Scegli il solare in base alla consistenza 

Latte, gel, olio, spray...tanti tipi per definire il prodotto da usare sotto il sole. Che oggi si declina in diverse texture, pensate per tutti i gusti. Ma anche per le tipologie di vacanze

di Alessandra Montelli

Solari: l'importanza della consistenza

Oltre l'80% delle donne italiane acquista un prodotto solare informandosi sull'effetto che avrà sulla propria immagine e il 78% desidera che il risultato dell'abbronzatura sia rapido e naturale. È quanto emerge dallo studio commissionato da Vichy e condotto dalla Dott.ssa Nadia Olivero (esperta di Psicologia dei Consumi e docente presso le Università di Milano Bicocca e University Collega London) su un campione di 13.000 donne fra i 18 e gli over 55 anni di età.

La protezione? Si dà per scontato che un prodotto solare protegga, soprattutto se l'indice è 50. Nasce così da parte delle donne una nuova consapevolezza sull'utilizzo dei solari.

Cosa si cerca da un solare

Oltre ai risultati e ai filtri sicuri, il prodotto solare deve essere piacevole da usare, facile da spalmare e soprattutto non appiccicoso (lo pensa il 60% del campione).

I solari sono ritenuti, quindi, molto utili per proteggere la pelle e renderla più bella, ma anche cosmetici per sentirsi a proprio agio anche sotto il sole.

Le texture gradevoli fanno la differenza: devono fondersi immediatamente sul corpo. Di qui la nascita di nuovi solari decisamente innovativi che hanno rivoluzionato il mondo della protezione sotto il sole: dagli spray freschi ed impalpabili a quelli che consentono applicazioni rapide e "multiposizione"; dalle creme "tocco secco", perfette contro il rischio lucidità ai fluidi che evitano che la sabbia si attacchi alla pelle; passando per i roll-on super pratici per i ritocchi.

Oggi il solare, dunque, non è solo protezione, ma anche salute, naturalezza e ovviamente estetica.

Come si sceglie la texture di un solare

Più un prodotto cosmetico piace, più lo si usa, a tutto beneficio della pelle. E per i solari ciò è ancora più valido, dato che si evitano le scottature. La consistenza quindi deve adattarsi alla pelle: se è mista o grassa, meglio usare i gel o le nuove creme dal tocco secco; se è secca. meglio le creme e i tradizionali latti solari.

Ma, oltre alla pelle, a fare la differenza nella scelta del solare è il tipo di vacanza: per esempio in barca, a causa del vento, si richiederà una crema confortevole, ma saranno sconsigliati gli oli per il rischio di scivolare. Nei climi molto umidi sono perfetti i fluidi leggeri anche per chi di solito ama le creme. Ecco un rapido excursus sulle texture dei solari.

Latte solare

Sono i classici prodotti solari che idratano la pelle, la ammorbidiscono e la rendono più luminosa. Prodotti versatili, amati da bambini e persone di tutte le età, sono perfetti per l'abbronzatura sul bagnasciuga, meglio se su spiaggia di sassi. L'attrito con le pietroline e il contatto con l'acqua salata, infatti, sono fattori che inaridiscono la pelle.

Fluidi solari

Molto simili ai latti, sono emulsioni ancora più leggere, che diventano perfette nei luoghi dai climi molto umidi. Le novità comprendono: la possibilità di applicarli su pelle bagnata senza che si annulli la protezione o si formino quei fastidiosi "pallini" tipici di una crema che non si fonde con la pelle; la "magia" di non far attaccare la sabbia alla pelle e la velocità di assorbimento.

Solari in spray

Sono i solari che hanno rivoluzionato il gesto della protezione sotto il sole. Si vaporizzano su viso e corpo, senza bisogno di essere spalmati. In più i loro pack permettono di essere applicati facilmente sulle spalle anche da soli: lo spray è multidirezionale.

Per la loro consistenza ultra-fine, sono adatti per lo sport sotto il sole. I solari devono assorbirsi immediatamente e non "caricare" la pelle di patine che disturbino lo sportivo da spiaggia.

Solari dal tocco secco

Sono latti e creme leggere che non lasciano patine oleose, per questo motivo sono ideali per pelli miste e grasse o per chi ama le consistenze leggere. Alcune formule, oltre ad essere opacizzanti, curano la pelle seborroica sotto il sole ed evitano la formazione di imperfezioni.

Oli abbronzanti

Sono i prodotti star dell'abbronzatura intensa, e negli ultimi anni son diventati sempre più "secchi" per non ungere il corpo, l'asciugamano, il costume ecc. Data la loro consistenza altamente nutriente, sono perfetti per i climi più aridi e per chi ama prendere il sole sugli scogli. Meglio non usarli in barca, gommone, motoscafo, pedalò ecc.: il rischio caduta - e non sempre in acqua - è dietro l'angolo.

Gel abbronzanti

Sono prodotti leggeri che si assorbono in fretta, lasciando il corpo morbido e idratato. Sono perfetti per chi si abbronza nelle spiagge sabbiose, perché scongiurano l'effetto "corpo impanato". Di solito infatti sono formulati in modo che la sabbia non si appiccichi alla pelle.

Stick solari

Imprescindibili nel beauty case da spiaggia, gli stick solari servono per proteggere le zone sensibili come labbra, naso, zigomi e contorno occhi. Un tempo erano "bianchi" e coprivano visibilmente le aree da proteggere. Oggi invece si sono evoluti, diventando trasparenti, ma non per questo meno efficaci. Possono essere usati in città, sotto e sopra il trucco.

Indecisa su che solare scegliere? Guarda la gallery per avere qualche idea!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/abbronzatura-estate-sole/prodotti-solari-consistenza-olio-latte-gel-spray$$$Scegli il solare in base alla consistenza
Mi Piace
Tweet