Capelli corti: i tagli più belli e famosi

  • 1 16
    Credits: Getty

    Dal caschetto regolare di Katie Holmes a quello con punte più lunghe sul davanti di Victoria Beckham; passando per i pixie-cut di Twiggy (o di Michelle Williams, nella sua versione moderna) o i tagli alla maschietta di Halle Berry e Charlize Theron... questi ed altri tagli corti noti da cui prendere ispirazione per il tuo hair style corto.

    Sfoglia la gallery.

  • 2 16
    Credits: Getty

    Louis Brooks, il primo caschetto della storia

    Quello della stella del cinema muto è ufficialmente il primo caschetto della storia. Nato nel 1909 dalle forbici del parrucchiere parigino Antoine, il carrè è il taglio simbolo dell'emancipazione femminile perché con la sua linea geometrica e decisa rompeva lo schema che voleva la donna con i capelli rigorosamente lunghi.

  • 3 16
    Credits: Getty

    Il caschetto con le punte "in avanti" di Victoria Beckham

    L'ex Posh Spice è più nota per il suo look che per i suoi trascorsi nelle Spice Girls, marito famoso e ultra-sexy a parte.

    Chi ha (ri)lanciato il caschetto asimmetrico? A chi si ispirano le donne di tutto il mondo che dalla metà degli anni 2000 chiedono al proprio parrucchiere di tagliarsi i capelli con le punte più lunghe sul davanti? A Victoria Beckham, ovviamente!

  • 4 16
    Credits: Getty

    II caschetto regolare di Katie Holmes

    Uno dei tagli corti copiatissimi e sempre molto attuali è il caschetto dell'ex signora Cruise. Liscissimo e con la frangia irregolare fino a sfiorare le sopracciglia, che può essere portata di lato. Una reinterpretazione moderna dal caschetto degli anni 60.

    Un taglio adatto a tutti i visi, in particolare a quelli tondi.

  • 5 16
    Credits: Getty

    Il taglio corto trasformista di Linda Evangelista

    Canadese di origini italiane, Linda è nota per i suoi repentini cambi di immagine. Sfoggia capelli lunghi solo all'inizio della sua carriera per poi tagliarli corti in diversi stili che catturano l'attenzione. Non esita inoltre a tingere i capelli di biondo platino, rosso fiammante, nero corvino. Che però restano sempre corti!

    Ecco la super model in uno scatto degli anni '90 nel backstage di una sfilata.

  • 6 16
    Credits: Getty

    Il taglio rasato di Sinead O'Connor

    Apparentemente è quanto di più lontano dalla femminilità. O almeno, la storia sembra raccontare questo. Perché più volte nel tempo, dalla caccia alle streghe ai lager nazisti, radere i capelli equivaleva a punizione e atto di violenza, un modo per "marchiare" la vittima.
    Ma ci sono anche altre storie.
    Nel cinema e in ambito musicale, spesso, il taglio rasato è divenuto anche espressione di forza, autoaffermazione e contestazione. Anche femminista. Come appunto dimostra la cantante rock irlandese.

  • 7 16
    Credits: Getty

    Taglio cortissimo di Charlize Theron

    È uno dei tagli che ha fatto scalpore nelle passate stagioni: una rivisitazione più lunga (ma solo leggermente) del taglio rasato. È femminile, certo, ma c'è da chiedersi: è così perché lo indossa lei?

  • 8 16
    Credits: Getty

    Audrey Hepburn e l'antesignano del pixie-cut

    Il 1950 ha inaugurato l'era dei tagli corti cotonati e voluminosi. Ma è stato il taglio che Audrey Hepburn ha sfoggiato in Vacanze Romane, quello che ha avuto la fama più duratura. Il cambio look era parte della trama del film: una principessa che girovaga come in incognito in una Roma assolata, entra da un parrucchiere e decide di tagliare i suoi lunghi capelli. Così nacque il predecessore del caschetto corto.

  • 9 16
    Credits: Getty

    Twiggy, il primo pixie-cut della storia

    Un taglio corto strutturato talmente famosa che viene addirittura definita "alla Twiggy". Lei è la supermodella per eccellenza, grande icona degli anni '60, nonché colei che ha reso famosa la minigonna. Il suo è un taglio che ha inaugurato l'era dei pixie, cioè dei caschetti molto corti, caratterizzati da ciocche di lunghezze diverse lungo il perimetro della testa.  Più corto nella parte posteriore, si allunga leggermente in quella anteriore.

