Hai il ciclo? Coccolati di più 

Possono essere giorni fastidiosi. Ci guardiamo allo specchio e, complice il malessere generale, vediamo tante cose che non vanno. Il viso arrossato, il naso lucido, la testa in disordine. Per tirarsi su non resta che dedicarsi tempo e attenzioni speciali

di Laura D'Orsi  - 17 Gennaio 2007

Si presentano puntuali tutti i mesi. Sono i fastidi legati al ciclo, che riguardano un po' tutte, dalle ragazzine alle cinquantenni. A causarli sono gli ormoni: nei giorni che precedono il flusso, gli estrogeni sono in "caduta libera". E iniziano lentamente a risalire solo quando arrivano le mestruazioni. Con il risultato che, in quell'arco di tempo, pelle, capelli e circolazione fanno decisamente i capricci. Per contrastare i beauty-inconvenienti di quei giorni, coccolati di più. Seguendo i consigli del dermatologo. E provando i piccoli trucchi di pronto intervento.

La pelle diventa sensibile, cambia subito crema

"Durante le mestruazioni, cambia il pH della pelle e aumenta la produzione di sebo. Così, i pori si occludono e si formano punti neri e brufoletti" dice il dermatologo Antonino Di Pietro. "Due le cose da fare: sostituire la crema idratante con un gel oil-free, che non unge. E usare un prodotto specifico antimperfezioni, per tenere a bada i brufoli". Chi ha la pelle sensibile, invece, vedrà peggiorare il problema. Infatti, oltre agli estrogeni, diminuiscono anche le naturali difese della cute, e basta niente perché la pelle si irriti e si arrossi. In questo caso, serve una crema ipoallergenica ricca di sostanze antinfiammatorie. Ed è vietato il sapone, troppo aggressivo.

I capelli sono grassi e pesanti, usa un olio detergente

"L'aumento della produzione di sebo ha conseguenze anche sui capelli, perché il grasso va a depositarsi proprio sul fusto capillare, rendendolo opaco e pesante" spiega Di Pietro. La soluzione? Durante questo periodo, basta semplicemente aumentare i lavaggi. Scegliendo, però, uno shampoo più delicato di quello che si usa di solito. "L'ideale è un olio shampoo, da usare anche tutti i giorni" consiglia il dermatologo. "Può sembrare una contraddizione, ma non è così: questi prodotti aiutano a regolare la produzione naturale di grasso e proteggono il film che riveste i capelli, mantenendoli leggeri e lucidi".

Le caviglie si gonfiano, massaggiale con l'ananas

Durante le mestruazioni, le gambe, e in particolare le caviglie, spesso sono gonfie e pesanti, tendono ad affaticarsi in fretta e, a volte, arrivano addirittura a far male. "La colpa è dell'aumento della ritenzione idrica caratteristico di quei giorni" dice il dottor Di Pietro. "Per drenare i liquidi, è utile un pediluvio con acqua tiepida e un pugno di sale grosso. Poi si massaggiano le gambe dal basso verso l'alto con un gel rinfrescante che contenga sostanze come plancton termale, ananas, betulla ed edera".

Le occhiaie si fanno evidenti, applica un impacco freddo

"Svegliarsi con occhiaie e borse è un altro inconveniente del ciclo" sottolinea il dermatologo. "Per attenuare le prime, il rimedio più veloce è fare un impacco con la camomilla fredda. Contiene bisabololo, che restringe i capillari: così l'alone scuro si attenua. Per eliminare il ristagno dei liquidi che provoca le borse, invece, serve una crema specifica da applicare con movimenti rubati alla tecnica del linfodrenaggio. Usando il dito medio e l'indice, si effettuano leggere pressioni dall'angolo interno dell'occhio a quello esterno". Un trucco in più: per la colazione, al posto del caffè, preferisci una macedonia di frutti di bosco: sono ricchi di flavonoidi, utili per proteggere i capillari e la microcircolazione.

La cellulite aumenta, bevi un infuso

"Le cellule adipose sono molto sensibili nei confronti degli ormoni. In particolare, l'arrivo del flusso provoca un rigonfiamento dei tessuti che peggiora l'aspetto della pelle a buccia d'arancia" dice Di Pietro. "Visto che la causa è la ritenzione idrica, bisogna bere più del solito. Magari un infuso di fiori d'arancio o di melissa, che attenuano il gonfiore. E localmente si può applicare un prodotto ricco di guaranà, caffeina e fucus, che svolgono un'azione drenante e tonificante".

Il seno è a rischio smagliature, fai uno scrub delicato

"Già qualche giorno prima del ciclo, la pelle del seno, ma anche quella di pancia e fianchi, si tende per colpa dei liquidi in eccesso. Con il rischio che si formino smagliature o si accentuino quelle già esistenti" avverte il dermatologo. "Per evitare il problema, è importante mantenere l'epidermide molto elastica". Innanzitutto fai un peeling delicato, per esempio con un prodotto per il viso. Serve a favorire rigenerazione cellulare e attenua i segni. Poi, due volte al giorno, usa una crema a base di oli vegetali di edera, coda cavallina, borragine e luppolo, che rendono morbida la pelle, e di silicio, che rinforza le fibre.

Depilarsi è più doloroso frizionati con il ghiaccio

La bella notizia c'è: depilarsi durante i giorni del ciclo è un vantaggio, perché gli ormoni sono in una fase di stallo e i peli spuntano più lentamente. Ed ecco la cattiva notizia: durante il flusso si è più sensibili al dolore. Così, la ceretta fa ancora più male. Se non vuoi rinunciare allo strappo, prova un anestetico naturale: il ghiaccio. Mettine qualche cubetto in un sacchetto di plastica e appoggialo per alcuni secondi sulle zone da trattare, sia prima sia subito dopo lo strappo.

Donna Moderna consiglia

per contrastare il mal di testa pulsante tipico del ciclo, fai (o fatti fare da lui) un massaggio del collo. Metti due gocce di olio essenziale di menta sulle dita e falle scorrere lungo le vertebre.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/hai-il-ciclo-coccolati-di-piu$$$Hai il ciclo? Coccolati di più
Mi Piace
Tweet