Acconciature: quando c’è un evento speciale 

Un matrimonio bellissimo, da protagonista, damigella o semplice invitata. Ma anche una festa, un ricevimento, una serata glam. Se sei sotto i riflettori, l’acconciatura parla di te. Per questo deve essere scelta con accuratezza e, soprattutto, deve essere impeccabile e sembrare naturale.

di DonnaModerna.com consiglia

Attira l’attenzione e valorizza chi la indossa. O viceversa. L’acconciatura, si sa, è il dettaglio che fa la differenza e segna la linea di demarcazione tra il glam e l’anonimato, l’eleganza e la sciatteria. Per questo deve essere perfetta. Romantica o naturale, strutturata o semplice, etno-chic o minimal, sarà comunque sotto i riflettori. E parlerà di te. La regola base? Mai sopra le righe. Deve essere coordinata con l’abito che indossi, con la tua struttura fisica e, non da ultimo, con il mood della serata/giornata e con il tuo “ruolo” all’interno dell’evento.

Se sei la sposa

Sii te stessa. Scegli un’acconciatura che rispetti la tua personalità e ti valorizzi, senza stravolgerti e, allo stesso tempo, sia in armonia con l’abito. Un esempio? Se sei alta, via libera ai raccolti o semi raccolti, a onde morbide, se sei bassina, invece, ricorda che il raccolto strutturato slancia. Per valorizzare un abito importante, con velo o cappello, sì allo chignon lucido e lavorato a nodo, portato bassissimo. Se il mood è romantico e delicato, invece, bene il volume, creato lavorando i capelli con una piastra effetto frisé e raccogliendoli in un morbido torchon sulla nuca, che crea l’aspetto di un turbante di seta, e con ciocche che ricadono sulla schiena, slanciando la figura ed enfatizzando il volume.

Se sei l’invitata

Ricorda che la reginetta della festa è solo lei, la sposa. Vietati, dunque, eccessi ed eccentricità di qualunque tipo. Come anche le acconciature super elaborate, ultra-scenografiche. Opta piuttosto per un look sobrio, in linea con l’abito che indossi e con l’ora del ricevimento. Il trend capelli della prossima stagione ama le trecce. Per un look chic e naturale scegli la treccia laterale, morbida, con le punte svolazzanti. Per completare un abito romantico, invece, è perfetta quella stretta che, partendo dalle tempie, crea una mezza coroncina e si riunisce sul fondo in un unica grande treccia. Bene anche le code, meglio se laterali, morbide e a onde, e fermate da una ciocca di capelli.

Se sei la damigella

Il tuo compito è seguire, sostenere e aiutare la sposa per tutta la giornata. Anche in questo caso, non dimenticare che la protagonista sarà lei, la sposa. Per quanto riguarda abito e acconciatura dovrai seguire le direttive della sposa e coordinarti con le altre damigelle. Anche per le damigelle il trend di stagione ama le trecce, meglio se molto stretta che, partendo partendo dal lato del viso, incornicia il volto a mo’ di cerchietto. Ispirato alle sculture dell'antica Roma, invece, il look romantico e virginale con due piccole code avvolte come nastri attorno ad un grande chignon basso intrecciato.

Il segreto per un’acconciatura perfetta in ogni occasione?

Semplice invitata, testimone o damigella, la parola d’ordine di un’acconciatura impeccabile (e che duri nel tempo) è “lacca”. Da vaporizzare in abbondanza e optando per una specialità trattante che, oltre a fissare, contrasti l’effetto crespo, e nutra, senza seccare o disidratare la chioma. Così è Elnett, la lacca sinonimo di stile, che oggi si arricchisce di 3 nuove varianti: Iper-forte, per le acconciature più audaci, che necessitano di lunga durata; Oli Preziosi all’Olio di Carmelina, illuminante, per capelli colorati; Oli Preziosi all’Olio di Argan, nutriente, per capelli secchi e rovinati.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
bellezza/live-piacersi/Acconciature-evento-speciale-elnett$$$Acconciature: quando c’è un evento speciale
Mi Piace
Tweet