• Home -
  • Bellezza-
  • Chi ci ha messo in testa di essere grissini?

Chi ci ha messo in testa di essere grissini? 

La grande maggioranza delle italiane si vede troppo in carne. Ma è davvero così? No, in realtà è solo una nostra ossessione. Dalla quale però, con un po' di spirito, possiamo liberarci. Leggete come

di Sabrina Barbieri  - 13 Maggio 2005

Ma chi diavolo ci ha messo in testa che dobbiamo dimagrire se pesiamo 60 chili per un metro e 65, o 53 per un metro e 60? E perché, se ci fanno un complimento, quasi sempre pensiamo di avere capito male (28 per cento) o non ci crediamo per partito preso (34)? La caccia ai colpevoli ci porta subito sul pianeta Moda. Dove vivono quelle filiformi modelle che consideriamo così affascinanti nel loro sottopeso preoccupante, e che vogliamo imitare a ogni costo. "Le abbiamo elette a ideale di bellezza senza renderci conto che sono virtuali" commenta la scrittrice Alessandra Appiano. "Dove troviamo nella vita vera delle donne così? Quelle sono ragazzine affamate, che probabilmente fra dieci anni, se inizieranno a mangiare, diventeranno morbide come qualsiasi donna normale".

È severissima la Appiano, che nel nuovo romanzo Scegli me (Sperling & Kupfer) fa dire a uno dei suoi personaggi: "Come è possibile che le protagoniste di un incubo ordinario rappresentino il sogno femminile?". Ce lo chiediamo anche noi. "Quei corpi asciutti, secchi, senza curve riflettono un ideale non solo estetico: quello di donna "non materna", competitiva, efficientissima" suggerisce la psicologa Elena Riva, dell'Istituto Minotauro. "Insomma, la donna che, per poter essere credibile nel mondo del lavoro, è costretta a diventare sempre più simile all'uomo, anche nel fisico" commenta la storica della moda e del costume Cristina Giorgetti.

Oddio, no! Persino nella lotta con la bilancia c'entra la guerra tra i sessi. Non se ne può davvero più. "Però ammettetelo: non è certo per piacere a noi maschi che vorreste essere più magre" accusa lo psicoterapeuta Giulio Cesare Giacobbe. "Le curve ci piacciono e il sex appeal non c'entra niente con il peso. Ci seduce la donna calda, quella che ci fa capire che è disposta a darsi" dice.

"Ma dove? Al buio va bene tutto, vero. Ma per strada gli uomini vogliono esibire compagne dal corpo perfetto" dichiara Simona Izzo, regista e sceneggiatrice, che nel libro L'amore delle donne (Mondadori) confessa di aver provato tutte le diete del mondo: "Purtroppo l'unica cosa che mi fa dimagrire è il dolore. Io comunque se non dovessi fare tv, mi andrei benissimo: taglia 46 su un metro e 72. Il problema è che il piccolo schermo allarga e mi fa sembrare il doppio".

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/chi-ci-ha-messo-in-testa-di-essere-grissini$$$Chi ci ha messo in testa di essere grissini?
Mi Piace
Tweet