8 acconciature del passato da dimenticare

  • 1 8
    Credits: Pinterest

    Abbasso finti boccoli e fasce

    Volete davvero passare le ore davanti allo specchio a realizzare boccoli da fissare in modo certosino sopra la testa e fermare il tutto con una bella fascia a pois per sembrare un uovo di Pasqua?

  • 2 8
    Credits: Pinterest

    Fiori solo per party a tema

    Se nessuno ti ha invitato a una festa a tema allora ti sconsigliamo vivamente di girare in città con grandi fiori tra i capelli: quei mollettoni sono fuori legge da tempo!

  • 3 8
    Credits: Pinterest

    Onde e frangetta

    Se ti piace lo stile anni Cinquanta con le sue forme prosperose, seno abbondante e labbra rosse non è detto che tu debba anche sfoggiare una cortissima frangetta e onde sulla schiena: decisamente out.

  • 4 8
    Credits: Pinterest

    La cotonata

    Se non ti chiami Amy Winehouse, Lana Del Rey oppure Nina Zilli e non hai vinto nessun disco di platino, la testa cotonata evitala. Se anche Liz Taylor ha abbandonato questo sobrio stile ci sarà un motivo.

  • 5 8
    Credits: Pinterest

    Fiori e cotonatura

    Il perfetto matrimonio tra una testa cotonata e un fiore tra i capelli sembrerebbe la dimensione ideale per fascino e seduzione. Ma solo se la situazione lo richiede, in caso contrario, negata qualsiasi autorizzazione.  

  • 6 8
    Credits: Pinterest

    Frangetta arrotolata

    La frangetta corta portata arrotolata sulla fronte in tipico stile rockabilly non dona proprio a nessuna donna: lascia perdere se non è Carnevale!

  • 7 8
    Credits: Instagram

    Ondine da gatta

    Perfino la meravigliosa Grace Kelly sembrava dieci anni più vecchia con le ondine da gatta sul caschetto.

  • 8 8
    Credits: Pinterest

    Corti con ondine

    L'effetto pulcino con il taglio boyish e le piccole onde 'ingellate' è accettabile solo se ti ritrovi negli anni Venti in un'atmosfera da Grande Gatsby.

/5

Ci sono pettinature che è preferibile lasciare nel passato, come le cotonature alla Liz Taylor o le piccole onde piatte alla Grande Gatsby. Scopri le altre e perché non le rimpiangiamo.

Le beach wave più famose? Non certo quelle di Blake Lively perché le sfoggiava già la Venere di Milo. E i boccoli perfettamente definiti di Beyoncé? In realtà sono farina del sacco della sfortunata Maria Antonietta. Per non parlare del messy bun che arriva direttamente dell’Antica Roma.

Insomma ci sono acconciature che, anche se rivendicate in tempi moderni, arrivano da lontano. E forse, in alcuni casi, andrebbero lasciate proprio lì, dove sono nate. È vero che tutto della moda torna e ogni anno, una decade passata, arriva a vivacizzare i nostri armadi e il nostro stile, ma è altrettanto vero che la reinterpretazione univoca di mode datate ti 'aiutano' solo ad apparire più vecchia.

Vuoi qualche esempio? Lunghi, morbidi e boccolosi, vaporosi e cotonati rappresentano un perfetto hairstyle anni Cinquanta. Ecco, appunto, Cinquanta. Da sfoggiare solamente in serate a tema. Esattamente come i cortissimi e 'ingellati' boyish con onde piatte tipiche delle atmosfere da Grande Gatsby. O le cotonature che tanto piacevano a LizTaylor e che oggi rivediamo in cantanti come la nostra Nina Zilli o Lana Del Rey.

Imitiamo pure il messy style di Brigitte Bardot oppure le acconciature tanto borghesi di Catherine Deneuve, il bob di Claire Windsor o le onde di Anita Page, ma evitiamo interpretazioni moderne di look troppo antichi per essere portati al di là di un'occasione particolare.

Sfoglia la gallery per scoprire le acconciature del passato che è meglio dimenticare!

Al contrario il caro vecchio frisè ci piace ancora da matti! Forse perché siamo ancora innamorate dei mitici anni Ottanta. Ecco cosa resterà di quegli anni - tanto per rispondere alla domanda che si faceva Raf: il frisè, gli scaldamuscoli fluo, i body e i fuseaux dai colori pop. Vi sembra poco?

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te