Trattamenti alla cheratina per capelli: cosa c’è da sapere

  • 1 7
    Credits: Corbis

    La cheratina è una proteina filamentosa che costituisce un componente strutturale di pelle capelli e unghie. Può essere definita come il cemento che forma i "mattoncini" degli annessi cutanei. In particolare, i capelli e le unghie sono formati da cheratine dure che permettono di renderli elastici e nello stesso tempo resistenti alla trazione e ai traumi chimici e fisici.

    L'industria cosmetica ha creato in laboratorio delle sostanze molto simili alla cheratina per ricostruire i capelli e fortificarli dall'interno.

  • 2 7
    Credits: Corbis

    Posso assimilarla anche con l'alimentazione?

    le cheratine, come tutte le proteine, sono formate da amminoacidi; non sono quindi assunte con l'alimentazione come tali, ma sono sintetizzate dal nostro organismo a partire dagli amminoacidi. Gli amminoacidi che formano la cheratina sono molti, ma quelli presenti in maggior quantita sono  la cisteina, la cistina, la serina, l'acido glutammico, la glicina, la treonina, l'arginina, la valina, la leucina e l'isoleucina. Alcuni di questi amminoacidi sopno assunti con il cibo (carni rosse, uova, pesce), altri sono prodotti dal nostro organismo.

  • 3 7

    C'è una differenza tra trattamenti di "ricostruzione" del capello e liscianti?

    I trattamenti di ricostruzione usano proteine idrolizzate e altre molecole che vengono applicate sul capello, rendendolo più idratato e morbido, e formano un involucro protettivo che rende i capelli più resistenti. Hanno un effetto transitorio, che dura un paio di mesi, ma non sono dannosi nè per i capelli nè per clienti e parrucchieri.

    I trattamenti liscianti sono in grado di rendere lisci e meno ‘ruffi’ a capelli, in quanto contengono formaldeide che salda le molecole del capello. La formaldeide è un composto carcinogeno, cioè l’esposizione prolungata può provocare tumori maligni, ed è altamente irritante e allergizzante. Il suo uso come conservante nei cosmetici è consentito per legge solo in minima quantità. Nei prodotti liscianti la formaldeide è contenuta a concentrazioni 30-40 volte superiori a quelle legali, e solitamente la sua presenza non è scritta nell’etichetta del prodotto. Né il parrucchiere né il cliente sanno quindi a che cosa sono esposti. Nell’immediato gli effetti collaterali possibili sono: prurito agli occhi e al naso, per irritazione dei vapori di formaldeide, di cui si può riconoscere la presenza per l’odore pungente. Può comparire una dermatite del cuoio capelluto con irritazione e forfora, o una caduta importante dei capelli dopo qualche settimana dal trattamento. La formaldeide è anche un potente allergizzante: soprattutto il parrucchiere può sviluppare col tempi una allergia da contatto. Ultimo, ma non meno importante, si sa da anni che l’esposizione ad alte concentrazioni e protratta alla formaldeide è riconosciuta come causa di tumori maligni, soprattutto leucemie.

  • 4 7
    Credits: Corbis

    Che si intende per trattamenti alla cheratina?

    Sono trattamenti molto di moda, in quanto il nome cheratina suggerisce un effetto di rinforzo naturale al capello. In realtà la cheratina come tale non si può applicare sui capelli, perché è una molecola troppo grande, e nella gran parte dei casi si utilizza il nome per invogliare il cliente al trattamento.

  • 5 7
    Credits: Corbis

    Fanno bene o male? E quali sono consigliati?

    I trattamenti di ricostruzione possono essere fatti senza proiblemi, quelli liscianti sono assolutamente sconsigliati

  • 6 7

    Come faccio a capire che il mio parrucchiere mi sta facendo un semplice (e benefico) trattamento ricostruente?

    Abbiamo modo di capire se il trattamento a cui i capelli sono sottoposti è quello a base di formaldeide perchè necessita di alcuni passaggi, che sono sempre gli stessi : Nel salone del parrucchiere:

    1- i capelli sono lavati con uno shampoo alcalino

    2- sono asciugati brevemente con l’asciugacapelli

    3- il prodotto lisciante è applicato ciocca per ciocca e lasciato in posa per 20 minuti

    4- i capelli sono brevemente asciugati

    5- viene passata ciocca per ciocca più volte una la piastra stira capelli calda:

    A casa:6- Per 3-4 giorni i capelli non si possono lavare né esporre ad ambiente umido (niente doccia niente sauna, evitare di fare esercizio fisico). Non si possono acconciate con fermacapelli o elastici, né essere messi dietro le orecchie!

  • 7 7

    Da quanto tempo sono vietati in Italia quelli liscianti? (questa domanda segue appunto il discorso)

    sono orami 6-7 anni che in Italia sono in atto misure di educazione dei parrucchieri e dei clienti per evitare i rischi legati a questi trattamenti; in Brasile, USA e Gran Bretagna i trattamjenti alla cheratina sono fuori legge da più tempo.

/5

Tutta la verità sulla sostanza che piace tanto ai capelli, ma che negli ultimi anni ha destato preoccupazione tra le beauty addict. Scopri come orientarti con l'intervista alla dermatologa

Il termine "cheratina" è evocativo perché suggerisce le proteine che formano la struttura del capello. Così negli scorsi anni si sono moltiplicati trattamenti che fanno bene ai capelli, ma la confusione è tanta.

Ricostruiscono o stirano i capelli? I dubbi svelati dall'esperta in unghie e capelli, la professoressa Bianca Maria Piraccini, docente di dermatologia all'Università di Bologna.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te