Sì, spengo la sigaretta 

Regalati la lucidità del pensiero, l'efficienza del corpo, lo splendore della pelle e dei capelli. Se dici addio al fumo i vantaggi incominciano subito. Con il primo "no"

di Cinzia Testa  - 07 Marzo 2006

Oltre mezzo milione di italiani sta meglio, sotto ogni punto di vista. Tutti hanno la pelle più luminosa e se corrono per prendere l'autobus non arrivano alla fermata senza fiato. Succede perché hanno rinunciato alle sigarette. è uno dei risultati del primo anno della legge antifumo. Ed è una tendenza che ci mette al passo con gli altri Paesi.

Un desiderio di benessere comune a tutti, comprese le star. Come l'attrice Gwyneth Paltrow, che ha bruciato un pacchetto al giorno per una decina d'anni ma adesso, aiutata anche dalla maternità, ha chiuso. O come la top model Christy Turlington, diventata attivista delle campagne antitabacco.

«Con una sigaretta si aspirano circa 5 mila diversi composti chimici» spiega il dottor Carlo La Vecchia, epidemiologo e autore del libro Il fumo in Italia (Kurtis, 10 euro). «A farne le spese sono i polmoni e i bronchi, ma anche il cuore e la circolazione: per chi fuma 10 sigarette al giorno il rischio di malattie cardiache è circa il 50 per cento superiore a quello di chi non fuma». Ma non è mai troppo tardi per smettere. Con vantaggi da subito: provare (a spegnere) per credere.

Che cosa provi dopo... UN'ORA

Si stabilizzano la pressione e le pulsazioni. «La nicotina causa una costrizione che riduce il calibro delle coronarie» spiega Giuseppe Di Pasquale, presidente dell'Anmco, associazione dei cardiologi ospedalieri. «In pratica, il cuore è sottoposto a un aumento di lavoro. Che lo obbliga ad aumentare i battiti». Risultato: leggeri rialzi della pressione.

Che cosa provi dopo... UN GIORNO

La sensazione è di avere il cervello più lucido, anche se i pensieri sembrano un po' rallentati. È normale, ed è legata alla diminuzione della metà dei livelli di monossido di carbonio e di nicotina nel sangue. «La nicotina dà dipendenza» dice il dottor La Vecchia. «Dai polmoni entra nel sangue e in una decina di secondi arriva al cervello. L'effetto è una forma di eccitazione che invoglia a fumare di nuovo per mantenere costante la nicotina».

Che cosa provi dopo... SETTE GIORNI

La pelle è più luminosa: basta guardare le foto di Gwyneth Paltrow. «Le sostanze contenute nelle sigarette» spiega Pier Luca Bencini, dermatologo di Milano «accelerano la formazione di radicali liberi, che fanno invecchiare la pelle, soprattutto intorno alle labbra. E aumentare i punti neri: il fumo fa dilatare i dotti delle ghiandole sebacee».

Che cosa provi dopo... UN MESE

Si respira meglio. Molto meglio. Per esempio si riesce a correre un quarto d'ora senza il fiatone. «Le sostanze irritanti della sigaretta lasciano tramortite per parecchi minuti le ciglia vibratili che ricoprono le pareti delle vie respiratorie e tengono lontano germi e polveri» dice La Vecchia. «È per questo che chi fuma ha spesso tosse e mal di gola».

Che cosa provi dopo... SEI MESI

Aumentano le probabilità di restare incinta. «Il fumo ha un'azione dannosa sugli ovociti, che calano di numero» spiega Giovanni Menaldo, direttore dell'Istituto di medicina della riproduzione San Carlo-Ipog di Torino. «E questo, naturalmente, si ripercuote sulla fertilità: meno ovociti, meno possibilità di iniziare una gravidanza».

Che cosa provi dopo... UN ANNO

L'organismo ritrova la sua energia e cominciano a diminuire i pericoli di malattie gravi come i tumori. «Nel catrame delle sigarette ci sono alcune tra le più potenti sostanze cancerogene per l'uomo» dice La Vecchia. «Chi butta via il pacchetto vede calare in modo deciso il rischio di cancro al polmone, e di molte altre forme tumorali».

«Per me è stato un toccasana»

«Lo yoga è una pratica spirituale dagli straordinari benefici fisici» dice la top model Christy Turlington. «Mi è stato utilissimo per smettere di fumare, perché mi ha insegnato a concentrarmi sulla necessità di prendermi cura di me stessa. E le sigarette non avevano niente a che fare con il mio benessere, anzi».

Attimi di felicità

Hai un attacco di nostalgia da sigaretta? «Ricorda qualcosa di piacevole, fai affiorare il sorriso, pensa ai tuoi polmoni nel petto. E rendi partecipi gli altri del tuo sorriso, come, prima, accadeva con il fumo». Lo consigliano Rüdiger e Margit Dahlke in Perché fumi? (Tecniche nuove, 14,90 euro).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/si-spengo-la-sigaretta$$$Sì, spengo la sigaretta
Mi Piace
Tweet