Trecce, l’acconciatura romantica che non tramonta mai

  • 1 17
  • 2 17
    Credits: Evos
  • 3 17
    Credits: L'Oréal Professionnel
  • 4 17
    Credits: Credits Instagram David Mallett
  • 5 17
    Credits: Tony & Guy
  • 6 17
    Credits: L'Oréal Professionnel
  • 7 17
    Credits: Credits Instagram David Mallett
  • 8 17
    Credits: Jean Louis David
  • 9 17
    Credits: Franck Provost
  • 10 17
    Credits: Tony & Guy
  • 11 17
    Credits: L'Oréal Professionnel
  • 12 17
    Credits: Jean Louis David
  • 13 17
    Credits: NIKA BEAUTY EXCELLENCE
  • 14 17
    Credits: Credits Instagram David Mallett
  • 15 17
    Credits: Tony & Guy
  • 16 17
    Credits: Pronovias
  • 17 17
    Credits: Credits Instagram David Mallett
/5

Se andate di fretta. Se vi aspetta un’occasione importante. Se avete i capelli lunghi (ma neanche troppo). Persino se avete una testa non freschissima di shampoo... Ecco a voi come realizzare una o più trecce per un'acconciatura veloce e sempre trendy

Romantica, fanciullesca e sempre di gran effetto, la treccia è un’acconciatura che non passa mai di moda e che è sempre molto amata dagli hair stylist, tanto che, da Los Angeles a New York, i saloni di bellezza più frequentati sono i “braid bars”, che offrono un assortito menu di incroci: a spina di pesce, alla francese, a cascata...

La ragione è semplice: la pettinatura glam del momento cambia come un accessorio moda, al pari di una borsetta o un paio di scarpe. Sarà per questo che tante star, da Scarlett Johansson a Jessica Alba e Lea Michele, la scelgono per le serate mondane e per la vita di tutti i giorni.

Se anche tu vuoi seguire questa moda non hai che l’imbarazzo della scelta, sia che tu abbia capelli lunghi o che siano medio corti.

In tutti i casi il segreto per fare bene una treccia è principalmente uno: lavare i capelli almeno 24 ore prima e applicare poi sulle lunghezze una noce di crema; questo passaggio conferirà alla chioma maggiore elasticità e sarà più semplice lavorarla senza che le ciocche scivolino tra le mani.

Ma ora vediamo qualche esempio di treccia facile da cui puoi trarre ispirazione.

Romantic mood: morbida e romantica

In un periodo frenetico la treccia, veloce e pratica (resta intatta anche più giorni senza scompigliarsi, pur dormendoci sopra), è ideale. Per di più viene ancora meglio a distanza di due giorni (tre, se i capelli sono secchi) dallo shampoo. Si tratta di incrociare le ciocche senza stringerle troppo, in modo che restino morbide e che la treccia non risulti troppo definita e scolpita.

Messy mood: finto disordinata

Per questa pettinatura, si disegna una riga laterale (circa 8 cm sopra un orecchio), si raccolgono i capelli dalla parte opposta e si comincia a intrecciare lateralmente. Al termine, si lega. Per ottenere uno stile ordinatamente disordinato si tira con delicatezza l’estremità finale e si spinge un po’ verso l’alto l’elastico, “smollando” la treccia. Con una forcina, tira fuori, qua e là, dei piccoli ciuffetti di capelli, per togliere l’aria un po’ formale.

Pony tail mood: alta e al centro

Si raccoglie la chioma in una coda di cavallo al centro della testa, fermandola con un elastico. Si crea la treccia ed il gioco è fatto.

Una variante vede la treccia composta arrotolata poi intorno alla nuca (se volete una sorta di chignon basso) o sulla sommità del capo (se preferite la tendenza buns), in modo che formi un cerchio. In questo secondo caso meglio puntare, per tutta la lunghezza della treccia, delle forcine trasparenti che passano internamente alla pettinatura (ne servono almeno una quindicina). Se avanza un ciuffo di capelli finale, lo si ferma al punto di partenza della treccia.

Per finire, un soffio di lacca spray e il gioco è fatto.

Se invece ti senti sufficientemente esperta e vuoi ispirarti a qualcosa di più elaborato e scenografico, sfoglia la gallery qui sopra!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te