Shatush, l’ultima tendenza è sui capelli rossi

Credits: Getty
1 7

Oltre ad essere una rarità, rischiano l'estinzione. I rossi naturali nel mondo sono circa il 2% della popolazione (la concentrazione maggiore si trova nell'Europa settentrionale), e, a causa delle mescolanze di etnie e dei cambiamenti climatici, sono destinati ad estinguersi entro i prossimi 100 anni.

Secondo gli studiosi del DNA, il gene responsabile del colore rosso dei capelli è il risultato di un adattamento della specie umana alla mancanza di luce solare, per sopperire alla carenza di Vitamina D (questa viene prodotta se ci si espone al sole). Con l'innalzarsi delle temperature del pianeta, persino le zone tradizionalmente fredde stanno registrando climi più miti e soleggiati.

Di conseguenza i capelli rossi naturali, potrebbero scomparire, prevedendo un'esplosione di tinte fake che riproducono fedelmente quello esistente in natura. L'ultima tendenza è lo shatush rosso e per questo motivo ne parliamo con Mauro Galzignato, direttore artistico di ghd Italia e del Team RockandRollHair.

(nella foto Emma Stone)

/5

La schiaritura che ha fatto impazzire milioni di donne in tutto il mondo vira dal ramato all'aranciato oppure dal bruno al mogano. Ne parliamo con l'hair stylist

A differenza dei bruni e dei biondi, i rossi hanno spesso diversi colori dei capelli nelle varie fasi della vita. Nell'adolescenza registrano il massimo fulgore della chioma che, a mano a mano che passano gli anni, tende a schiarirsi o a spegnersi.
I capelli inoltre non diventano grigi e poi bianchi, come accade per le altre tonalità, ma assumono una colorazione giallo paglierino. Per diventare totalmente bianchi in età molto più avanzata, rispetto agli altri.

Per mantenere brillante il colore rosso è importante nutrire molto il capello prima, durante e dopo e lo shampoo. Sulle chiome semi-asciutte applica l'olio di jojoba, lascia in posa per circa mezz'ora e poi lava con prodotti che contengano sostanze riflessanti.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te