Pronto soccorso rapido e naturale 

Hai esagerato con balli, abbuffate e brindisi? Ora hai la testa che scoppia, la pancia gonfia e il fisico a pezzi. Ecco sette rimedi velocissimi che ti rimettono in piedi

di Davide Cerruto  - 30 Dicembre 2005

Cenoni, balli, cocktail con gli amici: le feste sono spesso anche un tour de force che mette a dura prova il fisico, provocando stanchezza, mal di testa, pesantezza di stomaco. Per evitare che i piccoli disturbi rovinino il periodo natalizio, vi consigliamo sette rimedi rapidi e naturali.

Il problema:

ballare sui tacchi mette i piedi k.o.

Le scarpe sexy e altissime e la musica irresistibile: dopo, però, avete i piedi e le caviglie doloranti. I tacchi alti, allontanando la pianta da terra, sovraccaricano l'avampiede, alterano l'equilibrio della caviglia e costringono la schiena e le ginocchia in posizione innaturale. Se poi la punta è stretta, anche le dita, troppo compresse, fanno male.

La soluzione:

"Provate un pediluvio defatigante con acqua tiepida ed estratti di piante come il rusco e l'ippocastano che migliorano la circolazione ed eliminano i gonfiori" consiglia Clementina Cagnola, erborista. "Dopo 10 minuti, sciacquate con il getto fresco e massaggiate le zone dolenti con una crema al mentolo o alla vite rossa, rinfrescanti, e fate questo esercizio: stese a letto, sollevate le gambe, piegatele, avvicinatele alla pancia per 5 minuti. Distendendole le sentirete leggere".

Il problema:

le ore piccole si fanno sentire

Fare tardi può capitare. Ma spesso la mattina vi sentite spossate e avete l'emicrania.

La soluzione:

"Prima di prendere l'analgesico, provate un bagno energizzante" dice l'erborista. "Versate nella vasca calda (38 gradi) mezzo chilo di sale integrale o qualche goccia di estratti naturali di piante come pino o limone. Dopo, stendetevi a letto per mezz'ora. Poi, fate una doccia fresca: sentirete la testa libera e il corpo carico di energie".

Il problema:

il cenone è rimasto sullo stomaco

Inutile dire che esagerare con patè, arrosti, salmone e panettoni è comprensibile. Peccato, però, che spesso ci si alzi da tavola con lo stomaco sottosopra. Quando si mangia troppo, infatti, la valvola che collega stomaco e intestino fatica a funzionare.

La soluzione:

"Sciogliete un cucchiaino di zucchero in un bicchiere di acqua, aggiungete il succo di mezzo limone e un cucchiaino di bicarbonato. Appena si forma la schiuma, bevete d'un fiato" consiglia la dottoressa Cagnola. "Mescolando un acido (il limone) con una base (il bicarbonato) si provoca una reazione che produce il citrato di soda, in pratica la citrosodina, che è un ottimo digestivo".

Il problema:

i pasticci lasciano l'alito pesante

Un'altra conseguenza delle abbuffate natalizie e del continuo piluccare salatini e dolcetti è l'alito pesante.

La soluzione:

"Bevete molti liquidi per tamponare l'acidità di stomaco" spiega il dottor Antonio Lice "e mangiate alimenti secchi come il pane che hanno potere assorbente". Utile anche sorseggiare una tisana rinfrescante. "Preparatela versando due cucchiai di una miscela fatta in erboristeria, composta da 30 g di timo, 30 g di menta e 40 g di anice verde, in mezzo litro d'acqua" dice l'erborista. "Bevetene una tazza dolcificata con il miele. Usate quella avanzata come collutorio per gli sciacqui e, quando lavate i denti, con lo spazzolino pulite bene la lingua: qui si deposita la patina responsabile del cattivo odore".

Il problema:

troppi cin cin danno alla testa

Prima l'aperitivo, poi i vini da pasto e, gran finale, con champagne. Durante le feste si cede volentieri a un bicchiere di troppo. Ma, a volte, l'eccesso di bollicine causa emicrania e nausea.

La soluzione:

"Durante il pasto bevete tanta acqua" dice il dottor Lice. "Diluisce il tasso alcolico nel sangue e permette all'organismo di eliminarlo in fretta". Un toccasana per smaltire i postumi, è l'angura, pianta peruviana (in erboristeria). "Lasciate in infusione 5 bustine in un litro d'acqua per 10 minuti" dice l'erborista. "Travasate in una bottiglia e bevete più volte durante il giorno".

Il problema:

le orecchie fischiano

Avete ballato a fianco degli altoparlanti e i decibel hanno tramortito le orecchie che ora sentono solo un fischio prolungato.

La soluzione:

"Provate subito una decompressione: per alleggerire il timpano, soffiate con naso e bocca tappati" spiega il dottor Lice. "Poi, fate un automassaggio: appoggiate i due pollici sull'articolazione temporo-mandibolare (la zona davanti al padiglione auricolare in cui la base della testa si unisce con la mandibola) e frizionate delicatamente con movimenti circolari per almeno 5 minuti".

Il problema:

i muscoli sono indolenziti

Vacanze di Natale, vuol dire anche settimana bianca. Avete sciato senza fare ginnastica presciistica? È facile che vi sentiate a pezzi.

La soluzione:

Dopo un bagno caldo con tanto sale che decontrae i muscoli, massaggiatevi. "In erboristeria fate preparare un olio curativo con 92 ml di olio di mandorle (la base) e 5 ml di oli essenziali di maggiorana e di lauro e frizionate le parti dolenti" conclude l'erborista.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/pronto-soccorso-rapido-e-naturale$$$Pronto soccorso rapido e naturale
Mi Piace
Tweet