Come sembrare più vecchia con questi errori di look

Credits: Shutterstock
/5

Non è certo un tuo desiderio, vero? Leggi quindi la guida al contrario su sembrare più giovane, cambiando rotta nella propria beauty routine. Valido non sempre dopo gli anta

 

Già dopo i 35 anni, invecchia in genere un aspetto poco curato che non può essere più scambiato con il mood acqua e sapone né tantomeno con l'effetto liceale che non ha ancora trovato un suo stile.

1. Sopracciglia troppo rade
Dopo anni di epilazioni selvagge armate di pinzetta 6 giorni su 7, resta ben poco degli archi armonici che incorniciano lo sguardo. Nessuno invita ad imitare le sopracciglia folte di Cara Delevingne, ma di certo lasciare che le proprie sopracciglia siano svuotate o troppo sottili non giova certo all'espressione. Che, con il contorno occhi meno fresco, può apparire apparire stanca o invecchiata.

2. Idratare troppo poco la pelle
Se la pelle ha sete, si vede. Con linee di espressione marcate, pellicine e aridità diffuse. Tutto ciò regala anni ad un incarnato che altrimenti sarebbe fresco. Il consiglio è di passare ad una crema più dissetante o nutriente, qualora la pelle reclamasse più acqua o nutrimento.

3. Indossare un fondotinta "asciutto"
Proprio come sopra, il prodotto sbagliato (in questo caso un mat su pelle secca) evidenzia le linee di espressione, soprattutto ai lati del naso e della bocca. Inoltre, conferisce un aspetto generale arido che invecchia.

4. Non coprire le occhiaie, o coprirle troppo
L'uso bipolare del correttore - in un senso e nell'altro - appesantisce lo sguardo, la prima zona che mostra i segni dell'età. Se ci si dimentica di coprirle (tanto ci pensa il fondotinta), il viso appare comunque stanco, a parità di ore di sonno. Se invece si esagera con il copriocchiaie (magari troppo chiaro o troppo aranciato), le si evidenzia ancora di più. Che dire del correttore in stick quando son comparse già le zampe di gallina? Meglio optare per un correttore fluido a copertura modulabile.

5. Non usare mai il fard
Due colpi di pennello sulle gote rendono il colorito salutare, come dopo una giornata all'aria aperta. L'assenza totale di colore ingrigisce anche il look più sfavillante. Non hai voglia di acquistare il blush? Usa il rossetto! Non correrai nessun pericolo di sbagliare nuance né di esagerare con le quantità.

6. Troppo nero sugli occhi
Il Kajal nero è bello e fa orientale, ma dopo gli anta, se gli occhi son segnati o piccoli o la pelle è in eccesso, meglio optare per un morbido marrone o grigio. E se si potesse abbandonare l'uso della matita dentro l'occhio, lo sguardo ne guadagnerebbe...in giovinezza!

7. Abbronzatura caraibica
Al di là dei danni alla pelle, dopo gli anta le scorpacciate di sole avvizziscono anche la pelle più curata. Raro che l'abbronzatura sia completamente uniforme, almeno sugli zigomi. Inoltre, ceretta dopo ceretta si può rischiare di ritrovarsi con il baffetto scuro! Per non parlare delle macchioline sul décolleté che già a primavera inoltrata emergono. Meglio non scendere sotto il 30 e abbronzarsi moderatamente.

8. Trascurare il collo e le mani
Il primo si riempie di righe, il secondo di macchie. Entrambi rivelano i segni dell'età. Inizia ad allungare la mano sul collo "sporca" della stessa crema con cui hai idratato il viso. Poi passerai alle creme specifiche. Per quanto riguarda le mani, la sera nutrile con prodotti che contengano tra gli altri principi attivi schiarenti.

9. Portare i capelli troppo lunghi
A meno che non si sia altissime e bionde, i capelli troppo lunghi (ben oltre la linea del reggiseno, per intenderci) appesantiscono la figura e induriscono. Perché non portare una media lunghezza che sfiori appena le spalle? È anche quella più portabile, oltre a slanciare le più minute.

10. Un colore di capelli sbagliato
Troppo scuro o troppo chiaro o troppo vivace. Meglio regalarsi una seduta da un consulente che sappia individuare la nuance adatta a sé.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te