Cosmetici: tecno e bio? 

Alcune donne si fidano solo dei prodotti nati nei grandi laboratori di ricerca. Altre credono nella bontà dei rimedi naturali. Chi ha ragione? Ne abbiamo parlato con gli esperti, abbiamo confrontato i trattamenti. Ed ecco che cosa abbiamo scoperto

di Laura D'Orsi  - 13 Aprile 2006

Perché scegliere tecno

La voglia di novità è sicuramente un ottimo movente per acquistare un cosmetico tecnologico. Ma non è il solo. Ecco altri cinque motivi per scegliere tecno.

» Questi prodotti sono frutto di ricerche scientifiche all’avanguardia. Sia per quanto riguarda gli ingredienti, sia per le tecnologie innovative che permettono di modificare le diverse sostanze rendendole, per esempio, piccolissime con la micronizzazione e quindi più penetranti. Oppure, a cessione ritardata come certi farmaci, così gli effetti durano a lungo.

» I cosmetici tecno sono capaci di raggiungere esattamente il bersaglio prefissato. Nei laboratori di ricerca delle più importanti aziende, infatti, si studiano i meccanismi che provocano i vari inestetismi come, per esempio, i cedimenti cutanei, le rughe o la disidratazione. E, una volta individuati, si cercano (o si “creano”) le sostanze attive capaci di modificare al meglio la situazione.

» Le creme tecno cercano di risolvere nel più breve tempo possibile ogni inestetismo. Alcune, per esempio, sfruttando anche un effetto ottico, riescono a dare un’aria di giovinezza immediata al viso.

» Anche se, spesso, i cosmetici tecno utilizzano sostanze di origine naturale, lo fanno in modo nuovo. Attraverso le cosiddette biotecnologie, per esempio, le rimaneggiano a tal punto da mantenerne solo alcune caratteristiche. Altre volte, estraggono e utilizzano le parti più attive di una singola sostanza naturale, separandole da quelle meno utili. E certe sostanze, come le vitamine, vengono “costruite” in laboratorio.

» I prodotti tecno si avvicinano sempre più ai trattamenti che offre la medicina estetica. Come, per esempio, i filler per riempire le rughe o l’acido glicolico per rivitalizzare i tessuti. «Danno risultati interessanti, anche se non sono gli stessi che si ottengono iniettando le sostanze direttamente nella pelle anziché applicandole sopra» chiarisce Magda Belmontesi.

Perché scegliere bio

Una volta i prodotti naturali erano più simili alle ricette casalinghe che ai veri cosmetici. Ma ora le cose sono molto cambiate. Ecco le loro caratteristiche.

» I cosmetici bio utilizzano sostanze vegetali delle quali, sia per antica tradizione sia per esperienza pratica, si conoscono già le virtù. E, spesso, capita che indagini scientifiche attuali confermino la bontà di ingredienti naturali usati da sempre.

» Questi prodotti offrono un approccio meno specifico ma più naturale e fisiologico alle esigenze della pelle. Per esempio, si sa che quel certo estratto vegetale contrasta la disidratazione. Quindi, viene scelto come ingrediente per una crema idratante. In altre parole, è la sostanza attiva che fornisce la risposta al problema.

» Proprio perché è più vicino ai processi biologici, il cosmetico naturale non fornisce risposte immediate. Ma stimola la pelle affinché “impari nuovamente” a produrre le sostanze che la mantengono bella e sana. Insomma, è un metodo più olistico, che tiene conto delle capacità del corpo di curarsi e rigenerarsi da solo.

» I prodotti bio utilizzano sostanze il più possibile naturali. «Anche se il cosmetico biologico in assoluto non esiste» avverte la dermatologa. «Perché gli ingredienti devono comunque subire una lavorazione, per garantirne la stabilità ed evitare che si alterino».

» Le creme naturali non aggrediscono mai i problemi che devono risolvere. Ma li trattano in modo soft, rispettando la fisiologia della pelle. E, anche se alcune sostanze vegetali sono veramente molto attive, non alterano mai l’equilibrio cutaneo.

LE SOLUZIONI TECNO PIÙ NUOVE

Ecco le parole chiave che ti aiutano a leggere le etichette dei cosmetici tecno.

I botox like.

Sono prodotti che mimano l’azione del botulino. «Agiscono rilassando i muscoli pellicciai, cioè quelli che si trovano sulla superficie della pelle, e attenuano le rughe di espressione» spiega la cosmetologa Antonella Antonini.

Enzimi.

Sono l’alternativa più recente agli alfaidrossiacidi per il rinnovamento delle cellule. Stimolano l’esfoliazione, favoriscono l’idratazione e rinforzano le difese della pelle.

Polimeri tensori.

Ecco una scoperta davvero interessante: alcune sostanze (polimeri), quando si trovano sulla superficie della pelle, formano una sorta di reticolo chimico in grado di sostenerla. Il risultato è una distensione immediata delle rughe. «Gli effetti si vedono dopo 15 minuti. E scompaiono dopo avere lavato il viso» spiega la cosmetologa.

Effetto filler.

La tecnica si ispira ai filler della medicina estetica. Le sostanze si depositano sulla superficie del solco, spianandolo.

LE SOSTANZE BIO PIÙ EFFICACI

Ecco gli ingredienti naturali che attualmente sono tra i più utilizzati nei cosmetici.

Gli estratti di uva.

Contengono una sostanza antiossidante, il resveratrolo, che rinnova le cellule e le protegge dall’invecchiamento. «Queste proprietà sono state osservate nei grappoli dell’uva colpita da grandine: i buchi che si formano, infatti, tendono a cicatrizzarsi spontaneamente» spiega la dottoressa Belmontesi.

L’acido ialuronico.

È un idratante. Si trova in quasi tutti i cosmetici tecno e bio, ma è di origine naturale. «Prima si estraeva dalle creste dei galli. Adesso, si ricava da un processo di fermentazione batterica» dice la dottoressa Antonini.

Il collagene vegetale.

Viene da una pianta, l’acacia senegal, e ha la capacità di trattenere molta acqua nei tessuti. «Si chiama anche estensina e ha la stessa struttura del collagene animale» spiega la cosmetologa.

Il plancton termale.

Si forma durante il riposo delle argille sul fondo delle vasche termali. Contiene vitamine e minerali, esfolia e tonifica.

Donna moderna consiglia

se sei un’amante del naturale, scegli bio anche il make up. E non solo negli ingredienti. Aveda, per esempio, ha una linea di matite il cui fusto di legno proviene da foreste ecosostenibili.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/cosmetici-tecno-e-bio$$$Cosmetici: tecno e bio?
Mi Piace
Tweet