• Home -
  • Bellezza-
  • Cellulite? Anche il medico ti può aiutare

Cellulite? Anche il medico ti può aiutare 

Ti hanno parlato della carbossiterapia ma non sai che cos'è. Sei indecisa tra lipoaspirazione e liposcultura. Prima di scegliere
l'intervento specialistico leggi
il nostro minidizionario

di Antonella Bartolini  - 06 Maggio 2005

Spesso quando si parla di cellulite ci si riferisce a quegli inestetismi (pelle a buccia d'arancia, a materasso, cuscinetti) che si possono sconfiggere con lo stile di vita giusto. In certi casi, invece, la cellulite è un problema ostinato che può far male alla salute. «Il termine scientifico per definirla è pefs» dice Magda Belmontesi, dermatologa «che significa panniculopatia-edemato-fibro-sclerotica a indicare che compromette la circolazione, il metabolismo e il funzionamento delle cellule adipose». Per contrastarla, allora, è meglio seguire i consigli dello specialista che prescriverà cure più incisive. Per orientarvi, con l'aiuto della dottoressa Belmontesi e di Paolo Tagliabue, chirurgo plastico, vi segnaliamo in un "dizionario" le soluzioni più valide.

>>Dal dermatologo

Carbossiterapia

Si inietta anidride carbonica allo stato gassoso per via sottocutanea, tramite un'apparecchiatura collegata a un tubicino provvisto di microago. In tal modo, aumenta il flusso del sangue e migliora il metabolismo della pelle perché i tessuti vengono ossigenati a fondo. Sono consigliati due cicli annui di 15 sedute a cadenza settimanale. Il costo è di 60 euro a seduta.

Dermotonia

È un massaggio profondo effettuato con una macchina dotata di manipoli con rulli che producono una frizione e un'aspirazione di cute e sottocute. Il derma appare tonico e il tessuto grasso assottigliato. Con il tempo si riduce la circonferenza di fianchi e cosce e si nota la pelle levigata. Sono necessarie almeno 8 sedute. Il costo di ogni massaggio va da 35 a 45 euro.

Elettrolipolisi

Si applicano sulle zone da trattare microaghi con elettrodi, simili a quelli utilizzati in agopuntura. Attraverso questi nell'epidermide passa una leggera corrente in grado di rompere le cellule adipose che vengono parzialmente riassorbite. Così, si sciolgono gli accumuli di grasso. Sono necessarie 2-3 sedute.

Il costo si aggira intorno a 200 euro per ogni applicazione.

Idrolipoclasia

È una tecnica utilizzata in passato e ripresa oggi, con qualche novità. Mediante aghi sottilissimi si inietta nel tessuto sottocutaneo una miscela di soluzioni lipolitiche, cioè sciogligrasso. Queste sostanze gonfiano le cellule adipose che, stimolate anche con ultrasuoni, si rompono e vengono riassorbite naturalmente. È un trattamento non doloroso, perché vengono usate nuove sonde a ultrasuoni, più potenti ed efficaci. Sono sufficienti un paio di applicazioni. Il costo oscilla dai 150 ai 200 euro a seduta.

Laserterapia

Migliora il riassorbimento dei liquidi stagnanti e riduce lo spessore di grasso. In particolare, il laser infrarosso agisce dall'esterno sulla parte da trattare e funziona come vasodilatatore e stimolatore. Sono consigliati almeno 10 trattamenti. Il costo va dai 100 ai 150 euro a seduta.

>>Dal chirurgo

Laserlipolisi interstiziale

È utile per ridurre i cuscinetti localizzati. La potente luce di un laser genera un calore intenso che distrugge le cellule adipose (senza però danneggiare i tessuti circostanti) e le riassorbe aspirandole. Dopo l'intervento, eseguito sotto sedazione, si devono portare collant elasticizzati o una guaina contenitiva per alcuni giorni. Il costo parte da 2.500 euro.

Lipoaspirazione

Si effettua aspirando il grasso tra la pelle e lo strato muscolare. Il chirurgo pratica piccole incisioni nell'epidermide e vi inserisce microcannule collegate alla macchina aspirante. A volte basta solo l'anestesia locale. Dopo l'intervento viene effettuata una compressione con bende adesive (messe e tolte dal medico): vengono fasciate le gambe per una settimana e si porta una guaina per 1 mese. Il costo oscilla tra i 2.500 e i 5.000 euro.

Liposcultura

È una tecnica meno traumatica della precedente che utilizza un apparecchio in grado di frantumare le cellule di grasso e, con apposite cannule, di aspirarle. Anche in questo caso può bastare l'anestesia locale e, dopo l'intervento, è necessario indossare le bende e la panciera contenitiva. Il costo parte dai 2.500 euro.


«Prima e dopo un trattamento, fate ginnastica aerobica» suggerisce Paolo Tagliabue, chirurgo estetico. «Stimola l'ossigenazione

dei tessuti e "scioglie" gli accumuli di grasso».

No
«A prendere con leggerezza l'intervento» dice il chirurgo. «Uno specialista affidabile vi spiegherà

nei particolari come opererà e che risultati potete ottenere.

E non vi nasconderà eventuali controindicazioni».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/cellulite-anche-il-medico-ti-puo-aiutare$$$Cellulite? Anche il medico ti può aiutare
Mi Piace
Tweet