Si torna in palestra 

Hai già scelto quale sarà il tuo corso oppure sei ancora
indecisa? Tra le tante novità della prossima stagione noi ne abbiamo trovate sei, perfette per divertirsi e mantenersi in forma

di Cecilia Galli  - 06 Settembre 2005

>>Per il fiato

Vi piace il pattinaggio? Finalmente lo potete fare non solo all'aperto, ma anche in palestra su una specie di step, il Cardiowave, esercitando al tempo stesso muscoli e fiato. «I pedali di questa nuova macchina si muovono in diagonale, come se aveste i pattini ai piedi» dice Riccardo Marini, personal trainer. «Non solo: Cardiowave, essendo una sorta di step, funziona anche in orizzontale e in verticale, coinvolgendo nel movimento soprattutto glutei, fianchi e girovita».

Se di solito vi allenate con lo spinning, non perdetevi la Strobobike, che vi garantisce prestazioni ancora più complete.  «Mentre pedalate insieme al vostro gruppo accompagnate dal suono della musica, potete essere controllate, seguite e corrette dall'istruttore in ogni istante. Con il suo computer collegato a ciascuna bike, può costantemente monitorare nello stesso momento la vostra velocità, la vostra resistenza e la vostra frequenza cardiaca» spiega Roberto Carminucci, personal trainer e docente presso la facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Roma.

Guarda anche:

Così il parco diventa la tua palestra

>>Per i muscoli

Volete tonificarvi con dolcezza? Il Kinesis è quello che fa per voi. Si tratta di un sistema di allenamento nascosto da pannelli in legno, che comprende dei cavi estendibili fino a tre metri con cui potete fare diversi esercizi. «I movimenti eseguibili con questo metodo sono tanti, perché associabili, grazie alla presenza dei cavi, a livelli differenti di resistenza. Gli esercizi si ispirano inoltre a molteplici discipline, dal nuoto alla danza, fino alle tecniche orientali» afferma Silvano Zanuso, psicologo dello sport e responsabile del Centro Studi Ricerche Scientifiche che ha messo a punto il Kinesis. «L'istruttore sceglie le sequenze più specifiche alle vostre esigenze e vi confeziona un programma su misura, guidandovi nella corretta esecuzione dei movimenti. Ma presto sarete in grado di ripeterli anche da sole».

>>Per divertirsi

Se avete la danza nel cuore, provate il nuovo ballo che arriva dall'India, un mix di yoga e passi di Bhangra, un ballo locale ritmato da un tamburo incalzante. Il risultato? Masala (significa "piccante") Bhangra Workout, la prima danza indiana a entrare nel mondo del fitness. «Con il Masala sono coinvolti tutti i muscoli e si bruciano fino a 500 calorie l'ora» dice Sarina Jain, ideatrice della disciplina. «Si inizia con dieci minuti di riscaldamento per poi entrare nel cuore della lezione e ballare formando vere e proprie coreografie». Per le amanti dell'aerobica ci sono i movimenti del Bollywood, un altro nuovo corso di fitness di ispirazione indiana che utilizza la musica hindi tipica dei film di Bollywood e i caratteristici veli indiani. «Dopo il riscaldamento, si fanno alcuni passi tradizionali, poi una serie di movimenti lenti delle mani e dei piedi, infine ci si scatena nel ballo» spiega Seema Iyer, coreografa e ballerina di danze classiche indiane.

>>Per la coordinazione

Chi desidera allenare l'equilibrio oggi può farlo con il bosu, novità americana sbarcata finalmente anche da noi. Il bosu, una mezza palla con una base rigida, ricorda la fit-ball, ma al contrario di questa ci potete salire facilmente in piedi o in ginocchio e compiere una serie di movimenti che migliorano la coordinazione e la postura e rendono tutto il corpo più aggraziato e armonico.

Guarda anche:

Così il parco diventa la tua palestra

«Grazie alla sua struttura e alla sua forma, il bosu permette di compiere esercizi sia aerobici sia di tonificazione, coinvolgendo tutti i muscoli» dice Jolita Trahan, trainer americana che in Italia sta insegnando l'utilizzo dello strumento nelle palestre. «Con un grande vantaggio in più: il bosu allena il senso dell'equilibrio, spesso trascurato anche in palestra, che altrimenti con gli anni si perde».

«A fare bosu per

prepararvi allo sci» dice Viviana Ghizzardi, personal trainer. «Vi serve per allenarvi nei piegamenti, nei bilanciamenti e nei saltelli».

No

«A praticare il Kinesis da sole, senza la guida di un istruttore» avverte l'esperta. «Fatto male, può provocare problemi articolari e ai tendini».

Guarda anche:

Così il parco diventa la tua palestra

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/si-torna-in-palestra$$$Si torna in palestra
Mi Piace
Tweet