5 rimedi naturali per capelli rovinati

Credits: Shutterstock
/5

Stress, smog, alimentazione e prodotti chimici rovinano i capelli. Ecco alcuni rimedi naturali per i capelli danneggiati

Per essere sempre in linea con le mode che propongono acconciature difficili da mantenere, l’uso di piastre, phon, prodotti aggressivi, fissanti e modellanti, ma anche stress, inquinamento, una prolungata esposizione al sole e un’alimentazione squilibrata, i capelli subiscono numerose aggressioni. Così perdono pian piano lucentezza fino a diventare secchi e opachi. Questo è senza dubbio un chiaro messaggio: sono stati un po’ troppo maltrattati, fino a perdere la loro naturale salute e vitalità.

Come recuperare ridonare alla chioma la sua bellezza e migliorarne così l’aspetto riuscendo a gestire dei capelli tinti e danneggiati, secchi e crespi?

Ecco alcuni rimedi naturali che aiutano a mantenere i capelli in tutto il loro splendore, ridonando quell’aspetto morbido e di naturale brillantezza.

1. Burro di Karitè

Il burro di Karitè è il prodotto ideale per i capelli rovinati, sfibrati e molto secchi. Il suo potere riparatore lo rende un ingrediente perfetto per aiutare la fibra capillare a ricomporsi dopo trattamenti particolarmenti aggressivi o semplicemente in caso di capelli secchi e fragili per costituzione. Basta applicarne quotidianamente una piccola quantità sulle punte dei capelli. Si può utilizzare sia la mattina oppure la sera prima di andare a letto.

2. Impacco all’aloe vera

L’aloe vera invece nutre i capelli e li protegge dalle aggressioni esterne, rivelandosi un alleato ideale per chi è solita usare piastre e ferri per lo styling oppure trattamenti chimici come decolorazioni, colorazioni o stiraggi. 

Basta spremere la polpa di aloe in mezzo bicchiere di acqua e amalgamare il tutto con un cucchiaio di olio di oliva. Applicare sui capelli massaggiando per circa 15 minuti dalla radice alle punte. Sciacquare quindi con acqua tiepida e ripetere anche tre volte a settimana: vi accorgerete di avere capelli più lucidi e brillanti.

3. Maionese

Ecco il classico rimedio della nonna per i capelli bruciati e sfibrati, ma sempre efficace. L’impasto di uovo, aceto e olio permette di donare lucentezza alla chioma, idratarla e fortificarla.

Applicare la maionese sui capelli umidi, lasciare agire per mezz’ora e sciacquare con acqua tiepida. I risultati saranno subito evidenti!

4. Aceto di mele

Per curare i capelli danneggiati da tinte, phon e piastre, basta preparare una miscela a base di aceto di mele con cui sciacquare i capelli. Ideale sulla cute grassa, l’aceto di mele ripristinerà il pH ed eliminerà anche la forfora. È sufficiente unire mezzo bicchiere di aceto di mele ad altrettanta quantità di acqua: nebulizza sui capelli, lascia agire qualche istante e sciacqua con abbondante acqua tiepida.

5. Olio di cocco e succo di limone

L’olio di cocco è un ottimo emolliente e, grazie alla sua composizione chimica affine a quella dei nostri capelli, riesce a nutrirli in profondità senza appesantirli nè ungerli. Basta unire una porzione di quest’olio con due di succo di limone, applicare su tutta la lunghezza dei capelli massaggiando dolcemente. I capelli saranno subito rivitalizzati e idratati.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te