Spazzole per capelli: tipologie e come scegliere quella giusta 

Ti sei mai chiesta quale sia l'utilizzo di quel pettine dalla forma così strana? Ebbene, scopri tutte le funzioni di ogni spazzola e pettine, così da trovarti pronta per realizzare qualsiasi piega

di Erika Marin
Credits: 

Shutterstock Image

 

Spazzole e pettini sono accessori che usiamo quotidianamente da secoli per districare i capelli e abbellire la nostra chioma. Sei sicura, però, di conoscerne tutti gli utilizzi? Spazzole diverse infatti hanno effetti diversi sui capelli e sceglierne una sbagliata può rivelarsi controproducente.

Scopri, quindi, gli accessori per capelli dai più comuni ai meno conosciuti e a cosa sono indicati.

Pettine a denti larghi

Spesso utilizzato per pettinare i capelli bagnati, atto a distribuire uniformemente la maschera nutriente dopo lo shampoo, è indicato anche per ordinare i capelli da ricci a mossi. I denti larghi, infatti, permettono di non "rompere" le onde e i ricci definiti e di evitare il rischio di spezzare i capelli.

Pettine a denti stretti

Perfetto per dividere in parti uguali la chioma in previsione di un'acconciatura o per fare la riga dritta, grazie alla codina posteriore. Viene utilizzato anche per cotonare i capelli, proprio grazie ai suoi denti fitti.

Pettine con la sezione a setole flessibili

Utilizzato per applicare la tinta oppure i trattamenti in crema. La sezione a setole nere semi-morbide serve ad applicare il prodotto ciocca per ciocca.

Pettine con due o più code

Anch'esso utilizzato per la realizzazione di acconciatura complesse oppure per righe a zig-zag e/o altri motivi originali.

Spazzola ampia e rettangolare

Solitamente in plastica o ceramica, questa spazzola risulta perfetta per pettinare i capelli lisci e aiuta moltissimo anche durante la loro asciugatura nell'ottenere una piega setosa e veloce.

Spazzola cilindrica

Questo è l'accessorio più professionale della lista in quanto serve per realizzare delle vere e proprie pieghe. È anche il più complicato da usare, se non sei abile con le tecniche di asciugatura. Serve per lisciare i capelli, conferendo loro volume; ma anche per la creazione di onde e boccoli dall'effetto naturale. Normalmente realizzata in metallo o in ceramica.

Pettine ondulato

Presenta una base non piatta così da ottenere una dentellatura non omogenea. Serve ad asciugare i capelli velocemente, donando loro un effetto volume mosso e molto naturale. Meglio non utilizzarlo, però, per sciogliere i nodi e farlo prima con un pettine a denti larghi.

Pettine a setole naturali

Solitamente realizzato con setole di cinghiale, risulta essere molto valido nel pettinare i capelli da asciutti in quanto ridistribuisce l'olio naturale prodotto dal cuoio capelluto su tutta la lunghezza del fusto del capello, rendendolo luminoso.

Tangle teezers

Sono le spazzole di nuova generazione, vendute anche in molte colorazioni originali. Grazie alle loro setole fitte, ma sapientemente collocate e distribuite tra loro, risultano essere degli accessori molto validi per sgrovigliare i capelli (dall'inglese tangle, "groviglio") e sciogliere i nodi con facilità. Vengono utilizzati anche da chi porta extensions in quanto riducono al minimo il rischio di spezzarle.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/capelli/tipi-di-spazzole-pettini$$$Spazzole per capelli: tipologie e come scegliere quella giusta
Mi Piace
Tweet