I benefici della corsa per la pelle

  • 1 8
    Credits: Shutterstock

    Correre fa bene alla pelle! A patto di non superare le 3-4 ore alla settimana, proteggersi sempre dal sole e idratarsi dall'interno e dall'esterno. In caso contrario, gli effetti benefici saranno vanificati, perché ci si ritroverà con la pelle invecchiata in modo prematuro.

    Se ami la corsa all'aria aperta, controlla, quindi, che sulla confezione sia riportata la voce di protezione dai raggi UVA, oltre che gli UVB. Portati sempre con te una bottiglietta d'acqua, in cui magari avrai sciolto dei sali minerali e, dopo la doccia, coccola la pelle con una generosa dose di crema idratante.

    Pronta per sapere di cosa beneficia la pelle con la corsa? E allora corri nelle prossime pagine.

  • 2 8
    Credits: Shutterstock

    Un colorito più sano

    Il motivo è presto detto: correndo, si muovono i muscoli che, contraendosi, fanno circolare meglio il sangue su tutto il corpo, compresa la pelle. Le cellule vengono così ossigenate meglio e conferiscono al viso quell'effetto bonne mine che tanto ricerchiamo con il trucco.
    Con il tempo, è tutto l'aspetto del viso che sembra più salutare.

  • 3 8
    Credits: Shutterstock

    Una pelle più giovane

    Correre in modo regolare riduce l'attività delle molecole infiammatorie che esercitano un'azione invecchiante sulle cellule epidermiche. Tra queste ricordiamo gli effetti deleteri dello lo stress fisico e mentale.
    La pelle appare ringiovanita inoltre grazie alla migliore ossigenazione che apporta maggior nutrimento alle cellule.

  • 4 8
    Credits: Shutterstock

    Una pelle più luminosa

    Il merito è del sudore che agisce da disintossicante cutaneo, espellendo le scorie metaboliche. Dopo una bella corsa ci si ritrova la pelle più pulita. Il suggerimento è di eliminare tracce di sebo e sudore con un buon detergente delicato, possibilmente non schiumogeno, e di utilizzare il tonico, che restringe i pori dilatati a causa dell'espulsione di tossine.

  • 5 8
    Credits: Shutterstock

    Meno rughe e linee di espressione

    Tutto dipende dalle endorfine che producono la corsa, le quali alleviano lo stress, procurando una sensazione di benessere. È stato dimostrato che il cortisolo, l'ormone dello stress accelera, tra gli altri, il processo di invecchiamento, danneggiando le fibre di collagene e di elastina. Una regolare attività fisica contrasta efficacemente gli effetti nocivi del cortisolo.

  • 6 8
    Credits: Shutterstock

    Pelle più elastica

    Secondo uno studio canadese, la corsa incrementa la produzione di miochine, sostanze generate dai muscoli durante il movimento. Gli studiosi ipotizzano che proprio le miochine possano essere coinvolte nel miglioramento del tessuto cutaneo connesso con l’attività fisica. Tessuto che diventa più elastico e più resistente alla forza di gravità.

  • 7 8
    Credits: Shutterstock

    Lineamenti più rilassati

    Il merito è nuovamente delle endordine che, calmando lo stress, procura un'espressione del viso più gioiosa. E anche questo contribuisce alla bellezza delle pelle del viso!

  • 8 8
    Credits: Shutterstock

    Una pelle meno grassa

    L'attività benefica esercitata dalle endorfine è in grado di equilibrare i meccanismi che regolano la produzione di sebo, contribuendola a renderla meno oleosa e più pulita. Correndo, ti ritroverai la pelle priva di imperfezioni, punti neri e brufoletti.

/5

Correre ringiovanisce la pelle, a patto di non esagerare... Ne parliamo con l'esperto in dermatologia

Amanti della corsa, esultate! Secondo le ultime ricerche chi corre abitualmente ottiene un effetto lifting che ringiovanisce la pelle fino a 20 anni. A dirlo sono i ricercatori della McMaster University in Ontario, che al congresso dell’American medical society of sports medicine, tenutosi a New Orleans, hanno presentato uno studio condotto su 29 volontari, divisi in "corridori" e "sedentari". Ebbene, dopo tre mesi di allenamento le biopsie cutanee degli sportivi mostravano una pelle più sana, più protetta e più giovane persino di 20 anni rispetto a chi non aveva partecipato alle sessione di running.

Il tempo giusto
Ma quanto bisogna correre per vedere la propria pelle ringiovanita? La risposta arriva direttamente dallo studio canadese: massimo 3 ore alla settimana è il tempo necessario per ottenere l'effetto anti-age. Oltre questo lasso di tempo, si rischia al contrario di invecchiare precocemente, soprattutto se non ci si protegge dal sole. «Il vero motivo per cui la pelle di runner e maratoneti imperterriti appare sciupata è perché è più esposta al sole, il cui "potere invecchiante" non perde di efficacia nemmeno alle prime ore del giorno o alle ultime» - dice il prof. Antonino Di Pietro, dermatologo e Presidente dell'ISPLAD, International Society of Plastic-Regenerative and Oncologic Dermatology. - «I raggi UVA sono quelli che arrivano più in profondità nel derma e, nel lungo periodo, danneggiano le fibre di elastina e collagene, responsabili dell'elasticità cutanea. Ecco che, se si corre troppo all'aria aperta, senza un'adeguata protezione solare, la pelle si svuota, tende a cedere e perde di volume.

Se poi, a fine corsa, ci si idrata poco dall'interno e dall'esterno, il danno è presto accelerato, perché la pelle perdi di liquidi, impoverendosi del mantello idrolipidico. Tuttavia, i benefici dell'attività fisica superano di gran lunga i danni, soprattutto se, dopo la doccia, ci si spalma di creme rigeneranti. «Gli ingredienti più efficaci sono i fosfolipidi, la glucosamina (l'unione dei 2 genera il fospidin) e le ceramidi, tutte sostanze che rendono le cellule più forti e fanno sì che siano più adese evitando la disidrazione causata dalla dispersione dell’acqua. L'idratazione profonda viene ripristinata velocemente in modo naturale, e la pelle giova di tutti i benefici della corsa». Per sapere quali sono, guarda la gallery in alto.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te