13 rimedi naturali per infoltire i capelli

Credits: Shutterstock
/5

La perdita di capelli può accadere nel cambio di stagione o anche per stress o una cattiva alimentazione. Ecco alcuni rimedi naturali per infoltirli

La vita che si conduce ogni giorno porta spesso a conseguenze anche sulla salute dei capelli, provocando indebolimento e caduta. Le cause possono essere svariate tra quali la stagionalità, lo stress fisico ed emotivo, gli squilibri ormonali, l’inquinamento, l’uso di prodotti aggressivi per il pH della cute o anche solo il tenerli in pettinature troppo strette, il mal funzionamento della tiroide o carenze nutrizionali come ad esempio la mancanza di manganese e vitamina D.

Quando ci si accorge di avere capelli troppo radi, fini o deboli, ecco allora la necessità di correre ai ripari con una soluzione tutta naturale che non sobbarchi economicamente e che sia soprattutto efficace nel risolvere il problema.

Ecco 13 rimedi naturali da utilizzare in maniera costante per vedere, già in qualche settimana, dei risultati sorprendenti, tornando a ottenere una capigliatura voluminosa, lucente e robusta.

1. Olio di Nigella Sativa (Cumino Nero)

L’olio di nigella sativa, più comunemente chiamato di cumino nero, veniva già usato nell’antico Egitto per le sue straordinarie proprietà curative e antiossidanti. Tra i suoi numerosi pregi, ha anche quello di ristrutturare i capelli sfibrati e indeboliti con la tendenza a cadere. Quest’olio, infatti, nutre i bulbi stimolando la microcircolazione e le sue capacità di inibire l’indebolimento dei follicoli capilliferi, gli permette di essere un ottimo alleato contro la caduta, rinfoltendo i capelli.

È sufficiente utilizzarlo due volte a settimana facendo un impacco e massaggiando l’olio su tutta la testa. Lasciare in posa 20 minuti e lavare quindi i capelli con uno shampoo delicato. Per evitare la formazione delle doppie punte, stendere qualche goccia alle estremità dei capelli e non risciacquare.

2. Olio di Oliva

L’olio di oliva è un ingrediente ricco di acidi grassi (omega 3) che aiutano i capelli a irrobustirsi ed è un vero e proprio toccasana. Ha la preziosa proprietà di conferire corposità e ridurre la secchezza.

Ne va versata una piccola quantità sul palmo della mano e spalmata lungo tutta la lunghezza assicurandosi di massaggiare bene per farla penetrare. È consigliabile far scaldare in precedenza l’olio e utilizzarlo tiepido. Basta tenerlo applicato per 30 minuti abbondanti o anche tutta la notte e, una volta lavati con uno shampoo delicato, si vedranno già gli effetti fin dopo la prima applicazione. Da ripetere 1 o 2 volte a settimana.

3. Olio essenziale di Rosmarino

Tra le numerose piante officinali, il rosmarino è quella più indicata come rimedio naturale per rinforzare i capelli e facilitarne la crescita. L’olio essenziale in esso contenuto, infatti, stimola il follicolo e combatte la caduta. Stimola inoltre la microcircolazione del cuoio cappelluto, favorendo l’afflusso di sangue al bulbo dei capelli, rendendoli forti, sani, lucenti e resistenti.

L’olio essenziale di rosmarino può essere adoperato per praticare frizioni sui capelli umidi, lasciato in posa per circa 30 minuti e quindi sciacquato con uno shampoo delicato.

In alternativa, aggiungere 5 gocce di olio essenziale di rosmarino per ogni 20 ml di shampoo, lasciare riposare alcuni giorni per permettere all’olio di rilasciare i suoi elementi naturali e quindi usare lo shampoo come sempre.

4. Olio di Ricino

L’olio di ricino è invece un ottimo alleato per favorire la crescita dei capelli grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e funghicide. L’olio di ricino è ricco di Omega 3, acido ricinoleico, vitamina E, sali minerali e proteine che arricchiscono il capello e lo rendono più forte e resistente alle sfide quotidiane.

Versarne un cucchiaio sul palmo della mano e massaggiare sul cuoio cappelluto con movimenti circolari e proseguire poi lungo tutta la lunghezza. Se l’applicazione risulta difficile, è sufficiente diluirlo con dell’olio di cocco che renderà il tutto più leggero. Coprite i capelli con un asciugamano inumidito con acqua calda. Lasciare agire per un paio di ore e ripetere il trattamento almeno una volta a settimana.

5. Olio essenziale di Fieno Greco

L’olio essenziale di fieno greco è estratto dai semi e dalle foglie della Trigonella foenum graecum, nota come fieno greco. Quest’olio essenziale si può aggiungere direttamente allo shampoo. Bastano 2 gocce di olio essenziale per rinforzare i capelli, prevenendone la caduta e rendendoli più lucenti, corposi e voluminosi. Il fieno greco è anche un ottimo alleato contro la forfora.

