Le ricette per ritrovare energia 

Con la primavera arriva anche la stanchezza. Vediamo quali sostanze ci aiutano a superarla. E quali no

di Laura D'Orsi  - 17 Marzo 2005

Appena il calendario ti dice che è arrivata la primavera, inizi a sentirti stanca, la mattina fai fatica a metterti in moto e sbadigli. Succede perché l'organismo si sta abituando alla variazione di luce e di temperatura. Così in questo periodo si ricorre più facilmente a "ricostituenti", naturali e no. Ma sappiamo quali servono veramente a combattere la stanchezza?

>>Pappa reale

Vero. «Questo prodotto delle api è una miniera di minerali e di vitamine, in particolare del gruppo B. Ed è una sostanza cosiddetta adattogena: migliora la risposta dell'organismo agli stress» spiega Francesco Vicini, medico esperto in terapie naturali. La pappa reale rafforza le difese, aumenta anche la resistenza agli sforzi, regola il metabolismo. Se ne prendono piccole dosi  per un mese, una o due volte al giorno lontano dai pasti.

>>Zucchero e caffeina

Falso. La carica che danno all'organismo si "spegne" in un'ora. E non aiuta quindi a superare la stanchezza primaverile. Inoltre, lo zucchero viene assorbito velocemente e questo comporta un rapido aumento della glicemia nel sangue. Risultato: una liberazione eccessiva di insulina e di stress per l'organismo. Alla fine quindi ci si può ritrovare più stanchi di prima.

>>Omega 3

Vero. «Questi acidi grassi sono molto utili per contrastare la fatica mentale e gli sbalzi d'umore tipici di questo periodo» dice Giorgio Donegani, nutrizionista. Infatti, è stato visto che vengono usati dall'organismo per costituire le membrane cellulari del cervello. E migliorano la capacità di sfruttare la serotonina, un neurotrasmettitore indispensabile per il tono dell'umore. Per assicurarsene una dose sufficiente, bisogna mangiare tre volte alla settimana pesci come trota, salmone, tonno.

>>Ferro

Vero. È il minerale che serve all'organismo per "catturare" l'ossigeno e trasportarlo nel sangue. Se ce n'è poco, i globuli rossi sono più piccoli e i tessuti sono poco ossigenati. Così la stanchezza si fa sentire. Se la dieta non basta, si può ricorrere agli integratori. Ma solo dopo aver chiesto al medico.

>>Vitamina C

Falso. Ha sicuramente un'azione protettiva sul sistema immunitario, ma non è in grado di combattere la mancanza di energie. Può essere utile solo in un caso. E cioè, se la stanchezza non è dovuta alla primavera ma a una carenza di ferro. Perché la vitamina C contenuta negli alimenti aiuta l'assorbimento di questo minerale. Si può, allora, potenziarne l'azione, per esempio condendo gli spinaci o l'insalata con il limone.

>>Multivitaminici

Falso. «Prendere gli integratori a base di vitamine e minerali è inutile perché il calo di energie tipico di questa stagione non dipende, nella maggior parte dei casi, da una carenza di queste sostanze.  Ma da una difficoltà dell'organismo ad adattarsi  ai cambiamenti climatici.

>>Ginkgo biloba

Vero. Se la stanchezza è soprattutto mentale, cioè se fai fatica a concentrarti, puoi ricorrere a questo integratore. «Il suo segreto sono i flavonoidi, potenti sostanze antiossidanti che migliorano la circolazione cerebrale» spiega il dottor Vicini. «Così il cervello si nutre di ossigeno e zuccheri, e funziona meglio. Se ne prendono due capsule al giorno».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/le-ricette-per-ritrovare-energia$$$Le ricette per ritrovare energia
Mi Piace
Tweet