Come trattare il cuoio capelluto sensibile

  • 1 5
    Credits: Olycom

    Sensibili si nasce, ma a volte si diventa. A cominciare dal cuoio capelluto, che infatti può irritarsi a causa di prodotti per capelli aggressivi, lavaggi troppo frequenti, agenti chimici oppure trattamenti strong fatti dal parrucchiere.

    Te ne accorgi se i sintomi di prurito, irritazione, fastidio e desquamazione subentrano subito dopo. La soluzione? Usare prodotti più delicati, ricchi di emollienti e non troppo schiumogeni. Sono proprio i tensioattivi i "responsabili" sia della schiuma che delle irritazioni (se già si è predisposti).

    Volta pagina per leggere i suggerimenti per trattare il cuoio capelluto sensibile.

  • 2 5
    Credits: Corbis

    Quando lavarli

    A meno che tu non pratichi sport in maniera costante, non superare i 3 lavaggi a settimana.  
    Vuoi lavarli tutti i giorni? Solo se fai allenamenti intensi che portano a farti sudare molto oppure se vivi in zone molto inquinate. In quest'ultimo caso eviterai che le particelle inquinanti, che si depositano sulle cuticole, causino un’infiammazione che procuri arrossamenti, irritazioni e pruriti del cuoio capelluto. Proprio ciò che i dermatologi chiamano sindrome del cuoio capelluto sensibile.

  • 3 5
    Credits: Corbis

    Come deve essere lo shampoo?

    Delicato! Con un Ph compreso tra 5 e 7,5 e deve contenere pochi tensioattivi, cioè le sostanze che hanno il compito di eliminare le impurità. Più è alta la loro concentrazione, più il detergente è aggressivo: oltre a lavare il cuoi capelluto, potrebbe anche rimuovere il film sebaceo che protegge il capello, rendendolo vulnerabile alle aggressioni esterne.

  • 4 5
    Credits: Olycom

    L'asciugatura

    Molto importante è asciugare i capelli con delicatezza. Se non vuoi o non puoi asciugare i capelli all'aria, il phon va usato con attenzione.

    Per evitare che il cuoio capelluto si sensibilizzi ancora di più segui, tienilo ad almeno 15 centimetri di distanza dalla testa. Calibra la temperatura, che non deve essere troppo calda. Un calore eccessivo può bruciare la radice dei capelli o indebolirne la struttura.

    Se puoi, utilizza il diffusore, che non indirizza l’aria calda a una ciocca sola ma alla testa intera.

  • 5 5
    Credits: Olycom

    Dedicati all'automassaggio

    Un cuoio capelluto sensibile può trarre giovamento dalla riattivazione della circolazione che apporti al bulbo e al fusto capillare ossigeno e nutrient indispensabile. Come fare? Stimola il microcircolo al livello della testa con un massaggio specifico: si esegue esercitando per qualche minuto delle lievi pressioni in grado di scuotere i vasi. Premi lievemente i polpastrelli sul centro della testa, cercando di spostare il cuoio capelluto in avanti e indietro. Quindi estendi il massaggio a tutta la testa, partendo dall’attaccatura dei capelli e scendendo verso la nuca.

/5

Suggerimenti e consigli per lenire il cuoio capelluto irritato

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te