Come rimediare agli errori del parrucchiere

  • 1 9
    Credits: Masi

    Sei entrata nel salone con un'idea precisa. Sei uscita con un risultato che non ti soddisfa. Ma per rimediare agli errori dell'hairstylist bastano un po' di creatività e qualche acconciatura "nascondi-sbagli"

  • 2 9
    Credits: Luca Donato

    Se la nuca è cortissima

    Il caschetto asimmetrico con la nuca rasata è un must di questa stagione. Ma se la base della capigliatura è stata accorciata un po' troppo, si ottiene un look maschile e aggressivo. In attesa che i capelli ricrescano, per dare un tocco di dolcezza all'insieme, fai in modo di portare lateralmente una parte della chioma così da creare una leggera asimmetria. «Se le lunghezze lo consentono, l'ideale è realizzare una messa in piega con dei bigodini per ammorbidire le ciocche attorno al volto» spiega Stefano Milani, direttore artistico di Mitù Wella Professionals.

    Volume Amplifier Body Full di Redken (dal parrucchiere) è uno spray che rende la chioma più voluminosa.

  • 3 9
    Credits: Luca Donato

    Se le mèches creano contrasti eccessivi

    Il tuo desiderio erano riflessi naturali, ma, uscita dal parrucchiere, il contrasto ti sembra eccessivo. «Se le mèches sono troppo chiare, si può ricorrere a un prodotto riflessante della propria tonalità di base» dice l'hairstylist. Se sono più scure, occorre rendere uniformi i capelli partendo dalla nuance delle mèches. Se invece ti sembra che le sfumature tendano al giallo, ci sono i cosiddetti shampoo blu, che grazie ai riflessi azzurri, attenuano l'ingiallimento.

    Colorazione Trattamento di Phyto Color (15 euro) è una tinta naturale che copre le mèches troppo chiare e lascia i capelli super luminosi.

  • 4 9
    Credits: Luca Donato

    Se la frangia è mini

    Hai chiesto al tuo parrucchiere una frangetta alla Amélie ma ti ritrovi con pochi centimetri sulla fronte che ti danno un'aria da bebè. Come fare? «Se proprio non ci si vede con la fronte troppo scoperta e se si ha un taglio scalato, si può ricorrere a uno stratagemma. Si pettina di lato in modo da collegarla con la scalatura laterale dell'acconciatura. Oppure si fissa con barrette, pettinini o clips» spiega l'esperto.

    Fashion Pixel Glam di Creattiva (dal parrucchiere) è un gel-crema che aiuta a tenere di lato la frangia.

  • 5 9
    Credits: Luca Donato

    Se la tinta è piatta

    Un tono troppo omogeneo, quasi a effetto casco, non esalta i lineamenti del viso e spesso li indurisce e li invecchia. «Per ovviare all'inconveniente, bisogna creare dei contrasti. Con una tinta chiara di base, bisogna giocare scurendo le radici di un paio di toni per dare movimento cromatico alla testa e renderla più "vera"» dice l'hairstylist. Una tinta di base scura, invece, diventa più mossa intervenendo sulle punte con un prodotto schiarente e colorante allo stesso tempo. Va steso con un pennello dopo aver cotonato i capelli così da distribuirlo in modo irregolare, per un effetto più naturale.

    Shine Shock di John Frida (12 euro) è un gloss che illumina i capelli e ne esalta le sfumature.

  • 6 9
    Credits: Luca Donato

    Se il caschetto è troppo scalato

    Quando la scalatura è eccessiva, il caschetto, anziché essere arioso, tende ad appiattire la chioma. La tentazione di tornare dal parrucchiere e farsi fare un taglio drastico è forte, ma poi per recuperare una lunghezza accettabile, ci vogliono mesi. «La soluzione è ricorrere a uno styling su misura, aiutandosi con spazzola, phon e mousse volumizzanti. Il segreto è modellare le punte e renderle il più mosse possibile: così si mimetizzano con grande naturalezza tagli e linee troppo definite» consiglia l'hairstylist Stefano Milani.

    Styling Mousse Diamond Gloss di Nivea (4,10 euro) fissa senza appiccicare e dona grande lucentezza.

  • 7 9
    Credits: Luca Donato

    Se al posto delle onde c'è il frisé

    Volevi una permanente morbida invece hai una testa effetto "scossa elettrica". «Per domare un frisé ribelle, è indispensabile utilizzare un prodotto anticrespo. La scelta ideale è la cera, una pasta flessibile e scorrevole, da distribuire sui capelli dopo averla scaldata tra i palmi delle mani» consiglia l'esperto. «La cera permette di tenere sotto controllo le onde che potranno essere lavorate a piacere rendendole più soffici e aderenti alla testa».

    Hair Force Instantly Straightner di Framesi (dal parrucchiere) è uno spray ad azione anticrespo.

  • 8 9
    Credits: Luca Donato

    Se le lunghezze sono molto sfilate

    Lo sfilato è il taglio preferito da chi ha capelli con poco volume. Ma se il parrucchiere ha esagerato con le forbici, il risultato è una testa ancora più scarna. «Per rimediare bisogna lavorare sulla pettinatura. Si può dare all'acconciatura un look spettinato ad arte sulle punte, rendendole mosse con una piega morbida» dice Milani. Dopo aver lavato e tamponato i capelli, mettiti a testa in giù e vaporizza un prodotto volumizzante sulle radici. Scaldalo con il phon, butta la testa indietro e scuotila senza pettinarla.

    Fix Gel Creativo Strutturante di Soco Professional (10,50 euro) va dato sulle punte, prima di asciugarle.

  • 9 9
    Credits: Luca Donato

    Se il biondo tende al giallo

    Il platino è una delle tinte più difficili da ottenere e richiede l'intervento di un colorista esperto. Se la tua testa ora è giallo pulcino, rimediare è abbastanza facile. «Si può ricorrere a un prodotto "tono su tono" biondo cenere, che spenga il giallo» spiega l'hairstylist. Quando acquisti la colorazione fai-da-te, non far caso alla nuance più scura rispetto al tuo colore di base che vedi sulla scatola, perché è ciò che risulta applicandola su capelli bianchi. Nel tuo caso si limiterà a spegnere il giallo senza però scurire. Una volta ottenuto il colore desiderato, fai molta attenzione all'esposizione al sole: può lasciare sui capelli biondi una sfumatura verde.

    Casting Crème Gloss Glossy Blond 910 di L'Oréal (11 euro) è una tinta senza ammoniaca che schiarisce i capelli, rendendoli biondo cenere.

/5

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te