I tagli che ti fanno sembrare più vecchia 

Tagli che anziché ringiovanire, regalano anni. Vediamo quali sono insieme all'esperto

di Alessandra Montelli

Non tutti i tagli di capelli sono indicati per tutte le età. Il tema della giusta lunghezza dei capelli delle donne, da variare in base all’età, è da sempre molto dibattuto tra gli hair stylist. C’è chi dice che ci sono delle regole da rispettare, una specie di "etica" del capello che gli impedisce di oltrepassare una certa lunghezza oltre gli anta, e chi invece è per la più assoluta libertà, con i capelli fino alla vita anche a 60 anni.

Insieme all'hair stylist Charlie Didier ti indichiamo i tagli da non portare dopo una certa età (perché invecchiano). Validi anche al contrario, cioè se hai 20 anni e vuoi dimostrarne 30! I tagli della gallery in alto sono esempi e sono da adattare poi al proprio stile e ai propri gusti.

Ricorda inoltre che anno dopo anno, il capello inizia piano piano a perdere forza: l’età che avanza, l’inquinamento, l’uso di tinture e qualche gravidanza lo rendono più fragile.

In genere, dai 45 anni in poi si comincia a preoccuparsi di sembrare un pizzico più giovani: meglio quindi abbandonare i tagli cortissimi che invecchiano e optare per una lunghezza media, magari alle spalle. Molta attenzione va posta al volume: se è troppo ampio, stile Liz Taylor, il taglio fa subito "signora".

In caso di capelli sottili, è bene orientarsi verso tagli scalati da medi a corti che non appesantiscano il viso. Se invece i capelli sono tanti e forti, si può giocare con una lunghezza che tocchi le spalle, aiutandosi ovviamente con i consigli del proprio parrucchiere.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/capelli/tagli-capelli-che-invecchiano$$$I tagli che ti fanno sembrare più vecchia
Mi Piace
Tweet