Fattori che irritano la pelle

  • 1 5
    Credits: Corbis

    Cosmetici inadeguati

    L'uso di prodotti non adatti al proprio tipo di pelle oppure aggressivi è tra le principali cause che scatenano un'irritazione cutanea. In particolare, i detergenti ricchi di tensioattivi schiumogeni asportano il film idrolipidico rendendo la cute secca, fino a desquamarla.

    Sotto accusa anche l'uso di tonici alcolici, creme troppo profumate o preparati cosmetici con acidi esfolianti acidi, che aggrediscono lo strato superficiale dell'epidermide.

    Il suggerimento dei dermatologi è quello di applicare prodotti ipoallergenici, possibilmente calmanti, privi di profumo e nickel. Danno sollievo alla pelle irritata e calmano le manifestazioni fastidiose.

  • 2 5
    Credits: Corbis

    Fattori climatici

    Il freddo estremo o le temperature calde, o gli improvvisi cambi di temperatura sono scarsamente tollerati dalle persone con pelle sensibile. Un alto tasso di umidità provoca un aumento della sudorazione e può provocare sintomi fastidiosi cutanei, come appunto le irritazioni.
    Un basso tasso di umidità asciuga la pelle, soprattutto durante i mesi invernali quando le case sono riscaldate. Sfortunatamente, gli umidificatori non aiutano molto; la miglior protezione contro il “prurito invernale” è la regolare applicazione di creme idratanti. Mentre si può fare poco per il clima (e trasferirsi in una nuova zona climatica non ha senso), si può rendere più confortevole il proprio ambiente domestico. Due manovre utili per contrastare il problema sono il settare al minimo i termostati ed indossare pochi indumenti durante il sonno al fine di prevenire la sudorazione notturna.

  • 3 5
    Credits: Corbis

    Il ruolo dello stress

    Molte persone riconoscono una relazione tra circostanze stressanti nella loro vita e la riacutizzazione della loro pelle sensibile. La rabbia, la frustrazione e l’imbarazzo accelerano la comparsa di irritazioni cutanee, tra cui il rossore, il pizzicore e il prurito.

    Le persone che ne vanno soggette dovrebbero imparare come evitare il peggioramento della pelle sensibile a causa degli emozionali. I due concetti importanti per questo sono:

    • Imparare ad affrontare gli eventi psicologicamente stressanti;
    • Controllare il comportamento del grattamento.
  • 4 5
    Credits: Corbis

    Cibi irritanti

    Alcuni cibi possono irritare la pelle, in particolare quelli piccanti o particolarmente speziati. Per evitare di irritare la pelle, è bene limitarne il consumo, privilegiando cibi ricchi di vitamina C (di cui sono ottime fonti agrumi, kiwi, fragole) e P (more, ciliege, mirtilli, albicocche, uva e prugne) che proteggono i capillari.

    Infine, è utile ridurre l'assunzione di caffè e alcolici.

  • 5 5

    Smog e polveri sottili

    Depositandosi sulla nostra cute, smog e polveri sottili modificano e alterano il film idrolipidico con conseguente perdita di acqua transepidermica e disidratazione; inoltre, si mescolano con il sebo, sporcando maggiormente la pelle. In risposta all'inquinamento pare che vengano liberati dei neurotrasmettitori e che questi ultimi siano responsabili di vasocostrizione. Il risultato è una pelle spenta e opaca a causa della ridotta irrorazione. Ci sono inoltre interessanti studi a testimonianza del fatto che lo smog sia dannoso. Una recente ricerca, condotta per un anno su un campione di persone lombarde da parte di un istituto scientifico milanese, indica che quando aumentano i livelli di polveri sottili aumentano in proporzione anche gli effetti desquamativi di pelle e cuoio capelluto associati a irritazione e secchezza. Secondo altri dati pare che l'inquinamento sia responsabile dell'aumento di dermatiti atopiche e allergie cutanee.

/5

Cosa sensibilizza la pelle? Scoprilo nell'agile guida sulle cause maggiormente responsabili di secchezza, pizzicori e arrossamenti

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te