Torna Obesity Day, per combattere il problema dell'obesità 

Scopri gli obiettivi di Obesity Day, la giornata dedicata alla lotta all'obesità, giunta quest'anno all'ottava edizione

 - 08 Ottobre 2009
Tag: obesità

Nato nel 2001 e giunto ormai alla sua ottava edizione, è tornato anche quest'anno il 10 ottobre "Obesity Day", l'iniziativa promossa dall'Associazione Italiana di Dietologia e Nutrizione Clinica-ADI per contrastare il problema dell'obesità nel nostro Paese.

"L'obesità è un fenomeno in preoccupante ascesa", afferma il prof. Giuseppe Fatati, presidente dell'Associazione e coordinatore di Obesity Day. "Basti pensare che i problemi di peso riguardano il 50% della popolazione italiana. Le misura parlano chiaro: in media, il girovita è di 95 cm negli uomini e 84 cm nelle donne".

"Lo slogan con cui inauguriamo Obesity Day quest'anno è: ogni grande impresa inizia sempre con un primo passo. Perché riuscire a dimagrire è una grande impresa e il primo passo è proprio Obesity Day, grazie alla sensibilizzazione e all'aiuto concreto che fornisce alla popolazione. Infatti, il 10 ottobre si sono spalancate le porte delle Unità Operative di Dietetica e Nutrizione Clinica, nonché delle Unità di Nutrizione ospedaliere e territoriali: un'occasione importante per chiedere consiglio agli esperti".

"Il messaggio che abbiamo voluto trasmettere", prosegue Fatati, "è che il primo passo per sconfiggere l'obesità è adottare un comportamento nutrizionale corretto e uno stile di vita attivo e sano. In altre parole: non si cala di peso in un giorno, o grazie a un miracolo oppure ancora privandosi di tutti i piaceri della tavola".

"Se un paziente obeso vuole dimagrire, occorre formulare un regime dietetico che tenga conto della sua condizione e dei suoi gusti individuali: ecco perché le diete che pretendono di avere un valore universale risultano quasi sempre inefficaci, con una percentuale altissima di abbandono durante il percorso".

Qual è il primo segreto per alimentarsi in modo bilanciato? "Privilegiare la qualità - in termini nutrizionali - degli alimenti che portiamo sulle nostre tavole, riducendone la quantità. La dieta mediterranea, per esempio, che è stata notevolmente rivalutata grazie al suo apporto di nutrienti preziosi, è innanzitutto una dieta parca", conclude Fatati.

In occasione di Obesity Day è stato anche presentato un questionario realizzato da Nestlé in collaborazione con ADI, che consentirà di conoscere il proprio profilo nutrizionale e ricevere consigli personalizzati per uno stile di vita adeguato.

"L'obiettivo condiviso di Nestlé e di ADI", spiega Bianca Maria Vecchio, Market Nutritionist di Nestlé Italiana "è sensibilizzare le persone, fornendo informazioni di carattere nutrizionale e spiegando che un'alimentazione corretta può passare anche attraverso il gusto e il piacere della buona cucina".

Le azioni concrete di Nestlé per diffondere le informazioni nutrizionali in modo sempre più capillare sono molte. "Oltre al costante sostegno alla comunità scientifica, basti pensare alle confezioni dei nostri prodotti, che contengono il Nutritional Compass oltre alle GDA, ovvero ai quantitativi giornalieri consigliati, riferite alle singole porzioni (e non solo ai 100 g di alimento). In questo modo, permettiamo ai consumatori di operare scelte sempre più consapevoli. In altre parole: le persone sono sempre più responsabili del proprio comportamento alimentare", conclude Bianca Maria Vecchio.

Clicca qui per compilare il questionario

Nutrizione: le ultime tendenze

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/alimentazione-wellness/torna-obesity-day-per-combattere-il-problema-dell-e2-80-99obesita$$$Torna Obesity Day, per combattere il problema dell'obesità
Mi Piace
Tweet