Piscina: come proteggere i capelli per non rovinarne il colore 

Il cloro dell'acqua di piscina può compromettere il colore dei capelli, facendo in modo che i biondi 'virino' al verde e i castani al 'rossiccio-aranciato'. I trucchi per evitare spiacevoli sorprese nella colorazione dei capelli, quando ci si bagna in piscina

di Alessandra Montelli
Credits: 

Shutterstock

 

Se le vacanze stanno per finire, niente di meglio di un bagno in piscina per cercare refrigerio al caldo record che da giugno non sta abbondonando il Paese. Secondo una ricerca condotta nel 2007 da Assopiscine – Associazione  Italiana Costruttori Piscine, le piscine pubbliche in territorio  italiano erano stimate attorno alle 8.000, contro le 156.000 private,  con una concentrazione maggiore in Lazio, Toscana e Lombardia. Ma attenzione al cloro, avvisano i dermatologi: “…fa male ai capelli. Il fusto si rovina, si decolora, si destruttura” – avverte il team del Dott. Fabio Rinaldi, presidente dell'IHRFInternational Hair Research Foundation – e anche docente alla Sorbona.

Tradotto in termini beauty, vuol dire che le i capelli castani rischiano di diventare rossicci, ma con nuance non sempre gradevoli, mentre i biondi possono virare addirittura al verde. Effetti cromatici decisamente antiestetici.

Come evitare spiacevoli sorprese nella colorazione dei propri capelli? Ecco alcuni trucchi per non incorrere in antiestetici viraggi di colore dei capelli (al verde nel caso dei capelli biondi, e al rossiccio-arancione nel caso di quelli castani).
Oltre ad indossare filtri schermanti anti-cloro, uno dei metodi più efficaci è quello di bagnare i capelli con acqua dolce prima di tuffarsi in piscina.
- Naturalmente prima di infilarsi sotto la doccia, è il caso di assicurarsi che l’acqua erogata dai rubinetti della vostra piscina preferita non contenga cloro. Se il livello del cloro dovesse essere troppo alto, dovresti usare un sistema filtrante.

- Elimina così l’eccesso di acqua, strizzando con delicatezza i capelli. Applica un balsamo su tutta la lunghezza dei capelli (proprio quello che usi come districante dopo lo shampoo abituale), insistendo sulle punte. Non è necessaria una tonnellata di prodotto ma giusto 2 noci. Non sciacquare i capelli.

- Adesso acconcia i capelli in uno stretto chignon. Ora sei pronta per tuffarti in piscina.

I capelli sono come spugna. Assorbono qualunque sostanza. Protetti in questo modo, è come se opponessero una barriera all’acqua ricca di cloro che, per penetrare nel fusto, deve fare parecchia strada.

Se, oltre alla guaina offerta dal balsamo, si aggiunge anche il metodo dello chignon, la protezione dal cloro è ancora più efficace. Si eviterà in seguito processi lunghi per asportare grosse quantità di cloro, dopo essere usciti dalla vasca.

Ricorda però di lavare sempre i capelli con uno shampoo specifico doposole e di applicare una maschera nutriente, poiché piccole quantità di cloro possono danneggiare lo strato esterno del capello, compromettendone la lucentezza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/capelli/piscina-cloro-proteggere-capelli$$$Piscina: come proteggere i capelli per non rovinarne il colore
Mi Piace
Tweet