Si fa presto a dire yoga

  • 1 6
    Credits: Getty Images

    Iyengar - rinforza la schiena

    Cos'è Lo Iyengar è conosciuto anche come lo "yoga dell'allineamento". Il suo obiettivo, infatti, è quello di migliorare la postura, per renderla il più equilibrata possibile. «Per questo si usano anche attrezzi come elastici, cinghie e step. L'allenamento è piuttosto intenso, tanto che ogni lezione dura un'ora e mezzo» spiega Benedetta Spada.

    Livello di difficoltà Questa pratica non è difficile, ma è abbastanza impegnativa perché fa lavorare intensamente i muscoli di tutto il corpo. Le posizioni, infatti, si tengono da 30 secondi a due minuti, molto più a lungo che in altri tipi di yoga.

    Per chi va bene È la pratica più adatta a chi ha problemi di postura e per chi sta molte ore seduto e ha bisogno di rinforzare e allungare i muscoli che sostengono la colonna vertebrale.

    Da sapere Se hai un'ernia o problemi alle cervicali, questa disciplina potrebbe non essere adatta: si rischia di sollecitare troppo la colonna e avere fastidi. Chiedi consiglio all'insegnante prima di iscriverti, spiegando il tuo problema.

  • 2 6
    Credits: Getty Images

    Ashtanga - aumenta l'elasticità

    Cos'è L'Ashtanga è un'antica e tradizionale forma di yoga che, per portare a una profonda consapevolezza di se stessi, unisce respirazione, postura e sguardo. Letteralmente Ashtanga significa "otto livelli". Solo dopo aver imparato perfettamente i primi quattro, che insegnano le posizioni e il respiro, si passa a quelli successivi che riguardano gli organi interni.

    Livello di difficoltà È una disciplina impegnativa, che richiede grande allenamento. Sviluppa forza, resistenza e flessibilità. Rispetto ad altri tipi di yoga, è più movimentato. «Per esempio, il "saluto al Sole" prevede dei salti tra una posizione e l'altra, e non tutti riescono a farlo» dice l'esperta.

    Per chi va bene È ideale per chi pratica già uno sport e vuole aumentare la propria elasticità o riequilibrare la postura. Dal momento che stimola la tiroide, non va bene per chi ha disturbi ormonali, per esempio le donne con irregolarità del ciclo, o per chi ha problemi di insonnia.

    Da sapere Il respiro è il fondamento di questa disciplina. Se non si impara la giusta tecnica, non si può andare avanti. La respirazione, secondo chi pratica Ashtanga, aiuta a mantenere l'essenza divina che è in ognuno di noi. L'espirazione è un movimento verso il divino,

    l'inspirazione lo richiama verso di noi.

  • 3 6
    Credits: Getty Images

    Vinyasa - aiuta a dimagrire

    Cos'è «È una pratica che collega i movimenti alla respirazione. Le sequenze sono molto fluide e assomigliano a una danza» racconta l'esperta. Prevede anche una tecnica di respiro particolare, che richiede la chiusura parziale dell'epiglottide. In questo modo, si agisce sui canali energetici e si produce un forte riscaldamento della temperatura corporea interna.

    Livello di difficoltà Non è particolarmente difficile, ma occorre avere una buona coordinazione. Il Vinyasa è chiamato anche "danza del respiro" e i suoi movimenti formano una specie di coreografia. Può essere più complicato se non si è portati a compiere esercizi sciolti e fluidi.

    Per chi va bene Il Vinyasa è adatto a chi non ama uno yoga troppo statico, visto che le posizioni si tengono solo per 3-5 secondi. Va bene anche per chi vuole dimagrire o disintossicarsi. «In una lezione, che dura da un'ora a un'ora e mezzo, si arriva

    a bruciare fino a 600 calorie e si suda moltissimo» aggiunge l'insegnante.

    Da sapere Le prime sequenze che vengono insegnate sono le più semplici e hanno come scopo quello di purificare il corpo, allinearlo, e renderlo più flessibile. Così ci si prepara alle serie più avanzate, che lavorano sul sistema nervoso e sui canali energetici.

  • 4 6
    Credits: Getty Images

    Kundalini - combatte lo stress

    Cos'è È un tipo di yoga che utilizza, oltre al movimento e al respiro, anche il suono. La lezione comincia con dei mantra, ossia delle frasi che vengono ripetute più volte e che per la tradizione yoga hanno un significato spirituale. Insieme alle posizioni, i mantra servono per risvegliare l'energia interiore.