6. Olio essenziale di zenzero

L’olio di zenzero stimola la ricrescita dei capelli in quanto ricco di vitamine, minerali, antiossidanti e amminoacidi. Bastano un paio di gocce da versare nello shampoo che verrà utilizzato a ogni lavaggio. Si può anche applicare direttamente sul cuoio cappelluto prima di lavare i capelli, massaggiando profondamente e in modo energico per stimolare il flusso sanguigno del cuoio cappelluto. Lasciare agire l’impacco per almeno 30-40 minuti e quindi procedere con il lavaggio.

7. Erba ayurvedica di Methi

Questa pianta, meglio conosciuta come fieno greco, è usata nella medicina fin dall’antichità per le sue numerose proprietà. I semi sono infatti ricchi di vitamine, minerali e altri elementi come mucillagini e flavonoidi. In cosmesi viene utilizzata per rinforzare i capelli, contrastando la caduta eccessiva. Il fieno greco, per poter essere utilizzato sui capelli, va comprato sotto forma di polvere che va idratata per far rilasciare le mucillagini e godere così delle proprietà condizionanti e idratanti. È sufficiente un cucchiaio di polvere e all’incirca 200-250 grammi di acqua calda che va aggiunta a filo a più riprese. Il tempo di idratazione arriva a un massimo di 12 ore a temperatura ambiente. La consistenza finale deve essere simile a quella di un gel che può essere applicato sulla cute dopo lo shampoo. Applicare quindi una pellicola e, dopo circa un’ora, sciacquare.

8. Erba ayurvedica di Brahmi

L’erba Brahmi è un rimedio prezioso per la cura dei capelli, rendendo più forti le radici e i capelli più spessi e resistenti. Si può unire la polvere a dell’olio per massaggiare il cuoio capelluto prima dello shampoo, oppure unirla all’acqua molto calda, lasciandola macerare per almeno mezz’ora e applicarla quindi sui capelli asciutti e tenerla in posa almeno un’ora.

9. Erba ayurvedica di Bhringraj

Lo Bhringraj è un’antica erba ayurvedica utilizzata per prevenire e contrastare la perdita di capelli.

In una ciotola di vetro mescolare la polvere di Bhringraj con acqua molto calda fino a ottenere una pasta non troppo liquida. Coprire il composto ottenuto e lasciare macerare per 20 minuti. Applicare quindi sui capelli asciutti o bagnati e massaggiare la cute con movimenti circolari. Lasciare agire dai 20 ai 50 minuti. Quindi sciacquare.

10. Erba ayurvedica di Cassia

La Cassia, denominata anche Henné neutro, viene utilizzata per dare lucidità e morbidezza ai capelli, aumentando il diametro del fusto e diminuendo i danni creati dai trattamenti chimici. Basta creare una pasta unendo la polvere di Cassia all’acqua calda, per ottenere un rimedio straordinario con funzione curativa sui capelli. Li ristruttura, li irrobustisce, li disciplina e li lucida. Applicare sui capelli puliti e mettere una cuffia o pellicola trasparente e lasciare in posa per circa un’ora. Sciacquare quindi con uno shampoo molto delicato e del balsamo. L’operazione va ripetuta una volta al mese.

11. Hennè

L’Henné è un prodotto naturale ricavato dall’essicazione delle foglie poi ridotte in polvere e che ha la capacità di legarsi permanentemente alla cheratina del capello, creando una sorta di pellicola, andando a ispessirlo e a stratificarsi sul capello. Colora sì i capelli ma, allo stesso tempo, li rinforza, donando loro spessore. In un recipiente mescolare l’henné in polvere con del succo di limone o aceto fino a ottenere un impasto omogeneo e non troppo denso. Coprire quindi con della pellicola e lasciare riposare per almeno 8 ore. Applicare il composto sui capelli lavati e lasciare agire per un’ora, avendo premura di coprire i capelli con una cuffia o della pellicola. Proseguire quindi con il lavaggio.

12. Integratore naturale di miglio

Il miglio è un cereale ricco di proteine, vitamine e minerali che aiutano a rinforzare e migliorare l’aspetto dei capelli, prevenendone la caduta e promuovendo la formazione della cheratina. Il miglio rientra infatti in numerosi integratori alimentari consigliati in caso di diradamento dei capelli e di assottigliamento del fusto del capello e doppie punte.

13. Polifenoli

I polifenoli sono estratti di semi dell'uva o del tè verde e sono potenti antiossidanti. Questi integratori proteggono il follicolo stimolando la microcircolazione, promuovendo l'apporto ai capelli dei nutrienti essenziali e favorendone così la crescita. Basta prendere 1-2 compresse al giorno, ancora meglio se associate alla vitamina E, lontane dai pasti e con abbondante acqua.

Potrebbe interessarti anche: 5 rimedi naturali per capelli secchi, rovinati o sfibrati

 


Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te