Guida anticaldo 

L'aria condizionata non basta? In queste pagine trovi tanti consigli insoliti: frizioni sulla pianta dei piedi, massaggi con gel alla vitamina B, ombretti colore del ghiaccio. Tutti preziosi, tutti refrigeranti

di Laura D'Orsi  - 15 Giugno 2006

Arriva il caldo e tutto il nostro corpo è impegnato a combatterlo. A cominciare dalla pelle, che è la prima a risentire dell’afa. «L'epidermide regola l'80 per cento della nostra temperatura, quindi va preparata a svolgere il suo compito con efficienza» spiega la dermatologa Magda Belmontesi. Ecco le strategie per trovare un po’ di refrigerio quando il termometro sale. E per mantenere anche il giusto grado di idratazione ed elasticità della pelle.

Ferma il sudore con un profumo

«Quando fa freddo, i vasi sanguigni e i pori si restringono per conservare al massimo il calore interno. Quando fa caldo, accade esattamente il contrario: la rete dei capillari tende a dilatarsi, provocando la sudorazione, che serve proprio ad abbassare la temperatura interna del corpo» chiarisce la dermatologa Belmontesi. Ma spesso in estate l'umidità è molto alta e la sensazione di calore si avverte ancora di più: le minuscole goccioline d'acqua presenti nell'aria, infatti, impediscono al sudore di evaporare. In questi casi, il rimedio migliore e più veloce per bloccare la sensazione di caldo è il ghiaccio.

Metti nel lavandino un po' di acqua con qualche cubetto di ghiaccio e immergi per pochi istanti le mani e le braccia, fino ai gomiti. Oppure strofina i cubetti direttamente sulla pelle. Ma attenzione: non tutte le zone del corpo si equivalgono. «Per provare refrigerio, bisogna raffreddare i punti in cui la cute è più sottile e ben irrorata dai vasi sanguigni superficiali: i polsi, le caviglie e il collo. Queste aree sono attraversate da numerose terminazioni nervose: applicando il ghiaccio, la sensazione di sollievo si trasmette molto rapidamente al cervello che, di conseguenza, blocca lo stimolo a produrre sudore» chiarisce la dermatologa. Per aumentare la sensazione di freschezza, dopo aver passato i cubetti, spruzza sui polsi e sulle altre zone sensibili un profumo con note di geranio, menta, limone, basilico o salvia.

Secondo l'aromaterapia, queste fragranze agiscono sui recettori del cervello facendogli percepire meno il caldo. Ricorda, però, che questi trucchi non valgono per il viso sia perché il profumo contiene alcol, che può irritare la pelle, sia perché l'acqua del rubinetto e il ghiaccio sono ricchi di calcare, che si deposita sull’epidermide e la disidrata ancora di più. Per eliminare il velo umido di traspirazione e combattere i rossori, è meglio vaporizzare sulla pelle un prodotto specifico come un'acqua termale in versione spray, talmente ricca di sali minerali e di oligoelementi, che restituisce subito un bel colorito e ristabilisce il livello ottimale di idratazione.

Donna moderna consiglia

Se vuoi riposare bene anche nelle notti più afose, prima di coricarti prepara una tisana rinfrescante. Metti in infusione in acqua bollente, per 5 minuti, un cucchiaino di passiflora e uno di fiori d'arancio. Filtra, aggiungi del ghiaccio e bevi a piccoli sorsi.

Prova le carezze rivitalizzanti per le gambe

Quando la temperatura sale, l’organismo si surriscalda e la circolazione subisce un rallentamento, provocando un senso di pesantezza alle gambe che si fa sentire soprattutto la sera. Per sgonfiarle rapidamente, c'è un sistema infallibile: il massaggio del piede. «Questa parte del corpo comprende molte terminazioni nervose. Inoltre, la zona posteriore della caviglia e quelle ai lati del tendine d'Achille sono strategiche per la circolazione. Per riattivarla, basta stimolare questi punti nel modo corretto» consiglia la dermatologa Belmontesi. Prima di procedere con il massaggio, conviene sgonfiare le gambe appoggiandole al muro e tenendole sollevate per almeno 5 minuti. Poi, sotto la doccia, dirigi il getto d’acqua fredda dalla caviglia al polpaccio fino al ginocchio per un paio di minuti: così stimolerai l’elasticità dei capillari. Una volta asciugata bene, siediti e inizia la digitopressione del piede. Comincia con movimenti circolari delle mani sul dorso e sulla pianta. Poi procedi con l’impastamento: si fa con i polpastrelli dell’indice e del pollice pizzicando delicatamente gli spazi fra le dita e tutta la pianta del piede. Con i pollici, poi, premi l’arco plantare facendo scorrere più volte i polpastrelli dal tallone verso le dita. Fai lo stesso sfioramento ai lati del tendine d’Achille, dal basso verso l'alto. Infine, sciogli le articolazioni della caviglia e di ogni singolo dito eseguendo movimenti circolari.