    Livello di difficoltà «Il Kundalini è un tipo di yoga che richiede meno doti fisiche di altri e, da questo punto di vista, è più facile. Ci vogliono, però, molta concentrazione e grandi energie mentali» spiega Benedetta Spada. «E questo può renderlo piuttosto impegnativo».

    Per chi va bene Il Kundalini è adatto a chi vuole approfondire la tradizione yoga, perché è impregnato della spiritualità propria della filosofia indiana. Inoltre, è utile a chi sta vivendo un momento di stress, per esempio un importante cambiamento nella propria vita,

    perché contribuisce a dare equilibrio.

    Da sapere Secondo la tradizione, la nostra energia vitale si trova in fondo alla colonna vertebrale ed è simboleggiata da un serpente addormentato, avvolto intorno alla base della spina dorsale. Praticando la disciplina, l'energia si risveglia. Quando questo avviene, si prova una sensazione di brezza sulla sommità della testa e sui palmi delle mani.

  • 5 6
    Credits: Getty Images

    Hatha - tonifica i muscoli

    Cos'è È la pratica più diffusa in tutto il mondo. La parola significa connessione e si riferisce al legame che c'è fra il corpo e la mente. Prevede esercizi per rilassarsi, per migliorare la postura e il respiro. Ha un ritmo lento e, tra i suoi principi, c'è quello della comprensione

    di se stessi: in pratica niente forzature, si fa fino a dove si riesce ad arrivare.

    Livello di difficoltà «È uno yoga dolce, adatto a tutti. Si chiama anche yoga dell'armonia o della salute. Non significa, però, che

    non ci si alleni sul piano fisico. Migliorano sia il tono muscolare sia la flessibilità» osserva Benedetta Spada.

    Per chi va bene È ideale per chi vuole iniziare a conoscere lo yoga. Inoltre, è efficace se si ha bisogno di riabilitazione dopo un intervento chirurgico, se si soffre di pressione alta o se si aspetta un bambino.

    Da sapere I corsi di Hatha insegnano le asana, ossia le posizioni yoga fondamentali, e il modo di passare da una all'altra. Quando si è raggiunta una certa pratica, può accadere che il ritmo di una lezione di hatha sia troppo lento. In questo caso, si può pensare di cambiare disciplina, passando, per esempio, al Vinyasa.

  • 6 6
    Credits: Getty Images

    Bikram - libera il corpo dalle tossine

    Cos'è «In America è molto diffuso, mentre qui comincia a muovere i primi passi. Il Bikram, o yoga caldo, viene praticato in una stanza dove la temperatura è intorno ai 42 gradi, con il 60 per cento di umidità» spiega Spada. «C'è uno schema fisso di 26 posizioni da eseguire prima seduti e poi sdraiati». Una lezione dura un'ora e mezzo.

    Livello di difficoltà È molto impegnativo. Il calore riscalda i muscoli e permette di raggiungere una grande flessibilità, ma allo stesso tempo affatica. Si suda così tanto che la pressione può abbassarsi troppo. Per chi va bene In genere il Bikram è consigliato solo a chi pratica sport ad alto livello, per mantenere il fisico elastico e sciolto e per liberarsi dalle tossine.

    Da sapere Dal momento che il Bikram si pratica a una temperatura elevata, è importante controllare l'ambiente dove si tengono le lezioni, che deve essere perfettamente pulito. Inoltre, occorre bere molto sia durante sia dopo la lezione, per recuperare i sali minerali.

/5

Halle Berry, Gwyneth Paltrow e Madonna ne vanno pazze. Forse perché l'antica arte orientale è la ricetta migliore per rilassare la mente e prendersi cura del corpo. Ma se per te è difficile orientarti fra le tante scuole di questa disciplina, segui la nostra mini-guida: ti aiuterà a scoprire la più adatta alle tue esigenze

Per rilassarsi, ritrovare l'equilibrio interiore, avere una maggiore consapevolezza di sé. Ma anche per mantenersi in forma e sentirsi sempre piene di energia.

Lo yoga è tutto questo e molto altro ancora. «Non esiste una pratica unica, ma ci sono varie discipline. Ognuna ha delle caratteristiche specifiche e può soddisfare diverse esigenze» dice Benedetta Spada, insegnante di yoga (www.benedettaspada.com) e autrice del libro Yoga dinamico facile (casa editrice Tea).

Abbiamo chiesto all'esperta di spiegarci cosa sono e a cosa servono i più importanti tipi di yoga.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te