Come fare l'henné 

Ricette e consigli per colorare i capelli con la tintura naturale per antonomasia

Conosciuta ed utilizzata da migliaia di anni nei Paesi africani e indiani, l'henné è una polvere ricavata dalle foglie essiccate di un arbusto che prende il nome di Lawsonia inermis. Nella cosmetica naturale viene utilizzata per colorare i capelli, anche se le sue proprietà vanno oltre la "semplice" tintura. Per quanto riguarda il fusto, fortifica la fibra capillare, rendendola più spessa. Sul cuoio capelluto invece ha un'azione dermopurificante, riequilibrando la produzione di sebo: è indicato infatti in caso di seborrea e forfora grassa.

In commercio si trovano essenzialmente quattro tipi di henné: neutro, biondo, rosso nero. Ricorda però che il vero colore della polvere è rosso: se mischiato ad altre piante, il pigmento cambia. In sintesi, usa:

- l'henné cassia se non vuoi colorare i capelli;
- l'henné lawsonia se desideri i capelli rossi;
- l'henné indaco se preferisci la tinta nera;
- infine l'henné cassia obovata se hai i capelli biondi.
Nel dubbio, chiedi sempre al tuo erborista di fiducia: eviterai spiacevoli incidenti di colorazione.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/capelli/come-fare-henne$$$Come fare l'henné
Mi Piace
Tweet