se giochi con i piedi a mollo nell'acqua, i polpacci si affusoleranno e sarai al riparo dai gonfiori alle gambe. Per migliorare gli effetti, alla fine di ogni allenamento, immergiti nell'acqua fino alla vita e cammina per cinque minuti.

Ti meriti un premio: un gelato

Con un gelato da tre palline (gusti a piacere) si integrano gli zuccheri e i sali minerali persi in una sfida a racchettoni.

NUOTO 1 ORA = 300 KAL

L'attività più facile da fare al mare è proprio il nuoto. Scegli lo stile in cui sei più brava, in modo da non stufarti dopo poche bracciate, e procurati degli occhialini per evitare che l'acqua salata dia fastidio agli occhi. Ricordati anche di bere un bicchiere d'acqua prima di tuffarti e un altro dopo la nuotata: anche in mare il corpo consuma liquidi che devono essere reintegrati.

Nuotare ti farà benissimo. Oltre a tonificare tutti i muscoli del corpo e a migliorare l'elasticità delle articolazioni, l'acqua salata aiuta a eliminare i liquidi di ristagno che gonfiano i tessuti. "È tutto merito dell'effetto osmotico" dice Angelo Cerina, medico termalista a Cagliari. "Il sale, cioè, riconosce l'acqua presente nei tessuti e la chiama in superficie, provocandone l'eliminazione".

Già dopo una settimana di nuotate gli effetti si vedono: ti senti più tonica e leggera. E la pelle è più luminosa. L'ideale è fare due allenamenti da mezz'ora ciascuno, uno al mattino e uno al pomeriggio. Così bruci 150 calorie ogni volta, quindi 300 al giorno.

Ti meriti un premio: una piadina

I carboidrati a rilascio lento contenuti in una piadina o nella pizza sono una benzina perfetta per chi fa sport. Perché fanno recuperare tutta l'energia impiegata.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/la-spiaggia-come-una-palestra$$$La spiaggia come una palestra
Mi Piace
Tweet