Bianco addio 

Non importa che i primi compaiano già a 30 anni: i capelli bianchi ci invecchiano. Nasconderli però è facile, scegliendo i colori giusti a seconda della loro quantità. Gianluca Inverni, Esperto Colore Garnier, ci insegna come coprire perfettamente i capelli bianchi

di DonnaModerna.com consiglia  - 27 Maggio 2010
 

Pare che Jennifer Aniston, 41 anni, dopo aver trovato sulla testa un capello bianco sia scoppiata a piangere disperatamente. E, in seguito, abbia confessato a un’amica che non era proprio il primo, ma il più lungo! In realtà, può dirsi fortunata: i capelli bianchi iniziano a comparire, solitamente, intorno ai 30, 35 anni. Soprattutto se si ha la chioma chiara come Jennifer, non si notano perché sono dei singoli fili sparsi qua e là. Con il tempo, però, tendono ad aumentare sulle tempie e ai lati del viso: è il momento di intervenire in modo mirato con Nutrisse, la marca consigliata dal nostro esperto.

BASTA UN RIFLESSO FREDDO
Finché i capelli bianchi sono pochi, meno del 40 per cento, e disseminati un po’ su tutta la testa, per farli sparire si può usare qualunque tipo di colorazione. «Se si vogliono solo nascondere, va benissimo quella tono su tono senza ammoniaca, come Movida o Herbashine, che dà splendidi riflessi alla capigliatura» spiega Gianluca Inverni, l’Esperto Colore Garnier. «Se, invece, si desidera mimetizzarli diventando un po’ più bionde, serve una colorazione permanente come Nutrisse, che schiarisce di due toni con risultati perfetti. L’ideale è optare per una tonalità cenere, così si evitano indesiderati riflessi giallastri».

CI VUOLE UN TOCCO DORATO
Quando i capelli bianchi sono circa la metà, è indispensabile ricorrere a una colorazione permanente come Nutrisse. «Il motivo è semplice: grazie alla sua formula, penetra all’interno della fibra capillare, modificando il colore. Oppure, come nel caso dei capelli bianchi, ricreandolo come se fosse naturale» chiarisce l’esperto. I colori su cui puntare? «Stanno bene le tinte dorate o ramate, che danno luce al viso e mimetizzano le prime rughe».

MEGLIO UNA TINTA PIENA
E se i capelli sono bianchi al 100 per 100? «In questo caso, consiglio di puntare sui colori Naturali della gamma Nutrisse, cioè quelli a tinta piena e senza riflessi» dice l’esperto. «Le tonalità vanno bene tutte, da Liquirizia, che è un nero brillante, a Camomilla, che è un biondo chiarissimo. No, invece, ai colori con sfumature rosse: quelle rame tendono a diventare arancioni, quelle mogano bordeaux. In entrambi i casi, con un pessimo risultato estetico».

Per saperne di più visita il sito www.garnier.it

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
bellezza/garnier/bianco-addio$$$Bianco addio
Mi Piace
Tweet