È vero che in autunno cadono i capelli? 

È una frase che suona come un luogo comune. Eppure, è fondata. Si
tratta di un fenomeno naturale e capita a tutti. Ma, con l'aiuto della dermatologa, possiamo capire perché succede e come rimediare

di Laura D'Orsi  - 09 Novembre 2006

«Sì, è proprio vero che in autunno cadono i capelli» spiega la dermatologa Magda Belmontesi. «Questo fenomeno aumenta nelle stagioni intermedie per un motivo abbastanza curioso. È il ricordo genetico di una caratteristica tipica dei mammiferi: la muta del pelo.
Nei periodi fra settembre e novembre e più avanti, verso marzo, maggio, alcuni ormoni, influenzati dalle ore di luce, attivano un processo che porta a un aumento del numero di capelli in fase di caduta. Inoltre, dopo l'estate, i bulbi sono più indeboliti a causa dello stress provocato dall'esposizione ai raggi solari.
Si tratta, perciò, di un fenomeno fisiologico, che non deve preoccupare se non dura più di 2, 4 settimane. Se, invece, i capelli appaiono anche molto fragili e sottili, oppure se trascorso questo periodo non si nota un rinfoltimento, è meglio rivolgersi a un dermatologo per scoprire la vera causa della caduta».

Gli integratori aiutano?

«Certamente sono un valido aiuto» continua la dermatologa. «Contengono vitamine, oligoelementi (come zinco e rame) e altre sostanze (per esempio cisteina e metionina), che rafforzano la struttura del capello e migliorano le condizioni dei bulbi. Vanno presi per almeno due mesi. Prima di assumerli, però, è sempre opportuno chiedere il parere del proprio medico, soprattutto se si hanno problemi gastrici, perché alcuni aminoacidi presenti nella formula possono essere difficili da digerire.

Le fiale funzionano?

«Anche le lozioni sono un aiuto, soprattutto se associate agli integratori» chiarisce Belmontesi. «Non fanno miracoli, però rendono più forti i capelli in fase di crescita. I prodotti migliori sono a base di aminexil e vanno frizionati sulla testa asciutta o poco umida a giorni alterni».

Il massaggio è utile?

«Sì, perché riattiva la microcircolazione e migliora l'afflusso di sangue nel cuoio capelluto, quindi aumenta il nutrimento che arriva ai follicoli» dice la dottoressa Belmontesi. «Il massaggio si esegue con le dita aperte a rastrello, dalla nuca verso la sommità del capo, muovendo i polpastrelli in modo circolare senza strofinare, però, le radici. È sufficiente esercitare una lieve pressione facendo scorrere il cuoio capelluto sull'osso sottostante».

Le maschere fanno bene?

«Sì, soprattutto se i fusti hanno bisogno di essere ristrutturati» dice Belmontesi. «In genere contengono proteine, vitamine e sostanze che eliminano l'elettricità statica. Non rinforzano, invece, i follicoli».

Permanente e colore indeboliscono?

«Nel periodo di maggior fragilità, è meglio fare un trattamento solo» consiglia l'esperta. «Se, però, il colore si limita a un ritocco della ricrescita o a un riflessante che se ne va dopo 6, 8 lavaggi, non ci sono problemi».

Il phon è un rischio?

«No, usare il phon con il bocchettone troppo vicino o a un calore eccessivo può rovinare la struttura dei capelli, ma non li fa cadere» risponde la dermatologa. «La cosa migliore, dopo il lavaggio, è tamponarli delicatamente con una salvietta e poi farli asciugare all'aria. Se si ha poco tempo si può usare il phon, ma la temperatura deve essere tiepida. È consigliabile anche l’uso di un diffusore, che impedisce al calore di concentrarsi troppo in una zona limitata».

Cambiare shampoo serve?

«Si può optare per un prodotto che faccia meno schiuma, o addirittura un olio» suggerisce Belmontesi. «Così, si combatte l'azione del calcare presente nell’acqua, che secca e rovina i fusti».

Il taglio rinforza?

«No, al massimo dà volume perché elimina le estremità più sottili e sfibrate, oppure le doppie punte» chiarisce l'esperta. «Il fusto del capello è costituito da cellule prive di vita, che non traggono alcun vantaggio dal taglio».

La stiratura è permessa?

«In questa fase, sarebbe meglio evitare la piastra e usare phon e spazzola non più di una volta alla settimana» dice Belmontesi. «La stiratura è un trattamento piuttosto aggressivo, che può indebolirli ulteriormente».

Donna moderna consiglia mangia tutti i giorni carne o pesce, insieme a molta verdura e frutta. Questi alimenti forniscono all'organismo ferro e altri minerali, oltre a proteine e vitamine, che migliorano la salute dei capelli e ne favoriscono la ricrescita.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/e-vero-che-in-autunno-cadono-i-capelli$$$È vero che in autunno cadono i capelli?
Mi Piace
Tweet