Integratori per capelli: perché assumere il ferro 

Hai notato che la chioma è più debole del solito? Un taglio drastico non è sempre necessario. Quello che ti occorre se il problema riguarda tutta la struttura del capello è una cura ad hoc. Proprio a base di ferro

di Alessia Sironi
Credits: 

Shutterstock

 

Dopo momenti di grande stress i capelli hanno bisogno di un trattamento intensivo. Quando noti che la tua chioma è più debole del solito e i capelli nella spazzola un po' troppi, allora è arrivato il momento di intervenire. Ma un taglio drastico non è sempre necessario, serve solo in caso di doppie punte e lunghezze eccezionalmente sfibrate: se il problema riguarda tutta la struttura del capello, a quel punto bisogna agire dall'interno dell'organismo.

Integratori per la crescita dei capelli

Ecco allora che entrano in campo gli integratori che come un goal al novantesimo riportano in vetta alla classifica la nostra bella capigliatura. Si tratta di supplementi nutrizionali che agiscono sulla cute per compensare la mancanza di un determinato elemento o per stimolare la produzione di sostanze anticaduta o rinforzanti. Già perché per avere capelli sani e forti occorre seguire una corretta filosofia alimentare, ecco perché se la dieta scarseggia di alcuni componenti fondamentali per la bellezza della nostra chioma, si può ricorrere a integratori ricchi di proteine, vitamina A, B, C ed E e soprattutto minerali come il ferro tranquillamente reperibili in farmacia o erboristeria.

Fonti naturali di ferro

Questo minerale non è solo in grado di intervenire e prevenire la caduta eccessiva dei capelli, ma aiuta fortemente la chioma grazie alla sua azione seboregolatrice, accelera i processi di cheratinizzazione, è rimineralizzante ed è infine capace di rigenerare le cellule. Nel quotidiano, un pizzico di zenzero o di cumino ti aiutano ad assumere ferro.

Anche le alghe sono un'ottima fonte di ferro, così come tutti i frutti di mare e il pesce, il fegato, la carne rossa (soprattutto quella di cavallo) e il cacao amaro (ma ricordati di dosare le quantità visto l'elevato contenuto calorico). Fai inoltre il pieno di rucola, spinaci, frutta secca e legumi.

Leggi anche: Vitamina D, dove si trova?

Quando assumere il ferro come integratore

Quando allora assumere integratori a base di ferro per i nostri capelli?

In tutte quelle situazioni in cui risultano utili come coadiuvanti ad una terapia specifica anticaduta, e in tutti quei casi in cui la perdita o i problemi dei capelli sono legati a stress, debilitazione fisica dovuta a una lunga malattia, all’uso di antibiotici, o nel caso ci si sia sottoposti ad una dieta drastica.

Ferro e vitamina C

Questa caduta può essere caratterizzata da due fattori: una cattiva vascolarizzazione a livello del cuoio capelluto oppure un apporto insufficiente di elementi nutritivi. Il ferro gioca un importante ruolo nella fornitura di ossigeno a tutte le cellule del corpo compresi i capelli. Noi ti consigliamo di integrare l’apporto di ferro con il consumo di alimenti ricchi di vitamina C che ne favoriscono l’assorbimento: ad esempio dopo una bistecca o una zuppa di lenticchie sorseggia una spremuta d'arancia!

 

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/capelli/integratore-capelli-ferro$$$Integratori per capelli: perché assumere il ferro
Mi Piace
Tweet