  • 10 16
    Credits: Getty

    Il pixie cut di Michelle Williams

    Ecco un'interpretazione moderna del pixie-cut che diventa più trendy grazie al ciuffo lungo portato di lato, come una piccola frangetta. Un taglio che non richiede molta manutenzione e che può essere facilmente trasformato con una mousse volumizzante oppure con un gel texturizzante.

  • 11 16
    Credits: Getty

    Capelli alla maschietta di Mia Farrow

    In Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York di Roman Polanski, una bellssima Mia Farrow sfoggia un taglio ultra-corto, destinato a fare epoca. Era il 1968.

    Capeli cortissimi, alla garconne, biondo irlandese, frangettina appena accennata: l'hair look di Mia Farrow è uno dei tagli più imitati della storia. Ancor oggi gli hair stylist si ispirano a lei per realizzare i tagli alla maschietta.

  • 12 16
    Credits: Getty

    Il long bob di Karlie Kloss

    Sfiora quasi le spalle come un carré ma è mosso e scalato. Il taglio base è un bob, caschetto cult degli anni Sessanta ma in versione leggermente più lunga e ondulata. Quello della top model americana è stato definito il taglio del 2013, tanto che adesso ha preso proprio il suo nome: Karlie.

  • 13 16
    Credits: Getty

    Taglio a scodella

    Il suo nome è Bowl Cut, letteralmente taglio a scodella, ma è anche conosciuto con il nome di "page boy", il look dei ragazzini che negli anni Quaranta consegnavano i giornali. Si tratta di un taglio rotondo, con frangia molto corta, e lunga quanto il dietro; adatto praticamente a tutte. Unica eccezione forse le ragazze col viso rotondo sulle quali non è molto valorizzante. Tra i tagli corti, è probabilmente il più statico, perché è l'unico che non può essere trasformato, nemmeno con un accessorio.

    Nella foto: la mdella Agyness Deyn

  • 14 16
    Credits: Getty

    L'undercut di Scarlett Johansson

    È un taglio drastico, ma che può essere molto femminile. Per undercut si intende la rasatura, più o meno radicale, ai lati della testa e sulla nuca, che però può rimanere coperta dal resto dei capelli.
    Insieme alla sua versione laterale (il sidecut), l'undercut è stato uno dei grandi successi degli ultimi anni, imitato da centinaia di migliaia di giovanissime nel mondo. Dall'animo decisamente rock.

  • 15 16
    Credits: Getty

    Taglio corto disordinato di Halle Berry

    È un taglio ultra corto, molto scalato che ha la particolarità di rendere "aerodinamico" il viso perché il tipo di "sfilettatura" delle ciocche sulla fronte, lo eleva verso l'alto. Se pensi a un taglio corto spettinato, di certo pensi all'ormai classico taglio con punte in alto della bella attrice americana.

  • 16 16
    Credits: Getty

    Il taglio corto riccio di Meg Ryan

    Dagli anni '90 in poi ha ispirato le donne di tutte le età, perché è un taglio facile da portare e adatto a tutti quei capelli definiti "ingestibili".

    Vivace e brioso, il taglio alla Meg Ryan è perfetto per chi ama asciugarsi i capelli al naturale (avendoli naturalmente mossi).

/5

Una selezione dei tagli corti iconici a cui ispirarsi. Look evergreen, ormai diventati dei grandi classici, che non passeranno mai di moda

Tagliarsi i capelli corti non è certo una scelta facile. Indipendentemente dall'età, chi sceglie il corto è una donna di carattere che nel "togliere" corpo e massa alla propria chioma ritrova il proprio essere.

Accorciare i capelli di molto è come affermare con forza una propria identità, per distinguersi dallo stereotipo che assimila la chioma lunga all'idea di femminilità. Eppure non sempre è così.

Individua il taglio corto per te
Ogni volto ha il SUO taglio corto. Che viene ispirato dai lineamenti del viso stesso, modellandosi su di esso. Ci si può divertire con le lunghezze dei ciuffi o con una frangia o pseudo-tale.

Se temi di pentirti, è meglio procedere per gradi, tagliando i capelli a poco a poco. Prima di un taglio netto, per evitare delusioni, è bene cercare di capire insieme al tuo hair stylist di fiducia le lunghezze più adatte al tuo volto.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te