Come si usa il diffusore per capelli ricci

  • 1 5
    Credits: Shutterstock

    Il miglior modo per asciugare i capelli ricci è lasciarli liberi, facendo in modo che si asciughino all'aria. Ma d'inverno il rischio raffreddori e cervicale è dietro l'angolo. Per fortuna esiste il diffusore che altro non è che il simulatore di aria naturale. Il suo getto è infatti delicato e diffuso, ovvero l'esatto contrario del beccuccio del phon, che invece è forte e diretto, proprio ciò che rovina la messa in piega dei capelli ricci. Persino la temperatura ha la sua importanza: con il diffusore non è mai troppo alta, perché non è puntata direttamente sui capelli.

  • 2 5
    Credits: Shutterstock

    Il primo metodo per asciugare i capelli ricci con il diffusore consiste nel posizionare la testa all'ingiù. In questo modo si ottengo ricci definiti e voluminosi.

    Come si fa

    A testa in giù, tieni il diffusore a velocità medio/bassa, evitando di indirizzare il getto direttamente sulle punte, che si danneggerebbero a causa del calore. Il segreto è evitare di strizzare i ricci tra le mani, perché le cariche elettrostatiche inviate dal corpo elettrizzerebbero i capelli.

  • 3 5
    Credits: Shutterstock

    Il secondo metodo per asciugare i capelli ricci con il diffusore è indicato per chi non ama le pettinature effetto criniera da leone, ma preferisce uno stile più "moderato".

    Come si fa
    Resta con la testa in alto, puntando il diffusore dal basso verso l'alto, cercando di effettuare un movimento "a molle" con il diffusore stesso. Anche in questo caso il segreto per ricci perfetti è evitare di toccare i capelli con le dita ma lasciar fare tutto al diffusore.

  • 4 5
    Credits: Shutterstock

    Da sapere

    Ogni diffusore è caratterizzato da punte tipo "dentini", studiate per sollevare delicatamente i capelli ed asciugarli anche nella parte sottostante. In questo modo si evita che i capelli vengano continuamente maneggiati dalle dita che possono rovinare l'effetto finale, aggiungendo antiestetiche cariche elettrostatiche, cioè le responsabili dell'effetto crespo.

    È consentito toccare i capelli, ma solo nella parte centrale (mai le punte!), solo quando stanno per asciugarsi. Per ottenere boccoli morbidi meglio sporcarsi le dita con un olio lucidante e nutriente.

    La struttura del diffusore permette inoltre di utilizzarlo come "massaggiatore del cuoio capelluto" con movimenti circolari.

  • 5 5
    Credits: Shutterstock

    L'idea in più

    Come si è detto, il diffusore è studiato per non increspare i capelli ricci. Tuttavia, per annullare tale funzione, è bene ricordarsi di non impostare il calore al massimo, altrimenti si rischia il famigerato effetto crespo.

/5

Ricci ribelli o al contrario flosci e senza forma? L'antidoto consiste nell'asciugatura che deve essere il più possibile simile a quella ottenuta con l'aria naturale

A testa in giù senza toccare i capelli con le mani (ma lasciare che vengano "maneggiati" solo dal diffusore), questo il modo più efficace per ottenere ricci definiti e senza effetto crespo. Il diffusore simula infatti l'aria naturale, ovvero garanzia di una bella acconciatura riccia dallo styling curato, poiché diffonde appunto il calore sui capelli evitando l'increspante getto diretto del phon.

La tecnica corretta per usare il diffusore è quella di posizionarlo sotto le punte, intrappolando le ciocche. Si procede così a muovere il diffusore dal basso verso l'alto. Evitare assolutamente di indirizzare il phon di lato e lasciarlo fisso, pena effetto riccio "floscio" e crespo.

Altri suggerimenti riguardano al temperatura dell'aria che non deve essere mai troppo elevata, al contrario della potenza che può essere impostata al massimo.

Per conoscere gli altri consigli, guarda la gallery in alto.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te