Quei cibi amici delle donne 

Molti disturbi tipicamente femminili si possono prevenire con un'alimentazione leggera. Ricca di fibre e di sali minerali

di Claudia Bortolato  - 21 Settembre 2006
Tag: in forma

Il mal di testa e il cattivo umore che precedono il ciclo, il periodico calo del desiderio e i bruciori vaginali: c'è un unico filo invisibile che lega questi disturbi femminili, gli sbalzi ormonali. Per curare questi alti e bassi spesso basta fare attenzione alla dieta. «Gli alimenti forniscono al corpo enzimi, vitamine, minerali, fitoestrogeni e altre sostanze indispensabili per l'equilibrio ormonale e per difendere da virus, funghi e batteri che possono aggredire i genitali» dice il dottor Stefano Bernini, ginecologo e  nutrizionista a Milano. Con il suo aiuto, allora, vediamo cosa mangiare e cosa non mangiare per risolvere i tre problemi femminili più comuni.

SINDROME PREMESTRUALE

Crampi alla pancia, irritabilità, emicrania, gonfiore alle gambe  sono alcuni dei sintomi che precedono le mestruazioni.

Questi sì
I cibi che aiutano a prevenire i disturbi del ciclo sono i cereali integrali, la frutta secca, le verdure verdi (soprattutto fagiolini, biete e spinaci) e i legumi perché forniscono fibre e minerali, tra cui il magnesio, necessari per lenire il dolore e placare il nervosismo. Il magnesio, poi, aiuta anche a ridurre i crampi addominali grazie alla sua azione calcioantagonista: cioè equilibra il calcio, importante per la salute dei muscoli ma responsabile delle contrazioni dell'utero.

Questi no
Per combattere i gonfiori alle gambe dovuti alla ritenzione idrica, bisogna ridurre l'uso del sale ed evitare di mangiare insaccati, formaggi stagionati, olive.

VAGINITE DA CANDIDA

I sintomi della Candida, un'infezione vaginale diffusa, sono i bruciori alle parti intime, il prurito e le perdite bianche.

Questi sì
La verdura: qualsiasi tipo e in gran quantità, da consumare cruda (almeno una porzione al giorno), bollita, grigliata o in padella. La carne biologica (per avere la certezza che non contenga ormoni e antibiotici che aiutano la crescita della Candida), il latte di soia e lo yogurt naturale senza aromi aggiunti.

Questi no
La Candida è “golosa” di zuccheri e di lieviti. Quindi gli alimenti da evitare quando si soffre di questo tipo di vaginite  sono i dolci, le bibite (anche quelle con i dolcificanti), i cereali raffinati e i cibi lievitati (come focaccia, pizza, biscotti), l'aceto, gli alcolici e i formaggi con la muffa (tipo il gorgonzola).

CALO DEL DESIDERIO

In alcuni periodi della vita capita di avere meno voglia di fare l'amore. Quando succede, però, è bene rivedere il menu.

Questi sì Frutti di mare, zucca, legumi, spinaci e semi di girasole: sono alimenti ricchi di zinco, un minerale necessario per la produzione di testosterone, che regola il desiderio anche nelle donne. Un paio di volte alla settimana, poi, è bene mangiare le uova, contengono sostanze che aiutano la produzione dei messaggeri chimici del desiderio.

Questi no
Tutti i cibi ricchi di colesterolo, nemico della sessualità perché rallenta la circolazione sanguigna, vanno ridotti al minimo. Quindi attenzione a non esagerare con la carne, il burro, i formaggi, gli insaccati e l'olio di cocco.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/quei-cibi-amici-delle-donne$$$Quei cibi amici delle donne
Mi Piace
Tweet