Primi capelli bianchi? Non ti scoraggiare 

Chi vuole una testa senza fili candidi o radici chiare, si pone tante domande. Perché ha paura di sbagliare prodotto, di usarlo male, di fare disastri. Invece, ci sono molte soluzioni che rendono tutto più facile

di Laura D'Orsi  - 04 Maggio 2008

Quale prodotto fai-da-te va bene per coprire i primi capelli bianchi?

"Una tinta del tipo semi-permanente o tono-su-tono. Non contiene ammoniaca, quindi si può usare senza paura di sciupare i capelli" dice la dermatologa Magda Belmontesi. "Ravviva e intensifica il colore naturale, dando riflessi luminosi. E copre i primi capelli bianchi, a patto che questi non superino il 50 per cento dell'intera capigliatura". L'effetto delle tinte semi-permanenti dura da 6 a 8 settimane. Il colore viene eliminato progressivamente, shampoo dopo shampoo.

Cosa si intende quando si parla di copertura?

"I pigmenti colorati contenuti nelle tinte semipermanenti si sovrappongono a quelli naturali grazie a delle sostanze attive che penetrano nel fusto senza raggiungerne, però, la parte centrale" spiega la dermatologa. "Ecco perché coprono, ossia mascherano, i capelli bianchi. Ed ecco perché funzionano bene solo quando questi non sono troppi. Il colore, infatti, depositandosi sopra il capello bianco, crea una specie di mèches più chiara rispetto alla tinta base".

Il colore tono su tono va bene anche per chi ha ciocche bianche?

"In questo caso, è da preferire una tinta permanente" dice Stefano Milani, parrucchiere di sfilate. "Siccome contiene ammoniaca, penetra nel fusto dei capelli e, per una reazione chimica, modifica i pigmenti, cambiandone il colore".

Come si sceglie il colore tono su tono?

"Bisogna partire sempre dalla tinta di base dei capelli osservando le radici, mai le punte, che spesso sono più chiare" dice il parrucchiere. "Si confronta, poi, la propria tonalità con la tabella dei colori riportata sul lato della confezione, e si valuta se l'effetto che si vuole ottenere corrisponde agli esempi riportati".

Quanto si sciupano i capelli con la colorazione?

"Con le tinte tono su tono non ci sono grossi problemi, perché la struttura capillare viene denaturata solo in minima parte" dice la dermatologa. "Ai lavaggi successivi, comunque, conviene coccolare un po' i capelli". Quando li lavi, scegli uno shampoo delicato e nutriente. Dopo, usa una crema o una maschera specifiche, con concentrati di vitamine, estratti naturali e oli vegetali, che riparano la fibra capillare e mantengono lucente il colore.

Si possono fare le tinte tono su tono in gravidanza?

"In genere, non ci sono problemi. Per maggiore prudenza, meglio evitare i primi tre mesi che sono i più a rischio un po' per tutto" dice la dermatologa. "In alternativa, per mascherare i primi capelli bianchi, si possono chiedere al parrucchiere i colpi di sole, perché, grazie al loro particolare procedimento, si evita il contatto della cute con le sostanze chimiche che contengono".

Con le tinte da usare a casa si rischiano allergie?

"Sì. Se è la prima volta che si usa una tinta, è prudente fare prima un test allergico" avverte la dermatologa. "Basta mettere dietro l'orecchio una goccia di colorante puro. In genere, eventuali reazioni come rossore e prurito, si scatenano subito, ma è più prudente aspettare 48 ore. Se non succede niente, si può usare il prodotto".

Se i capelli sono sciupati, si può fare un henné invece del colore?

"L'hennè riveste i capelli di una cuticola quasi impermeabile che li protegge e li rende più spessi" dice il parrucchiere. "Però, non copre i capelli bianchi, ma li colora di arancione. E il risultato finale può essere una brutta sorpresa".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/capelli/primi-capelli-bianchi-non-ti-scoraggiare$$$Primi capelli bianchi? Non ti scoraggiare
Mi Piace
Tweet