Tieni le creme in frigorifero

Lo si fa spontaneamente con gli alimenti: arriva il caldo e si mettono in frigorifero persino la pasta e il riso perché durino di più. Con le creme puoi fare altrettanto, ma non solo per conservarle meglio. «È un trucco molto efficace per rinfrescare viso e corpo» suggerisce la dermatologa. Metti nel reparto più fresco il siero per il contorno occhi. In questo modo, dopo averlo applicato, ridurrai molto le borse che, con il caldo, si formano nella zona delle palpebre. Allo stesso modo conserva i prodotti che usi per togliere i gonfiori alle gambe o per la cellulite: il fresco riattiverà la circolazione consentendo ai principi attivi di essere assorbiti meglio. «I prodotti antirughe, invece, si possono tenere indifferentemente in frigo o fuori» aggiunge l’esperta. «Cercando, però, di sostituire le creme con dei gel. Le prime, infatti, contengono sostanze grasse che possono occludere i pori, aumentando la traspirazione. I gel, invece, appena stesi, per effetto dell’evaporazione, regalano subito un piacevole brivido fresco». Da aumentare così: la sera, stendi il cosmetico sul viso e poi applica un’apposita maschera ghiacciata, appena estratta dal freezer. La mattina invece, dopo il trucco, spruzza sul viso dell’acqua termale fredda: servirà anche a fissare il make up.

Fai gocciolare acqua fredda nella vasca

L'acqua è la migliore alleata per contrastare il caldo, ma bisogna saperla usare bene. «Mai cedere alla tentazione di fare la doccia fredda, anche se con certe temperature può sembrare una buona idea» raccomanda la dermatologa Belmontesi. «Dopo il primo momento di sollievo, si sentirà ancora più caldo di prima e si suderà di più, a causa del rapido passaggio dalla vasocostrizione alla vasodilatazione». Per sottrarre calore al corpo, meglio fare un bagno tiepido, a una temperatura tra i 25 e i 30 gradi. Fai così: sciogli nell'acqua due o tre cucchiai di bicarbonato, che ha un effetto rinfrescante e aiuta a tenere sotto controllo la sudorazione. Poi, lascia gocciolare nella vasca dell’acqua fredda, abbassando gradualmente la temperatura. Per sentirti ancora meglio, puoi aggiungere quattro o cinque gocce di oli essenziali aromatici. Quelli agli agrumi, come l’arancia amara, il limone e il pompelmo, sono i più indicati. Rimani immersa per 10 minuti, cercando di allontanare tutte le tensioni. Dopo il bagno, massaggia sul corpo un po' di olio di mandorle mescolato a due gocce di essenza di cipresso o eucalipto, che regolano la sudorazione. Oppure, prova un fluido che contenga vitamina B. «La B5, in particolare, ha un potere igroscopico, cioè è in grado di assorbire l’umidità dell’aria. Quindi, idrata e mantiene la pelle più fresca» spiega la dottoressa Belmontesi.

Idrata le labbra con i gloss tinta sorbetto

Quando il termometro sale, uno degli effetti più spiacevoli è il viso lucido, che non tiene il trucco. «Se, poi, il tasso di umidità si alza rapidamente, l’organismo è costretto a difendersi espellendo grandi quantità di scorie e tossine. I pori, specie quelli del viso, la zona più esposta, si dilatano incamerando tutte le impurità» dice la dermatologa. La prima cosa da fare è usare, mattina e sera, un detergente delicato in schiuma. «Subito dopo, è utile tamponare la pelle con un tonico tenuto in frigorifero, che riesce a chiudere meglio i pori dilatati» suggerisce il truccatore di sfilate Daniele Renica Noè. Per quanto riguarda il make up, l’obiettivo è farlo durare. Quindi, no al fondotinta, che occlude i pori e fa traspirare il viso. Meglio usare un fluido idratante colorato, che dona un bel colore solare senza creare l'effetto maschera. Per il trucco occhi, preferisci gli ombretti in polvere: le particelle finemente micronizzate asciugano l'umidità della pelle e durano di più. E, per scegliere i colori, lasciati guidare dalla cromoterapia: le tinte che trasmettono freschezza ed esorcizzano il caldo sono il verde, l’azzurro, il turchese, il violetto. In pratica, tutte le sfumature del mare e del ghiaccio, molto di moda in questa stagione. Completa il trucco anticaldo con un gloss: è più idratante del rossetto.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/guida-anticaldo$$$Guida anticaldo
Mi Piace
Tweet