Un sorriso splendente a tutte le ore 

Sei sempre di fretta e pensi che la cura dei denti richieda troppo tempo? Leggi qui
e scoprirai che il tempo ce l'hai. Eccome

di Cinzia Testa  - 11 Ottobre 2005

Ce lo dicono e ce lo ripetono tutti i dentisti: l'igiene dentale è fondamentale per evitare problemi. Ma noi siamo sicuri di fare tutto quello che ci dicono? "Nonostante le informazioni, ancora oggi molti credono che per avere una dentatura sana sia sufficiente lavarsi i denti la mattina" spiega Franco Bruno, segretario culturale dell'Associazione nazionale dentisti italiani. "E sbagliano: basta una caramella con lo zucchero per dare il via alla proliferazione di batteri che sono naturalmente presenti in piccole quantità nella bocca. E che quando si moltiplicano si insinuano nei denti e facilitano la formazione della carie".

Se dedichi qualche minuto in più ogni giorno alla pulizia, non solo proteggi il tuo sorriso, ma spendi meno in cure dal dentista: tieni presente che negli Stati Uniti, dove le norme preventive vengono seguite scrupolosamente, la diffusione della carie è scesa dell'80 per cento. Vediamo, allora, come dev'essere la giornata perfetta per avere un sorriso splendente. A farci da guida in questo percorso è il dottor Franco Bruno dell'Andi.

Ore 7.30

Dopo la colazione, spesso per la fretta esci di casa senza lavarti i denti. Ma sbagli. Prenditi tutto il tempo per farlo bene. Ricordati, però, che una pulizia accurata non significa imprimere troppa forza con lo spazzolino, perché rischi di consumare lo smalto. Come ti accorgi se la pressione è quella giusta? La mano dev'essere rilassata sull'impugnatura.

È importante anche scegliere il tipo di spazzolino adatto per te. Sappi che tra quello elettrico e quello manuale non c'è differenza, se impari a usarli bene. Basta che la misura sia proporzionata alla tua bocca. Per quanto riguarda lo spazzolino manuale, preferiscilo con la testina inclinata e la punta più elevata, soprattutto se ti restano spesso residui di cibo tra i denti, perché arriva anche nei punti più difficili. Non ci sono invece differenze tra i vari gradi di durezza delle setole. Va meglio morbido se hai le gengive delicate e che si infiammano con facilità. E, qualunque sia la tua scelta, ogni mese cambia lo spazzolino, o la testina nel modello elettrico.

Ore 13
Ne uccide più la gola che la spada. A pranzo, se non puoi lavarti i denti, fai attenzione a quello che mangi. Devi evitare, in particolare, i cibi soffici come la pasta al forno con salse come la besciamelle, antipasti a base di mousse, tartine morbide e, in generale, le verdure ripiene. Questo perché, restando più a lungo appiccicati ai denti, aumentano il rischio di carie. Qualunque sia il tuo menu, a fine pasto mastica lentamente due spicchi di mela con la buccia: ti aiuta a eliminare i residui di cibo tra i denti.

Ore 14
Per lavarti i denti dopo pranzo porta con te una mini-trousse con spazzolino e dentifricio: sono così piccoli che stanno anche nelle borsette o in tasca. Non dimenticarti però di sostituire anche questo spazzolino circa ogni mese. In alternativa puoi usare una soluzione di emergenza. Adesso in farmacia puoi acquistare la salviettina dentale. Assomiglia al dito di un guanto: basta infilarla sull'indice e poi passarla sui denti, proprio come se fosse uno spazzolino.

Dalle 14 alle 19
Sul lavoro, presi dalla tensione, è facile allungare la mano su snack e caramelle. Sappi che sui denti hanno lo stesso effetto di una goccia continua sulla roccia. È vero che le sostanze dolci contenute in questi alimenti sono in piccola quantità. Ma se pasticci tutto il giorno, esponi ripetutamente i denti all'azione dannosa dello zucchero. Se non sai resistere alle tentazioni, di tanto in tanto mastica un chewingum senza zucchero. Passalo sui denti aiutandoti con la lingua: è un ottimo rimedio per togliere i residui di cibo.

Ore 20
Se ceni al ristorante, mastica a lungo ogni boccone. Così aiuti la saliva a pulire la bocca. Scegli anche alimenti duri. Come un'insalata di carote crude, oppure funghi, sedano e carciofi. Perché portano via i residui di altri cibi dai denti. E termina la cena con una noce di pecorino, oppure di parmigiano stagionati: contengono la caseina, una sostanza con effetto anticarie.

Ore 22
Dopo cena lavati i denti con lo spazzolino, per almeno due minuti. E quando hai finito, risciacqualo bene e coprilo con l'apposito cappuccio: così eviti eventuali contaminazioni di germi. Poi passa il filo interdentale, perché elimina quelle minime tracce che possono rimanere tra un dente e l'altro. Per la scelta del filo, regolati in base alla tua dentatura. Tieni presente che quello cerato va meglio se hai poco spazio tra i denti, oppure se questi non sono ben allineati. Mentre quello soft, che ha una struttura a "spugna", è più adatto se le gengive sono delicate e hanno la tendenza a infiammarsi e a sanguinare. Usa invece lo scovolino se hai una malattia delle gengive, perché ha un'azione più delicata del filo. Ne trovi di dimensioni diverse: sceglilo più o meno largo, in base allo spazio che hai tra i denti.

Ore 23
Per avere la bocca ancora più fresca, fai i risciacqui con il collutorio. È utile soprattutto se hai le gengive infiammate, oppure se il dentista ti ha detto che sei predisposta alla formazione di placca (succede anche se non fumi). Quando lo acquisti, controlla l'etichetta. Evita i prodotti che contengono la clorexidina: i collutori con questa sostanza vanno prescritti solo dal dentista, che sa indicarti il dosaggio giusto. Se li usi male, rischi di macchiarti i denti. Un'alternativa naturale per avere la bocca fresca? Prepara una tisana con una tazza di acqua e un cucchiaio da minestra di un mix di foglie di timo, di menta piperita e di salvia in parti uguali. Filtra, lascia raffreddare e usa questo collutorio verde per un paio di sere.

A ottobre si va gratis dal dentista sotto casa

È da un po' che rimandi la

visita dal dentista? Pensaci ora.

Andi (Associazione nazionale

dentisti italiani)

e Mentadent

dedicano ottobre alla prevenzione della salute dei denti. Se telefoni

al numero verde 800600110, oppure vai sul sito www.mentadent.it, trovi l'indirizzo

dello specialista

più vicino a

casa tua. Fissa

un appuntamento. Oltre al controllo, che è gratuito, ricevi in omaggio degli opuscoli sull'igiene dentale. Non solo. Puoi fare anche

un trattamento rimineralizzante al fluoro per prevenire la carie. C'è una cosa

però che devi fare prima di trovarti davanti al dentista: cerca di ricordare se qualcuno dei tuoi familiari ha sofferto di gengivite o di

iparodontite

e riferiscilo al dentista. Ti

darà dei consigli specifici per prevenire queste

due malattie

delle gengive che si possono ereditare dal padre o

dalla madre.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/In-forma/un-sorriso-splendente-a-tutte-le-ore$$$Un sorriso splendente a tutte le ore
Mi Piace
Tweet