Rinite allergica 

 - 02 Maggio 2005

La caratteristica principale della rinite allergica è che i sintomi durano molto a lungo, anche mesi, a seconda dei pollini che la provocano. E sono tipici, oltre che molto fastidiosi, gli starnuti a raffica e il fastidioso prurito che inizia nel naso e procede verso il palato fino alla gola e alle orecchie. Anche gli occhi ne risentono: sono rossi e lacrimano.

La prevenzione

» Tenete sempre a portata di mano il calendario dei pollini. Sapere dove e quando sono in fioritura le piante a cui siete allergiche vi sarà utile per programmare i weekend o la vacanza estiva.

» Guardate fuori dalla finestra prima di decidere se andare o meno a fare una passeggiata: la concentrazione dei pollini nell'aria è più alta se c'è vento, mentre la pioggia la riduce.

» Non stendete il bucato all'aperto perché raccoglie i pollini che sono presenti nell'aria.

La cura

» Se l'allergico di casa è il vostro bimbo, dopo aver individuato la pianta che gli scatena le crisi, vaccinatelo. Potete fare la cura prima che inizi l'allergia o subito dopo, non nella fase acuta.

» Per gli adulti la vaccinazione non sempre funziona. Meglio seguire una cura con gli antistaminici, da iniziare due o tre settimane prima che si scateni l'allergia e proseguire per un paio di mesi. I farmaci più nuovi migliorano subito i sintomi e non danno sonnolenza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/In-forma/rinite-allergica-1$$$Rinite allergica
Mi Piace
Tweet