Ossessionati dal benessere 

Ogni giorno in palestra e ogni settimana dal  medico, alla ricerca di una malattia che non c'è. Perché il disagio è tutto nella mente

di Laura D'Orsi  - 15 Giugno 2006

Se il loro vicino in treno tossisce, cambiano posto. A tavola scelgono solo cibi che "fanno bene". Ogni giorno si dedicano a un'attività fisica diversa. Sono i maniaci della salute, angosciati dalla sola idea di potersi ammalare. Così non abbassano mai la guardia sul fronte della prevenzione e si imbottiscono di vitamine e integratori per ostacolare le malattie. «Oggi siamo tutti più attenti alla nostra salute» dice lo psichiatra Tonino Cantelmi. «Ma chi soffre di nosofobia, ossia della paura di ammalarsi, ha un atteggiamento ossessivo, che impedisce di condurre una vita normale». Lo descrivono bene le testimonianze raccolte in un libro appena uscito: Non è mai troppo tardi per vincere la paura delle malattie (Armando editore).

Scrive l'autore, Michel Lejoyeux, uno psichiatra francese: «I maniaci della salute non si curano per vivere, vivono per curarsi. Sanno di eccedere, ma non resistono al desiderio di proteggersi da ogni malattia, anche da quelle che non hanno». Come uscirne? «La prima vera cura, per loro, è smettere di andare dal medico» consiglia Cantelmi. «Anche perché nessuno specialista sarà considerato sufficientemente bravo e, nemmeno con mille esami alla mano, potrà convincerli che non hanno niente». E le visite mediche frequenti non fanno altro che alimentare la loro ansia. Perché ogni volta che si dice o si fa qualcosa per controllare la propria fobia, è come se si annaffiasse una pianta con uno speciale fertilizzante: la si fa crescere ancora di più. «Infatti, ai miei pazienti, spesso racconto una storiella» spiega il dottor Cantelmi: «Un giorno una formica chiese a un millepiedi come facesse a camminare così bene, controllando tutti quei piedi contemporaneamente. Il millepiedi ci pensò su e non riuscì più a camminare».

Se questa storiella non convince, si può provare subito con un'altra strategia, quella di esasperare le proprie paure. Ci si osserva davanti allo specchio tre volte al giorno, annotando ogni sintomo sospetto. All'inizio si potrà essere spaventati da qualche malessere nuovo. Ma col passare del tempo il timore si dissolverà. È un meccanismo psichico collaudato. Guardando in faccia le proprie ossessioni, queste perdono la loro carica negativa. Così non si avrà più bisogno di chiedere continue rassicurazioni al medico e si potrà credergli quando dirà che tutto è a posto.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/ossessionati-dal-benessere$$$Ossessionati dal benessere
Mi Piace
Tweet